laRegione
BASKET
31.01.21 - 18:47

La Sam senza patemi, il Lugano ci prova invano

Contro gli Starwings, alla Spinelli basta allungare dopo la pausa. I Tigers vanno vicini al colpaccio a Neuchâtel

la-sam-senza-patemi-il-lugano-ci-prova-invano

Una sconfitta e una vittoria per le due ticinesi di serie A: il Lugano perde a Neuchâtel, la Spinelli non lascia nulla agli Starwings. I Tigers ieri sono andati vicino a quel colpaccio di cui si diceva sabato. Hanno perso 98-92 contro un Neuchâtel che ha avuto percentuali molto alte con un 57% al tiro – 62% da 2, 41% da 3, 73% dai libri – contro un Lugano che non ha tirato male, 50% complessivo – 57% da 2, 35% da 3 ma 65% nei liberi –. Ma, sbagliando appunto 10 tiri liberi e concedendo la bellezza di 25 punti in contropiede, i bianconeri non hanno potuto che soccombere. Diciamo che è stata una partita di… una volta, con soli due stranieri in campo per parte e, nessuno ce ne voglia, anche la qualità tecnica si è fatta sentire. «In partite come queste –commenta Cabibbo – se perdi 15 palloni che gli avversari mettono a frutto con
11 recuperi e tanti punti in contropiede, non puoi pensare di vincere. Eppure non abbiamo giocato male, sia incappati in un brutto inizio di ultimo quarto e abbiamo pagato».

Già, perché i Tigers sono andati all’ultima pausa a -9, 79-70, per poi ritrovarsi dopo 4 minuti a -15, 91-76. Il recupero fino a 97-90 a poco più di un minuto dalla sirena finale non è bastato. Una gara sempre in equilibrio con Neuchâtel a condurre dalla fine del primo quarto, un 30-22 che la dice lunga sull’efficacia delle difese. E, nella logica del gioco, alla fine l’ha spuntata Neuchâtel. Un Lugano che ha avuto una buona prova da Kovac, 9 punti, 4/4 al tiro, e in Louissant il top scorer. Meno brillante del solito Nikolic, 8 punti in 33 minuti, giocatore in crisi d’identità e d’armonia. Lugano: Nikolic 8, Jackson 12, Steinmann 17, Aw 15, Louissant 28, Bracelli 3, Kovac 9, Dell’Acqua, Togninalli, Mina.
La Spinelli ha battuto senza patemi d’animo un Basilea molto volenteroso, ma assai modesto da un punto di vista tecnico e con una panchina certamente non esaltante. La gara si è trascinata nei primi due quarti su ritmi molto bassi, con Massagno a condurre i giochi ma senza incidere molto sulle differenze. Distacchi mai superiori ai 5 punti, con Basilea che ha trovato persino un +3 al 3’ del 2° quarto, 27-30. Poi un 8-0 dei padroni di casa ha rimesso avanti la Sam per un 47-43 alla pausa. Durante l’intervallo Gubitosa ha dato la sveglia ai suoi e in entrata di quarto la partita si è chiusa: la Sam ha infilato un 11-0, per il +17, 54-37. Gli Starwings han trovato i primi due punti dopo 4’47” e da lì via hanno arrancato: +18 all’ultima pausa, 72-54 e poi lo score è salito, anche con le “seconde linee” in campo. Il +23 lo ha firmato Facchinetti con una tripla e il massimo vantaggio Veri dalla lunetta che è stato anche quello finale, 95 a 70. «Avevamo la testa a Neuchâtel, dove mercoledì ci giochiamo i quarti di Coppa Svizzera. Oggi non c’era un avversario impossibile ma siamo stati noi a tenerlo in partita per metà gara. Poi, finalmente direi, abbiamo difesa con intensità per 5 minuti, recuperato quattro palloni di fila, giocato con la testa in attacco e abbiamo scavato il vuoto». Slokar, 20 minuti di campo, 12 rimbalzi e 10 punti: tutto ok? «Diciamo che stiamo cercando di recuperarlo al meglio, sappiamo che lui è importante, ma deve ancora lasciarsi alle spalle un infortunio che lo limita, anche mentalmente. Ma su lui possiamo contare». Spinelli: D.Mladjam 19, Martrino 9, Facchinetti 3, Molteni 3, Chukwu 6, Richardson 0, Hüttenmoser, Nottage 21, Andjelkovic 4, Veri 3, M.Mladjan 17, Slokar 10.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
5 ore
‘Carmelo Bene, male tutti gli altri’
In un libro di recente pubblicazione vengono raccolti alcuni degli scritti a sfondo sportivo firmati da un maestro del teatro italiano del Novecento
IL DOPOPARTITA
11 ore
Il Lugano ci prende gusto. ‘Però cerchiamo di badare al sodo’
Quarto successo filato per i bianconeri di Gianinazzi, che si confermano anche contro l’Ajoie. Il coach. ‘A me, però, la prima mezz’ora è piaciuta meno”
Altri sport
12 ore
Pattinaggio artistico, bronzo europeo per Lukas Britschgi
Lo sciaffusano grazie al miglior programma libero della carriera sale sul podio di Helsinki, alle spalle del francese Siao Him Fa e dell’italiano Rizzo
Hockey
12 ore
Il Lugano non si ferma e liquida anche l’Ajoie
I bianconeri, ora a 55 punti, non hanno lasciato scampo ai giurassiani, piegati 5-2 alla Cornèr Arena.
ciclismo
14 ore
Peter Sagan si ritira dal ciclismo su strada
Lo slovacco, triplice campione del mondo, da fine stagione si dedicherà unicamente alla mountain bike
volley
15 ore
Per il Lugano c’è lo Pfeffingen prima del derby
Sabato il campionato al Palamondo, domenica i quarti di Coppa Svizzera a Bellinzona
CALCIO
16 ore
‘Ci ho sperato, ma si capiva che la china portava al fallimento’
Miodrag Mitrovic deluso e arrabbiato per la fine dell’Fc Chiasso: ‘Qualcuno, per assurdo, in questa situazione ci ha pure guadagnato’
CALCIO
17 ore
La pazienza è la virtù dei forti
Il Lugano ospita il Grasshopper. Croci-Torti: ‘Sarà una sfida logorante, non dovremo perdere la testa se le cose non dovessero funzionare subito’
Basket
18 ore
Le speranze della Sam in un weekend tutto da gustare
Al via un Final Four di Montreux ricco di sorprese, con Thabo Sefolosha in campo ma senza l’Olympic e il massagnese Roberto Kovac. Gubitosa: ‘No comment’
Calcio
1 gior
‘Tifosi granata, stateci sempre vicini’
A due giorni dalla ripresa del campionato cadetto, il nuovo coach dell’Acb Stefano Maccoppi fa il punto della situazione e presenta tre nuovi arrivi
© Regiopress, All rights reserved