laRegione
Argentina
0
Mexico
0
1. tempo
(0-0)
Bienne
3
Ajoie
0
2. tempo
(1-0 : 2-0)
Zurigo
3
Ambrì
2
2. tempo
(2-2 : 1-0)
Losanna
1
Friborgo
1
2. tempo
(0-1 : 1-0)
Lakers
0
Zugo
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
Kloten
0
Ginevra
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
Berna
1
Davos
0
2. tempo
(0-0 : 1-0)
Turgovia
2
Visp
4
fine
(0-1 : 1-3 : 1-0)
Sierre
3
GCK Lions
2
fine
(1-1 : 1-0 : 0-1 : 1-0)
Winterthur
1
Olten
2
2. tempo
(0-2 : 1-0)
Nuoto
17.05.21 - 19:28
Aggiornamento: 20:10

A Budapest, Ponti inizia da un sesto posto nella staffetta

La 4x100 maschile ritocca il record svizzero e chiude a un secondo e mezzo dal podio europeo. Oro per la Russia

a-budapest-ponti-inizia-da-un-sesto-posto-nella-staffetta
Il ticinese in azione (Keystone)

È con un sesto posto nella 4x100 stile libero che Noè Ponti inaugura la sua avventura ai Campionati europei di Budapest. Una staffetta rossocrociata che nella finale, vinta dalla Russia davanti nell'ordine a Gran Bretagna e Italia, deve infine accontentarsi del sesto posto, ma non senza aver nuovamente ritoccato il primato nazionale, già abbassato in mattinata, fissandolo nel tempo di 3'13"73 (abbassandolo di poco meno di un secondo: 3'14"72 il tempo della semifinale).

Ancora una volta Roman Mityoukov, il primo frazionista del quartetto elvetico, è stato dirompente, chiudendo la sua fatica con un nuovo primato (48"20) e lanciando Nils Liess, addirittura in terza posizione. Sulla distanza però Liess non è riuscito a resistere al ritorno dell'agguerrita concorrenza e ha perso qualche posizione prima di cedere il testimone a Noè Ponti. Che, anche lui, ha saputo fare meglio rispetto al mattino, chiudendo la sua frazione nel tempo di 48"57 (migliorandosi di 13 centesimi di secondo). A chiudere la gara per la Svizzera ci ha poi pensato Antonio Djakovic, che ha saputo resistere al ritorno di serbi e olandesi per assicurarsi il sesto posto finale, a tre secondi giusti giusti dai russi (e a 1"54 dal podio).  

Djakovic da record, ma non basta

E ad Antonio Djakovic non è bastato nemmeno il nuovo primato svizzero nei 400 stile libero per assicurarsi un posto sul podio. Il diciottenne, che già in mattinata aveva ritoccato il primato nuotando in 3'47"23, ha comunque chiuso con un ottimo sesto posto la gara, limando ulteriori 69 centesimi al suo tempo: 23'46"54, sinonimo di limite olimpico A su questa distanza, dopo aver già staccato il biglietto per Tokyo nei 200 m, La medaglia d'oro è finita al collo del russo Martin Malyutin, vincitore in 3'44"18 davanti all'austriaco Felix Auboeck (3'44"63) e al lituano Danas Rapsys (3'45"39).

La prima giornata di gare nella piscina di Budapest ha anche visto cadere un primato mondiale: quello dei 50 dorso, con il russo Kliment Kolesnikov divenuto il primo uomo a scendere sotto i 24 secondi, fermando il cronometro in 23"93 in semifinale.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
QATAR 2022
1 ora
Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi
Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
4 ore
La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani
La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
7 ore
All’Australia basta un gol di Duke
Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
8 ore
Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera
Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
11 ore
Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta
Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
i mondiali dal divano
15 ore
Ipercinetico Armando: fenomenologia di un telecronista
Fra metafore, immagini, neologismi e modi di dire, Ceroni tramanda ai posteri un modo di fare giornalismo sportivo singolare e (forse) sottovalutato
il dopopartita
20 ore
Sarebbe servita una terza fase ‘e più velocità’
Dopo quattro vittorie di fila e una buona prima metà di gara, il Lugano ritorna a perdere a Friborgo. Marco Müller: ‘Entrambe le squadre brave in difesa’.
IL DOPOPARTITA
20 ore
Il ritorno della sconfitta. ‘Avessimo dato il 5% in più...’
Johnny Kneubuehler e un venerdì a secco di gol e di punti, con il portiere del Bienne Harri Säteri assoluto protagonista. ‘È frustrante perdere così”
CALCIO
22 ore
Bellinzona ancora sconfitto, benvenuta pausa invernale
Allo Sciaffusa basta una rete di Bobadilla nel primo tempo per superare uno spento e incostante Bellinzona, quasi mai in partita
QATAR 2022
1 gior
L’Ecuador di Valencia mette alle corde l’Olanda
La sfida finisce in parità e a entrambi basterà un punto nell’ultima partita per accedere agli ottavi di finale. Tanti applausi per i sudamericani
© Regiopress, All rights reserved