laRegione
Basket
28.03.21 - 13:16

Cabibbo sul tonfo del Lugano: ‘Non è colpa dei giovani’

Nel match che avrebbe dovuto consolidare il quinto posto, i Tigers hanno regalato due quarti a un Monthey in giornata di grazia e si sono inchinati 100-86

di Dario ‘Mec’ Bernasconi
cabibbo-sul-tonfo-del-lugano-non-e-colpa-dei-giovani
Ti-Press
Brutto ko per Steinmann e compagni

Doveva essere la partita che avrebbe garantito o perlomeno dato solidità al quinto posto dei Tigers e invece il match dell'Elvetico per il Lugano si è rivelato un tonfo senza costrutto, terminato 100-86 in favore del Monthey. Un primo tempo da incubo, con due quarti finiti con l’identico punteggio di 19-32, per un totale di 38-62. E non contro una prima della classe ma contro una compagine vallesana che, grossomodo, sta nelle stesse condizioni dei bianconeri in fatto di finanze, uomini e potenzialità.

Poi è vero che gli ospiti hanno avuto una felice giornata al tiro nei primi due quarti di gara, con 9/13 dai 3 punti e 15/22 (68%) da 2, ma di ciò possono anche ringraziare l'atteggiamento da belle statuine dei bianconeri in difesa: prendere 100 punti da una squadra che mediamente ne realizza 74, è tutto dire... E questo senza addossare specifiche colpe ai giovani schierati da coach Cabibbo nei primi due quarti, prima di lasciarli praticamente sempre in panchina nella seconda parte della gara. Ossia quando i Tigers hanno cominciato a giocare a basket, difendendo bene, attaccando con criterio e risalendo dal -26 al -11 (59-70 al 5') grazie a un parziale di 19-5. Ma quando già si pensava a completare la rimonta, visti i limiti degli ospiti, tre palle perse in modo assurdo hanno ridato fiato agli avversari (tornati sul 62-77 al 7’), prima di un colpo di coda dei padroni di casa (68-79 al 30’).

Ultimo quarto con il Lugano a recuperare fino al -8, (81-89 al 6’) ma poi alcune sbadataggini e un tre su tre dalla lunga distanza dei vallesani hanno segnato l’86-100 finale. Al netto di tutto, va detto che i ticinesi hanno sprecato troppo nei primi 20 minuti, con Nikolic a prendere i primi 2 punti dopo 7 minuti, lui che è il top scorer della squadra. Abulici gli altri, fatta eccezione per capitan Steinmann, qualche spunto di Jackson, fuori fase Aw con 6/14: ma il Monthey è volato lontano a suon di triple senza faticare troppo e ha vinto con merito.

«Abbiamo perso di squadra – commenta un deluso Salvatore Cabibbo a fine gara –. Non è certamente colpa dei giovani se siamo sprofondati dopo due quarti. Poi ci siamo ripresi ma recuperare 26 punti non è una cosa facile. Abbiamo avuto due o tre occasioni per tornare a due possessi, ma le abbiamo sprecate. Loro hanno avuto una giornata di grazia al tiro e ne hanno beneficiato».

In sintesi, il Lugano che viaggia verso il finale di stagione è questo (pur lamentando l’assenza di Stevanovic) e si è visto come sarà opportuno dare ulteriore fiducia ai vari Kovac, Mina, Togninalli e Dell’Acqua, giovani che devono essere parte della ricostruzione.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Salto con gli sci
12 min
Mondiali, Simon Ammann ci sarà
Il ‘Folletto del Togghenburgo’ farà parte del contingente rossocrociato per le gare iridate di Planica, previste dal 21 febbraio al 5 marzo
Atletica
13 min
Moggi e Petrucciani da record a Macolin
I due ticinesi dell’Lcz tra i grandi protagonisti nel weekend, ma da segnalare ci sono anche i due primati di categoria stabiliti da Laura Torino Imberti
COSE DELL'ALTRO MONDO
20 min
Una squadra in Europa? No, meglio quattro
La Nfl sta pensando di sbarcare sul Continente con un’intera division. Un’idea che non andrà in porto prima di un decennio, viste le molte incognite
Sci
1 ora
Lara a difesa del suo titolo iridato
In programma mercoledì a Méribel il superG femminile, con la ticinese – campionessa in carica – ovviamente fra le favoritissime
NATIONAL LEAGUE
2 ore
Il Berna mette le mani su Josh Teves
Il ventisettenne difensore canadese rinforzerà gli Orsi fino al termine della stagione: arriva dai finlandesi dell’Jyväskylä
Formula 1
2 ore
Nuovo look per l’Alfa Romeo
Livrea rosso-nera per la vettura del team con sede a Hinwil, che conferma i piloti Bottas e Zhou per il Mondiale 2023 di Formula 1
Parigi 2024
2 ore
‘Niente russi finché c’è la guerra’
Anne Hidalgo, sindaca della capitale francese, cambia idea: ora è contraria alla presenza di Mosca alle Olimpiadi di Parigi del 2024
Basket
4 ore
Calendari troppo fitti e time out sprecati
Fra i problemi del nostro basket c’è l’uso spesso improprio e controproducente da parte degli allenatori dei minuti di sospensione
Sci
5 ore
Pinturault al comando dopo il superG
Nella combinata iridata di Méribel-Courchevel, Meillard chiude solo 12° la prova veloce, staccato di 1"34 dal francese. La manche di slalom alle 14.30
Calcio
6 ore
Terremoto in Turchia, ritrovato vivo Christian Atsu
Il ghanese ex Chelsea e Newcastle, che figurava fra i numerosissimi dispersi, è stato tratto in salvo dalle macerie provocate dal sisma
© Regiopress, All rights reserved