laRegione
un-equilibrio-che-non-fa-il-bene-del-basket-svizzero
Ti-Press
I Lugano Tigers contro Boncourt
Tiri liberi
20.04.21 - 13:40
di Mec

Un equilibrio che non fa il bene del basket svizzero

Il valore dei club dal quarto all'ottavo posto si è abbassato. Dopo la pandemia qualche società saprà trovare forza finanziaria per tornare a sognare?

A oggi – senza le sfide di questa sera e di domani – i verdetti sono due: Ginevra finirà al primo posto, avendo da giocare in casa contro Nyon e Neuchâtel le ultime due sfide; mentre e Nyon sarà fuori dai play off. Anche la seconda piazza non dovrebbe sfuggire alla Sam Massagno, al netto di una vittoria a Monthey; poiché se l’Olympic la raggiungerà, è comunque avanti negli scontri diretti. È tranquillo anche il Neuchâtel in quarta posizione, in quanto non è più raggiungibile né può raggiungere alcuna avversaria.

C'è invece un bel guazzabuglio dalla quinta all’ottava posizione, con quattro squadre racchiuse in due punti. Però al Lugano manca un solo incontro, quello con gli Starwings, ed è quinto con 16 punti. Il Monthey, che ha recuperato una gara ieri sera, si trova pure a 16 punti, ma con una partita in meno. A quota 14 troviamo Boncourt e Starwings con una partita in meno rispetto al Lugano. Di scontri diretti ne rimane uno fondamentale, quello che il 28 aprile opporrà i bianconeri ai basilesi sul campo amico dell’Elvetico. Le altre squadre se la vedranno con le migliori, a eccezione di un Boncourt-Nyon che ci pare scontata. Sarà dunque interessante vedere se ci sarà qualche colpaccio, anche se non ci crediamo molto.Le forze in campo sono quelle che sono e difficilmente ci saranno colpi di coda, a meno che qualcuna vada in campo senza costrutto.

Ci sarà certamente chi sosterrà che questo equilibrio è un bene per il nostro basket e chi, come noi, che sostiene ci sia un evidente calo di valore di tutto il movimento. Anche in passato ci sono state delle dicotomie fra le più forti e le più deboli o, per meglio dire, fra le prime tre e le altre; ma il valore tecnico di oggi delle squadre dal quarto all’ottavo posto si è abbassato di molto.

Un esempio è il Lugano, che gioca da una vita ormai con soli due stranieri eppure può finire al quinto posto: altre squadre che lo seguono in classifica, che di stranieri ne hanno tre o quattro, faticano tanto e quanto i bianconeri. Segno evidente che la qualità tecnica degli stranieri non è eccelsa. E nessuno venga a dirmi, che se le forze in campo si equilibrano è perché hanno pari qualità e che questa qualità può essere elevata. L’unico comune denominatore è che questi stranieri costano tremila dollari al mese e quindi nel mondo ce ne saranno mezzo milione di ugual valore. Ogni tanto capita qualche giocatore che, sull’arco di una o due stagioni, cresce bene e può arrivare in campionati più performanti e avere ingaggi migliori, ma sono rarità. Non molto tempo fa avevamo degli stranieri che costavano tre volte tanto, ma che facevano il pieno in palestra e ci si giocava l’Europa alla pari con squadre di nazioni più quotate. Oggi una sola squadra maschile gioca in Europa, nella competizione dei più “poveri” (Europa Cup) contro squadre sconosciute, eppure si fa fatica a vincere qualche gara.

Vedremo come le società usciranno da questa pandemia e se nel futuro qualcuna si rimetterà in carreggiata dal punto di vista finanziario, per avere una qualità migliore e risvegliare sogni ed entusiasmi oramai sopiti.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
basket campionato svizzero tiri liberi
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
15 ore
‘Contro il Lugano II voglio vedere l’atteggiamento giusto’
Debutta domani a Giubiasco il Bellinzona di David Sesa, già rimasto colpito da Pablo Bentancur e ‘dal suo amore ed entusiasmo per il club’
Nuoto
15 ore
Rientro da Budapest con (spiacevole) sorpresa per Noè Ponti
Reduce dai Mondiali in Ungheria, il gambarognese, via social, ha comunicato la sua positività al coronavirus
Tennis
17 ore
Golubic non stecca l’entrata. Laaksonen e Bencic invece sì
La zurighese supera il primo turno di Wimbledon battendo in due set (chiusi con il punteggio di 6-4 6-3) la tedesca Perkovic
Tennis
18 ore
Wimbledon finisce ancora prima di iniziare per Berrettini
Finalista lo scorso anno, l’italiano deve alzare bandiera bianca a poco dal suo esordio. Fermato dalla positività al coronavirus
Atletica
18 ore
Doping, quattro anni di stop per Alex Wilson
Lunga squalifica per lo sprinter elvetico, positivo al trenbolone. A 31 anni, la sua carriera rischia di chiudersi qui
Storie mondiali
1 gior
Buff Donelli, una star del football prestata al soccer
La seconda edizione della Coppa del Mondo di calcio, nel 1934, fu voluta e accomodata da Mussolini in persona
nuoto sincronizzato
1 gior
Il nuoto sincronizzato in Svizzera fa i conti con gli abusi
Bufera sul dipartimento gestito da Swiss Aquatics, respingono le accuse ma si dimettono i co-direttori sportivi Markus Thöni e Patricia Fahrni
Tennis
1 gior
Wawrinka cede alla distanza a Jannik Sinner
Il vodese deve salutare Wimbledon al primo turno, sconfitto dal talentuoso italiano 7-5 4-6 6-3 6-2
ginnastica artistica
1 gior
Ginnastica, oro e argento ai Campionati svizzeri per Lena Bickel
La ticinese è prima alle parallele asimmetriche e seconda nel concorso multiplo. Argento e bronzo (ad anelli e sbarra) anche per Mattia Piffaretti
Calcio
1 gior
Simone Rapp a Karlsruhe
Il ticinese lascia Vaduz per la Germania
© Regiopress, All rights reserved