laRegione
NUOTO
22.06.21 - 21:57
Aggiornamento: 22:13

Le martellate gli costano i Giochi: niente Tokyo per Sun Yang

Quattro anni di squalifica in via definitiva per la stella cinese che distrusse le provette durante un controllo antidoping. Tornerà in acqua a Parigi (forse)

le-martellate-gli-costano-i-giochi-niente-tokyo-per-sun-yang
Fra quattro anni, però, lui ne avrà trentadue (Keystone)

La telenovela Sun Yang si chiude con una squalifica. Stavolta definitiva: quattro anni e tre mesi invece degli otto anni decisi in una prima sentenza, poi annullata dal Tribunale federale di Losanna poiché il presidente di quella corte, il magistrato italiano Franco Frattini, già ministro degli affari esteri del suo Paese, venne accusato di parzialità per una serie di messaggi postati su Twitter, che lo stesso tribunale aveva definito estremamente violenti e razzisti. Pur se, naturalmente, quei messaggi non avevano nulla a che vedere col caso in questione, vennero pubblicati nello stesso periodo in cui si stava istruendo il processo per denunciare delle crudeltà inflitte ad animali in Cina.

Alla fine, però, la superstar cinese, adorato in Patria come una divinità, la dovrà scontare, e gli costerà il posto in piscina ai Giochi di Tokyo, che si apriranno il 23 luglio prossimo: potrà tornare a nuotare in occasione delle Olimpiadi di Parigi, nell'estate del 2024, ma allora il tre volte campione olimpico avrà già compiuto 32 anni.

La parola fine al caso Sun Yang l'ha messa il Tribunale arbitrale dello sport, che ha deciso di punire il cinese per aver preso a martellate una fiala con campioni del suo sangue e delle sue urine, in occasione di un controllo antidoping a sorpresa avvenuto nel settembre di tre anni fa. Il campione cinese, che oltre ai tre podi ai Giochi (400m e 1500m stile libero a Londra 2012, e 200 m a Rio 2016) vanta pure undici titoli mondiali, era già finito nel mirino della giustizia sportiva nel 2014, quando – nel più grande riserbo – venne punito in Cina per aver fatto uso di uno stimolante, la Trimetazidina, ma quella squalifica fu resa pubblica soltanto tempo dopo che la sanzione venne scontata.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CALCIO
4 ore
Gonzalo Higuain annuncia il ritiro
L’attaccante argentino, vicecampione del mondo 2014, chiuderà la carriera al termine della stagione di Mls con l’Inter Miami
CALCIO
7 ore
La settimana della verità per Gerardo Seoane
Il Bayer Leverkusen confrontato con il peggior inizio di stagione da 40 anni a questa parte. Il tecnico lucernese obbligato a vincere con Porto e Schalke
CALCIO
8 ore
Anche 32 bambini tra le vittime del massacro di Malang
Delle 125 vittime, la più giovane aveva due o tre anni. Il governo indonesiano formerà una commissione d’inchiesta, molte Ong chiedono sia indipendente
Calcio
9 ore
Scontri allo stadio: quattro arresti e sedici perquisizioni
I fatti risalgono al 23 ottobre 2021 dopo la partita di calcio che opponeva l’Fc Zurigo e il Grasshopper e dove vi fu uno scambio di materiale pirotecnico
hockey
1 gior
Con cinismo e solidità l’Ambrì espugna Zugo
Le doppiette di Bürgler e Heim e il gol di Shore alla Bossard Arena, regalano ai biancoblù un weekend da cinque punti che li proietta al quarto posto
HCAP
1 gior
L’Ambrì giganteggia in trasferta: Zugo espugnata
Gli uomini di Luca Cereda hanno prevalso 5-4, doppiette per Spacek e Bürgler.
CALCIO
1 gior
Bellinzona tradito dai dettagli, lo Sciaffusa ringrazia
Granata sconfitti al Comunale (e i tifosi contestano la gestione del club). Inutile la rete di Pollero, determinante l’espulsione di Izmirlioglu
Calcio
1 gior
Prima vittoria casalinga stagionale del Lugano
I bianconeri, pur soffrendo, riescono a battere 1-0 il Servette
TENNIS
1 gior
A Sofia, Marc-Andrea Hüsler conquista il suo primo titolo Atp
Lo zurighese ha superato in due set il danese Holger Rune. In settimana sarà impegnato nell’Atp 500 di Astana da 61esimo giocatore del ranking mondiale
FORMULA 1
1 gior
La Red Bull si consola con il trionfo di Sergio Perez
Solo settimo, Max Verstappen non ha potuto festeggiare il suo secondo titolo mondiale. Il messicano davanti a Leclerc e Sainz
© Regiopress, All rights reserved