laRegione
non-si-investe-abbastanza-sui-settori-giovanili
Basket
26.01.21 - 16:160
Aggiornamento : 16:33

Non si investe abbastanza sui settori giovanili

L'impoverimento del basket svizzero è certificato dal livello basso di troppe partite. Sono solo tre - Sam, Olympic e Ginevra - le squadre che emergono

Il basket svizzero arranca e si esprime su livelli tendenti al basso, sempre più giù. Lo dimostrano le partite di campionato dove emergono praticamente solo tre squadre: Spinelli, Ginevra Lions e Olympic Friburgo. Dietro, non si vedono squadre in grado di impensierirle. A meno che, come si è visto sinora in stagione, le stesse non si addormentino durante le gare, concedano spazi inusitati e facciano molti errori di sufficienza. Ma, al netto di un impegno al massimo, dietro c’è il vuoto. Anche il Neuchâtel, dato per certo protagonista fra le prime quattro, si mantiene a questo posto, ma solo per l'insufficienza delle altre antagoniste. La pochezza di alcuni elementi, Giddens e Kinney, inficia il rendimento della squadra, perché il Neuchâtel ha in complesso svizzeri di un buon livello. E questo aspetto, appunto gli svizzeri, appare evidente andando a vedere le statistiche globali del basket che mettono in risalto soprattutto quelli appartenenti al giro della Nazionale. Guardando la statistica dell’efficienza dei vari giocatori, dopo 12 stranieri abbiamo i fratelli Marko 13esimo e Dusan Mladjan 14esimo, Cotture 16esimo, Steinmann 23esimoo, Louissant 24esimo, Aw 26esimo e, dal 30esimo Gravet, Kovac, Nzege, Mbala. Va comunque detto che un conto è giocare 30 e più minuti, come Steinmann e Louissant nei Tigers, in mancanza di sostituti, un conto è giocare in squadre in cui il minutaggio è spesso sotto i 20 minuti per la concorrenza interna. Stesso discorso vale per quegli stranieri che devono stare in campo oltre i 35 minuti perché ci sono solo loro. Poi, alla fine, sono le squadre con il miglior organico a dominare, appunto le tre citate all’inizio.

Sotto le quattro citate sopra c’è un vuoto anche se i colpi di coda di qualcuna delle altre cinque riesce a sovvertire il pronostico, di tanto in tanto. Ma, negli scontri diretti proprio fra le ultime emerge chiaramente un livello molto basso dal punto di vista tecnico. I ricambi svizzeri sono all’osso, il valore di questi giocatori non è dei migliori, fatta qualche eccezione come i citati Steinmann e Louissant che si ergono chiaramente sopra la media, e così qualche altro collega sparso nelle altre compagini. Perché siamo ridotti così? Semplicemente perché il lavoro nei settori giovanili è qualitativamente quantitativamente sempre meno efficiente, fatta eccezione per qualche club che investe e ottiene risultati, in primis la Spinelli. Ma per molte altre squadre non s’investe nei settori giovanili, costa meno rubare giocatori a chi li forma bene, e così l’impoverimento è progressivo. Colpa anche di scelte strategiche a vari livelli che non impongono certi standard. Si fanno commissioni su commissioni, si progettano camp e poli di attività, ma si cercano poco giocatori adatti al basket, visto che manca un serio lavoro promozionale: inoltre si perdono per strada molti talenti per il semplice fatto che non si mettono loro a disposizione persone e strutture qualificate. Accade quindi che non si fidelizzino a una società anche perché, spesso, manca la continuità progettuale.

Non so quante commissioni, tutte retribuite, abbiano lavorato per creare questi centri di formazione negli ultimi vent’anni a livello nazionale. Vorrei una volta poter leggere i rapporti di queste commissioni, con analisi critiche, valutazione e modifiche adeguate per migliorare il sistema e i contenuti. Sempre che questi rapporti esistano, che qualcuno li abbia letti e anche fatto le dovute considerazioni. Il dubbio rimane lì. L’impoverimento è evidente e c’è da chiedersi quanto in basso bisognerà ancora scendere prima che qualcuno si attivi per favorire la risalita. O prima che tutto vada a morire.

SPORT: Risultati e classifiche

SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Sci
1 ora
Lara Gut-Behrami all'assalto di coppetta e coppona
La ticinese può approfittare delle gare in Val di Fassa per mettere le mani sul globo di cristallo di superG e sorpassare Vlhova in vetta alla Cdm generale
CICLISMO
1 ora
Uae Tour, Pogacar controlla Vingegaard vince
Nel secondo arrivo in salita lo sloveno chiude appaiato al britannico Adam Yates e vede spianata la strada verso il successo finale
SCI NORDICO
3 ore
Il primi titoli del fondo a Sundling e Kläbo
Ai Mondiali di Oberstdorf lo sprint non premia gli elvetici. Fuori nelle qualificazioni Fähndrich, nei quarti Van der Graaff e in semifinale Hediger
Sci freestyle
3 ore
Ad Airolo lo spettacolo della Coppa Europa di freestyle
Si comincia domenica e lunedì con l'aerials, poi martedì e mercoledì (2 e 3 marzo) tra le gobbe (moguls) toccherà a Nicole Gasparini e altri cinque ticinesi
CALCIO
6 ore
Lo Young Boys cerca il biglietto per gli ottavi
Europa League, i gialloneri dovranno difendere a Leverkusen il 4-3 dell'andata
Gallery
Calcio
10 ore
‘Riaprire con una percentuale in base ai posti a sedere’
Il 22 marzo potrebbe essere il giorno del ritorno degli spettatori in stadi e piste. Campana (Fc Lugano): ‘Vitale per tutti, fondamentale in chiave economica’
Calcio
17 ore
Freuler vede rosso e l'Atalanta si inchina 1-0 al Real
Il centrocampista rossocrociato espulso (un po' eccessivamente) già al 17' dell'andata degli ottavi di Champions. Il City passeggia (2-0) con il Gladbach.
Calcio
20 ore
Losanna eliminato dal Grasshopper negli ottavi di Coppa
Come Sion e Basilea, negli ottavi di finale i vodesi si sono inchinati a una formazione di categoria inferiore, impostasi 2-0 grazie a Bonatini e Ponde
Hockey
21 ore
Arriva il Ginevra, ed è quasi playoff. 'Servirà disciplina'
Oltre una settimana dopo i bianconeri ritrovano il campionato ospitando due volte il Servette. Pelletier: ‘Mi aspetto due sfide intense, con tanta energia’
CICLISMO
22 ore
San Bernardino e Spluga nel menu del Giro d'Italia 2021
Presentata la corsa rosa (8-30 maggio) che sconfinerà in Svizzera. Partenza da Torino, arrivo a Milano. Ci saranno Zoncolan, Marmolada, Giau e Pordoi
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile