laRegione
san-bernardino-e-spluga-nel-menu-del-giro-d-italia-2021
Chi succederà a Tao Geoghegan Hart?
CICLISMO
24.02.21 - 18:200
Aggiornamento : 18:43

San Bernardino e Spluga nel menu del Giro d'Italia 2021

Presentata la corsa rosa (8-30 maggio) che sconfinerà in Svizzera. Partenza da Torino, arrivo a Milano. Ci saranno Zoncolan, Marmolada, Giau e Pordoi

Ora è ufficiale. Il Giro d'Italia 2021 transiterà dal Ticino e dal Moesano. La corsa rosa è stata presentata questo pomeriggio negli studi Rai di Corso Sempione a MIlano. Scatterà l'8 maggio per concludersi il 30 dello stesso mese. La partenza avverrà da Torino, con una tre giorni in Piemonte nel 160º anniversario dell'Unità d'Italia. E in Piemonte la corsa tornerà nella terza settimana, quando è previsto un arrivo all'Alpe di Mera in Valsesia, seguito il giorno dopo dalla partenza da Verbania (città del campione del mondo a cronometro, Filippo Ganna). Ed è proprio nella penultima tappa che il Giro valicherà il confine svizzero: 160 km per 4'800 metri di dislivello che porteranno i corridori al traguardo edll'Alpe di Motta dopo aver scalato dapprima il San Benardino e poi il passo dello Spluga. Sarà quella la frazione che deciderà le sorti della corsa, ma nei giorni e nelle settimane precedenti non mancheranno le difficoltà altimetriche, anche con salite che hanno fatto la storia della corsa rosa.

In totale, i partecipanti dovranno percorrere 3450 km con due sole cronometro, il prologo di Torino (9 km) e quella conclusiva che porterà a Milano (29,4 km). Il primo arrivo in salita, nella quarta frazione, a Sestola. Sarà una prima settimana molto movimentata, con diverse tappe di media montagna e l'inedito arrivo in salita, il nono giorno, di Campo Felice (Abruzzo). Attenzione all'undicesima tappa (19 maggio) che si concluderà a Montalcino con 35 degli ultimi 70 km di Strade Bianche. Primo acuto di montagna il 22 maggio, nella 14ª tappa, quando la corsa arriverà sullo Zoncolan. Si passerà dal versante di Sutria, percorso l'ultima volta nel 2003 in occasione della vittoria di Gilberto Simoni. Il tappone dolomitico è invece previsto due giorni dopo: partenza da Sacile e arrivo a Cortina d'Ampezzo dopo aver superato Fasso Fedaia (Marmolada), Pordoi (cima Coppi) e Giau.

La terza settimana si aprirà con un altro arrivo in salita, sull'inedito traguardo di Sega di Ala. La corsa tornerà in Piemonte il 28 (terz'ultima frazione) con l'arrivo all'Alpe Mera in Valsesia, dopo aver superato il Mottarone e la Colma di Varallo. Come detto, tutto si dovrebbe decidere sabato 29 con la frazione che attraverserà il territorio del Ticino e dei Grigioni, con due salite oltre i 2'000 metri. Il giorno dopo, ultima chance per i pretendenti alla maglia rosa con la cronometro che si concluderà in Piazza Duomo a Milano.

Tra le ricorrenze e gli omaggi che gli organizzatori hanno voluto sottolineare, oltre al 160º dell'Unità d'Italia con la Grande Partenza da Torino, anche 700º anni dalla morte di Dante Alighieri (venerdì 21 da Ravenna, dove il poeta è sepolto, a Verona), i 90 anni della maglia rosa, indossata la prima volta dal Learco Guerra nel 1931, mentre la Siena - Bagno di Romagna renderà onore a Gino Bartali e Alfredo Martini transitando da Ponte a Ema e da Sesto Fiorentino (20 maggio).

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CALCIO
5 ore
Il Lugano stringe i denti, vince e blinda la salvezza
I bianconeri battono il Losanna con un gol di Maric e raggiungono quota 40, considerata da Jacobacci la quota sicurezza. Ora possono pensare ai quarti di Coppa
Il tramonto della Valascia
7 ore
‘Questo stadio mancherà a tutti’
Un giornalista e un ex giocatore (pure nei panni dell'avversario) sfogliano l'ultima pagina dell'album
Hockey
20 ore
Alexandra e Tim, due bastoni e... una fattoria
Portiere delle Ladies lei, attaccante dei bianconeri lui: due carriere distinte ma con parecchi punti in comune
Hockey
1 gior
Il Lugano conosce il suo rivale: nei quarti sfida il 'Rappi'
Trascinati dal loro portiere Melvin Nyffeler, a sorpresa i sangallesi eliminano il Bienne nei pre-playoff di National League. Il Davos, invece, è sull'1-1
Calcio
1 gior
Tra Chiasso e Kriens finisce 0-0. Un'occasione sprecata
I rossoblù costretti al pareggio da una squadra lucernese scesa in Ticino per barricarsi. ‘Ma la stagione è ancora lunghissima‘, dice il rientrante Maccoppi
NUOTO
1 gior
Tre record ai Nazionali di Uster. E il Ticino fa la sua parte
Noé Ponti brilla ancora ai campionati svizzeri, polverizzando l'8'06''64 di Stefan Sigrist sugli 800 stile libero, che resisteva da dodici anni
Tennis
1 gior
A Bellinzona continua il sogno di Simona Waltert
La ventenne grigionese vince la sfida con la coriacea Jana Fett e si qualifica alle semifinali del torneo Itf W 60
Calcio
1 gior
Europei di calcio, dodici città pronte ad aprire al pubblico
In sospeso, oltre a quelle di Bilbao e Dublino, restano le sorti di Monaco e Roma. 'Hanno tempo fino al 19 aprile per informarci sui loro piani', dice l'Uefa
CICLISMO
1 gior
Doppietta Deceuninck con Honoré e Cerny
Al Giro dei Paesi Baschi la corsa si deciderà domani con sette salite in 112 km. Al comando sempre lo statunitense McNulty
CALCIO
1 gior
Lugano, c'è quel 2-0 da vendicare
I bianconeri ricevono il Losanna che a fine febbraio aveva dominato la sfida della Tuilière. Maurizio Jacobacci: ‘I presupposti sono diversi’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile