laRegione
sam-a-mani-basse-sul-boncourt-lugano-in-balia-del-ginevra
Successo doveva essere e successo è stato (Ti-Press)
Basket
28.02.21 - 16:090

Sam a mani basse sul Boncourt, Lugano in balìa del Ginevra

Tutto come da pronostico nel weekend per le ticinesi. Con il Massagno che già pensa all'impegno di Coppa: ‘La partita che vale una stagione’

Weekend senza sussulti in Lega nazionale A per le ticinesi: come da pronostico, più che facile, la Spinelli si è imposta in casa contro il Boncourt, mentre il Lugano ha incassato una pesante sconfitta Ginevra, in casa del capolista.

La partita fra Sam e Boncourt è di quelle che scivolano via senza grandi patemi d’animo, vista la differenza fra le due squadre. Il primo tempo non è un monologo dei padroni di casa perché la squadra di Gubitosa non impone un ritmo elevato in attacco e gioca con un po’ di sufficienza in difesa, soprattutto sul perimetro. Ne sono la dimostrazione le quattro triple, con 4 giocatori diversi, con le quali i giurassiani stanno a galla nel primo quarto. A loro risponde quasi da solo Andjelkovic con un quattro su quattro, e una tripla di Dusan Mladjan: 21 pari alla prima sirena. Secondo quarto in fotocopia con Massagno che dal 30-33 al 5’, sale a +6 a metà gara con un parziale di 18-9: 48-42.

L’entrata di terzo quarto è tutta di Dusan, che con un tre su tre porta il margine a +12, 54-42 al 2’. Poi è un ‘inanz e indré‘ senza molto spettacolo: +11 al 5’, 66 -55 e +10 all’ultima pausa con una tripla di un ottimo Molteni sulla sirena: 76-66. Il +15 a inizio ultimo quarto, sul parziale di 19-2 a cavallo dei due quarti, segna la fine della contesa: 92-70 al 5’.

Gubitosa fa ruotare tutti, preservando i suoi in funzione della gara di Coppa di mercoledì contro l’Olympic, e si finisce con il centesimo punto firmato da Williams, con il Boncourt a raccorciare per addolcire la scoppola: 101-91.

Una Spinelli con Marko Mladjan al minimo, 17', uno Slokar rientrato bene nel contesto di squadra, 11 punti e 4 rimbalzi, e un Molteni finalmente efficace a tutto campo, 15 punti e 5 rimbalzi e la doppia doppia dio Chukwu, 14 punti e 10 rimbalzi. In doppia cifra anche Dusan Madjan, 16, e Nottage, 17, ma bene anche Martino: 6 giocatori in doppia cifra sono l’evidenza del collettivo. Sull’altro fronte un ottimo Kozic, 8/10 e 23 punti, sostenuto dai soliti Cooper, 27 punti e Jankovic 18: poi il buio o quasi.

«L’importante era non farsi male, e tutti con la testa a mercoledì, gara che vale una stagione – sottolinea a fine match Gubitosa –. Però mi è piaciuto quanto fatto come insieme, anche se in difesa non ci siamo dannati certamente. L’intensità l’abbiamo avuta il necessario per mettere al sicuro il risultato».

Lugano senza argomenti a Ginevra

Per il Lugano, invece, nulla da fare in terra ginevrina: senza due giocatori di peso come Jackson e Louissant, i bianconeri giocano bene il primo quarto, con il Ginevra a fare le belle statuine in difesa: 23-25 dopo 10’. Poi Stimac alza la voce e il secondo quarto, 31-11, evidenzia tutta la differenza fra le due squadre. Secondo tempo di puro esercizio per entrambe le squadre, forse ancor meno di un allenamento, ma si deve pur arrivare al 40’: i parziali di 21-18 e 23-13 sono eloquenti, per un finale di 98-67. La stranezza è Kovac a 0 punti: una rarità per lui in 14' di campo e 0 su 4 al tiro. Per i Tigers Nikolic e Aw 18 punti a testa, briciole per gli altri.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CALCIO
7 ore
Il Lugano stringe i denti, vince e blinda la salvezza
I bianconeri battono il Losanna con un gol di Maric e raggiungono quota 40, considerata da Jacobacci la quota sicurezza. Ora possono pensare ai quarti di Coppa
Il tramonto della Valascia
9 ore
‘Questo stadio mancherà a tutti’
Un giornalista e un ex giocatore (pure nei panni dell'avversario) sfogliano l'ultima pagina dell'album
Hockey
22 ore
Alexandra e Tim, due bastoni e... una fattoria
Portiere delle Ladies lei, attaccante dei bianconeri lui: due carriere distinte ma con parecchi punti in comune
Hockey
1 gior
Il Lugano conosce il suo rivale: nei quarti sfida il 'Rappi'
Trascinati dal loro portiere Melvin Nyffeler, a sorpresa i sangallesi eliminano il Bienne nei pre-playoff di National League. Il Davos, invece, è sull'1-1
Calcio
1 gior
Tra Chiasso e Kriens finisce 0-0. Un'occasione sprecata
I rossoblù costretti al pareggio da una squadra lucernese scesa in Ticino per barricarsi. ‘Ma la stagione è ancora lunghissima‘, dice il rientrante Maccoppi
NUOTO
1 gior
Tre record ai Nazionali di Uster. E il Ticino fa la sua parte
Noé Ponti brilla ancora ai campionati svizzeri, polverizzando l'8'06''64 di Stefan Sigrist sugli 800 stile libero, che resisteva da dodici anni
Tennis
1 gior
A Bellinzona continua il sogno di Simona Waltert
La ventenne grigionese vince la sfida con la coriacea Jana Fett e si qualifica alle semifinali del torneo Itf W 60
Calcio
1 gior
Europei di calcio, dodici città pronte ad aprire al pubblico
In sospeso, oltre a quelle di Bilbao e Dublino, restano le sorti di Monaco e Roma. 'Hanno tempo fino al 19 aprile per informarci sui loro piani', dice l'Uefa
CICLISMO
1 gior
Doppietta Deceuninck con Honoré e Cerny
Al Giro dei Paesi Baschi la corsa si deciderà domani con sette salite in 112 km. Al comando sempre lo statunitense McNulty
CALCIO
1 gior
Lugano, c'è quel 2-0 da vendicare
I bianconeri ricevono il Losanna che a fine febbraio aveva dominato la sfida della Tuilière. Maurizio Jacobacci: ‘I presupposti sono diversi’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile