laRegione
ATLETICA
15.04.21 - 14:39
Aggiornamento: 15:29

Semenya vince il titolo nazionale, ma i Giochi restano lontani

L'atleta sudafricana, da anni in lotta con la federazione internazionale, ha vinto i 5'000 metri ma il limite di qualificazione per Tokyo dista ancora 42 secondi

semenya-vince-il-titolo-nazionale-ma-i-giochi-restano-lontani

Due volte campionessa olimpica degli 800 metri, Caster Semenya ha conservato il titolo nazionale sudafricano sui 5'000 metri, ma rimane lontana dai limiti richiesti per prendere parte ai Giochi olimpici. A tre mesi dall'appuntamento di Tokyo (23 luglio - 8 agosto), la 30.enne sudafricana ha stabilito un tempo di 15’52”28, di 42” superiore a quanto richiesto (15’10”) per poter volare in Giappone. Tuttavia, le rimane tempo fino al 29 giugno per staccare il biglietto.

Medaglia d'oro sui due giri di pista a Londra 2012 e a Rio de Janeiro 2016, Semenya a Tokyo non potrà difendere il doppio titolo. Presenta infatti un tasso di ormoni maschili superiore alla norma e si è sempre rifiutata di sottoporsi a una terapia per abbassare il livello di testosterone entro i limiti definiti da World Athletics per poter gareggiare nella categoria femminile dai 400 metri al miglio. Da dieci anni l'atleta sudafricana sta portando avanti una battaglia contro World Athetics (ex Iaaf), ma in più occasioni ha perso i ricorsi presentati.

In agosto, in nome dell'equità sportiva, il Tribunale federale ha confermato la decisione del Tribunale arbitrale dello sport (Tas) con la quale venivano convalidati i regolamenti della federazione internazionale in merito alla soglia massima di testosterone. Lo scorso 19 febbraio, Semenya ha deciso di portare il caso davanti alla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo, la quale per ora non si è pronunciata.

Inizialmente, l'atleta sudafricana aveva preso in considerazione una riconversione verso lo sprint, in particolare i 200 metri, ma la battaglia con World Athetics e altre considerazioni più prettamente sportive, l'hanno orientata sui 5000 metri. «Ho tent'anni e se continuassi a disputare gli sprint rischierei degli infortuni muscolari», ha affermato.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CANOA
5 ore
Pagaiando in kayak lungo i 1230 km del Reno
L’emozionante avventura della scorsa estate di due amici ticinesi appassionati di canoa
Calcio
11 ore
Francia, un’inchiesta giornalistica accusa il presidente del Psg
A due mesi dai Mondiali, Libération pubblica la storia di un imprenditore franco-algerino fermato in Qatar ’perché sapeva troppo su Al-Khelaifi’
Formula 1
16 ore
Il digiuno non spaventa Lewis. ‘Se non vinco non casca il mondo’
Domenica si torna in pista a Singapore e il sei volte campione del mondo spera di non restare per la prima volta a secco. ‘Ho sei occasioni per provarci’
CALCIO
20 ore
A due mesi dai Mondiali c’è chi sogna e chi ha gli incubi
Brasile e Argentina sembrano le selezioni più pronte. In Europa bene Spagna e Olanda, mentre per Francia e Inghilterra sono più i dubbi delle certezze
BMX FREESTYLE
22 ore
Il Park di Cadenazzo ospita i Campionati svizzeri
Sabato 1° ottobre (o domenica in caso di brutto tempo) al via una cinquantina di atleti, tra i quali la medaglia olimpica Nikita Ducarroz
Calcio
1 gior
Svizzera - Cechia: le pagelle
Sommer migliore in campo. Bene anche Widmer e Sow. Troppe imprecisioni e prestazione non perfetta per Elvedi
HOCKEY
1 gior
Il primo derby fa bello il Lugano. Bürgler: ‘Troppo impazienti’
I biancoblù iniziano bene, i bianconeri proseguono meglio. McSorley: ‘Col nostro gioco li abbiamo messi in difficoltà. Meritiamo di stare più in alto’
CALCIO
1 gior
Una Svizzera poco brillante batte la Cechia e si salva
Nations League, i rossocrociati faticano ma alla fine si impongono con le reti di Freuler ed Embolo. Decisivo Sommer che para un rigore
hockey
1 gior
Il primo derby è tutto del Lugano
I bianconeri si impongono con autorità alla Gottardo Arena, grazie alla doppietta di Thürkauf e alle reti di Granlund e Andersson
COSE DELL'ALTRO MONDO
1 gior
Non basta fare bene i compiti, Las Vegas ne sa qualcosa
Un’accurata programmazione può portare dall’altare alla polvere, ma i Raiders, nonostante Adams e Jones, rimangono la sola squadra senza vittorie
© Regiopress, All rights reserved