laRegione
SPORT
16.12.20 - 15:07
Aggiornamento: 16:29

Doping russo, domani il verdetto del Tas

Il Tribunale arbitrale dello sport deve decidere se confermare la proposta dell'Ama di una squalifica di Mosca per i prossimi quattro anni

doping-russo-domani-il-verdetto-del-tas

Il Tribunale arbitrale dello sport (Tas) di Losanna renderà nota domani pomeriggio la sua decisione in merito al vasto scandalo per i ripetuti imbrogli che oppone la Russia all'Agenzia mondiale antidoping (Ama). “Dopo quattro giorni di udienze all'inizio di novembre, i tre arbitri nominati dal Tas decideranno se la Russia debba essere esclusa dai concorsi internazionali per quattro anni, come l'Ama richiede da dicembre 2019. La questione in gioco, in questo caso senza precedenti per i tribunali sportivi, è la convalida o meno della gamma di sanzioni proposte dall'Ama (e rifiutate dall'agenzia russa antidoping Rusada) a seguito delle falsificazioni dei file informatici del laboratorio antidoping di Mosca per il periodo 2011-2015. Dopo aver richiesto questi dati per garantire la buona fede russa, i segugi di Montréal hanno scoperto due tipi di manipolazioni: la rimozione di molteplici tracce di test antidoping positivi e l'introduzione di falsi scambi volti a compromettere Grigory Rodchenkov, ex direttore del laboratorio, diventato il principale informatore dell'Ama, e due dei suoi assistenti. L'agenzia mondiale ha quindi attinto alla gamma di sanzioni che il suo arsenale prevede: intende bandire per quattro anni la bandiera russa dai grandi eventi sportivi, tra cui i Giochi Olimpici di Tokyo, Pechino (inverno 2022) e Parigi (estate 2024), e proibire al paese di organizzarne sul suo territorio. Solo gli atleti russi che possono dimostrare di non ricorrere al doping potranno gareggiare sotto una bandiera neutrale e secondo procedure ancora da definire. Costretto a dimettersi dal laboratorio di Mosca e a rifugiarsi negli Stati Uniti, Grigory Rodchenkov ha confessato nella primavera del 2016 di aver orchestrato per anni l'insabbiamento del doping, descrivendo nel dettaglio il sistema messo in atto ai Giochi Olimpici di Sochi del 2014 per fuorviare gli osservatori dell'Ama. La spia, travestita da custode, aveva aperto il tappo delle provette, che doveva essere a prova di manomissione, con uno strumento da chirurgo e poi sostituire il contenuto con urina "pulita" precedentemente conservata.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
MOUNTAIN BIKE
13 ore
Nel 2023 per Filippo Colombo soffia un vento di novità
Il biker ticinese ha cambiato squadra (è passato alla Scott) e con la Q36.5 vuole intensificare l’attività su strada. ‘Ma punto a Cdm e Mondiali di mtb’
hockey
14 ore
Anche un po’ di Ticino alla finale di Champions League
Il linesman Eric Cattaneo selezionato per arbitrare Luleå-Tappara Tampere il prossimo 18 febbraio. Con lui Stolc e due tedeschi
Basket
14 ore
Ufficiale, Sefolosha a Vevey
Il primo svizzero ad aver giocato nella Nba torna a 38 anni nel club con cui aveva esordito
tennis
16 ore
Australian Open, continua la marcia di Aryna Sabalenka
La bielorussa accede alla finale di Melbourne dopo aver eliminato in due set 7-6 6-2 la polacca Magda Linette. Ora affronterà la kazaka Rybakina
Tennis
18 ore
Elena Rybakina prima finalista degli Australian Open
La kazaka ha eliminato in due set (7-6, 6-3) la bielorussa Viktoria Azarenka
Calcio
21 ore
Abramovich, Todd Boehly e il calciomercato del Chelsea
Il nuovo padrone dei Blues, dopo aver fatto piazza pulita dello staff, ha adottato un’innovativa e azzardata politica di ingaggio dei giocatori
COSE DELL'ALTRO MONDO
22 ore
Il sogno prosegue, Mr. Irrelevant non si vuole più svegliare
Brock Purdy ha vinto l’undicesima partita consecutiva, portando San Francisco alla finale della Nfc. A Kansas City brividi per l’infortunio a Pat Mahomes
Sci
1 gior
A Schladming arriva il gran giorno di Loïc Meillard
Il 26enne di Hérémence conquista infine il primo trionfo in gigante, lasciandosi alle spalle il grigionese Gino Caviezel in un mercoledì da incorniciare
SPORT
1 gior
Discriminazione nello sport, Berna scende in campo
Etica e competizione, il Consiglio federale vara un pacchetto di misure volte a rafforzare, in particolare, la protezione dei giovani atleti
Sci
1 gior
Prosegue il dominio di Mikaela Shiffrin
La statunitense fa suo anche il secondo Gigante di Plan de Corones, solo Mowinckel sta sotto al secondo di ritardo. Gut-Behrami quinta in crescendo
© Regiopress, All rights reserved