laRegione
uae-tour-pogacar-controlla-vingegaard-vince
CICLISMO
25.02.21 - 14:410
Aggiornamento : 15:13

Uae Tour, Pogacar controlla Vingegaard vince

Nel secondo arrivo in salita lo sloveno chiude appaiato al britannico Adam Yates e vede spianata la strada verso il successo finale

Lo sloveno Tadej Pogacar, leader dell'Uae Tour si è accontentato di curare il suo avversario più pericoloso, il britannico Adam Yates, in occasione del secondo arrivo in salita in programma. A Jebel Jais si è imposto il danese Jonas Vingegaard. Pogacar, secondo a 3”, ha superato la linea d'arrivo proprio davanti al rivale, sul quale vanta ora un vantaggio di 45”. Per il corridore della Uae Emirates, la strada sembra spianata verso il successo finale dopo il secondo posto ottenuto nel 2020.

A Jebel Jais, a un altitudine di 1'489 metri (la più alta toccata dalla corsa), Vingegard ha imitato il suo capitano Primoz Roglic, vincitore sullo steso traguardo nel 2019. Il danese se n'è andato all'ultimo chilometro per raggiungere il kazako Alexey Lutsenko, ultimo superstite di una lunga fuga nella quale aveva trovato posto anche il lucernese Mathias Frank. Il sogno di vittoria di Lutsenko si è spento a 250 metri dal traguardo, come si è spento quello di Yates, il quale ha fatto a lungo lavorare la squadra prima di un attacco di Nibali a 3 km dall'arrivo. Migliore degli svizzeri, Gino Mäder ha chiuso a 15” dal vincitore: Matteo Badilatti ha concesso 32”, Frank 12’24” e Stefan Bissegger 18’36”

Domani la penultima frazione porterà all'arrivo sull'isola artificiale di Palm Jumeirah.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CALCIO
6 ore
Il Lugano stringe i denti, vince e blinda la salvezza
I bianconeri battono il Losanna con un gol di Maric e raggiungono quota 40, considerata da Jacobacci la quota sicurezza. Ora possono pensare ai quarti di Coppa
Il tramonto della Valascia
8 ore
‘Questo stadio mancherà a tutti’
Un giornalista e un ex giocatore (pure nei panni dell'avversario) sfogliano l'ultima pagina dell'album
Hockey
21 ore
Alexandra e Tim, due bastoni e... una fattoria
Portiere delle Ladies lei, attaccante dei bianconeri lui: due carriere distinte ma con parecchi punti in comune
Hockey
1 gior
Il Lugano conosce il suo rivale: nei quarti sfida il 'Rappi'
Trascinati dal loro portiere Melvin Nyffeler, a sorpresa i sangallesi eliminano il Bienne nei pre-playoff di National League. Il Davos, invece, è sull'1-1
Calcio
1 gior
Tra Chiasso e Kriens finisce 0-0. Un'occasione sprecata
I rossoblù costretti al pareggio da una squadra lucernese scesa in Ticino per barricarsi. ‘Ma la stagione è ancora lunghissima‘, dice il rientrante Maccoppi
NUOTO
1 gior
Tre record ai Nazionali di Uster. E il Ticino fa la sua parte
Noé Ponti brilla ancora ai campionati svizzeri, polverizzando l'8'06''64 di Stefan Sigrist sugli 800 stile libero, che resisteva da dodici anni
Tennis
1 gior
A Bellinzona continua il sogno di Simona Waltert
La ventenne grigionese vince la sfida con la coriacea Jana Fett e si qualifica alle semifinali del torneo Itf W 60
Calcio
1 gior
Europei di calcio, dodici città pronte ad aprire al pubblico
In sospeso, oltre a quelle di Bilbao e Dublino, restano le sorti di Monaco e Roma. 'Hanno tempo fino al 19 aprile per informarci sui loro piani', dice l'Uefa
CICLISMO
1 gior
Doppietta Deceuninck con Honoré e Cerny
Al Giro dei Paesi Baschi la corsa si deciderà domani con sette salite in 112 km. Al comando sempre lo statunitense McNulty
CALCIO
1 gior
Lugano, c'è quel 2-0 da vendicare
I bianconeri ricevono il Losanna che a fine febbraio aveva dominato la sfida della Tuilière. Maurizio Jacobacci: ‘I presupposti sono diversi’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile