laRegione
apple-fai-da-te-presto-potremo-ripararci-gli-iphone-da-soli
iFixit: ‘Pensavamo che una cosa così non l’avremmo mai vista’
18.11.21 - 10:48
Aggiornamento : 15:03

Apple fai da te: presto potremo ripararci gli iPhone da soli

Premessa la capacità di saperlo fare, dal negozio online ‘Self Service Repair’ si acquisteranno pezzi di ricambio e strumenti per i problemi più comuni

Ats, a cura de laRegione

Apple darà ai suoi utenti l’opportunità di riparare da soli i propri smartphone e determinati computer, concessione inaspettata da parte del colosso della tecnologia, noto per il suo ‘ecosistema’ assai chiuso di dispositivi e software. Dal negozio online chiamato ‘Self Service Repair’ si acquisteranno più di 200 pezzi di ricambio e strumenti utili per i problemi più comuni delle ultime linee di iPhone (12 e 13), come batterie o schermi difettosi.

“Non pensavamo che l’avremmo mai visto”, ha reagito su Twitter iFixit, sito web che si presenta come una guida per riparare tutti i tipi di oggetti. Ciò che Apple offre “non è perfetto, ma siamo felici che finalmente ammettano ciò che abbiamo sempre saputo: tutti sono abbastanza intelligenti da riparare un iPhone”. Il nuovo servizio sarà lanciato negli Stati Uniti all’inizio del 2022, prima di essere esteso ad altri paesi nel corso dell’anno. Presto includerà, oltre agli smartphone, computer dotati del chip M1, prodotto da Apple.

“I clienti si uniscono a più di 5mila fornitori autorizzati e 2’800 riparatori indipendenti che hanno accesso a pezzi di ricambio, strumenti e manuali”, afferma il gruppo californiano. La decisione arriva mentre Apple viene criticata da aziende e autorità per aver controllato troppo da vicino il proprio mondo. I problemi di compatibilità con dispositivi di altri marchi, per esempio, incoraggiano fortemente i consumatori a rimanere nel mondo Apple.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
apple fai da te iphone negozio online self service repair
TOP NEWS Tecnologia
Tecnologia
2 sett
Pubblicità ovunque, anche negli ‘Shorts’ di YouTube
La piattaforma sta sperimentando banner anche nel formato di video brevi
Tecnologia
2 sett
TikTok è l’app più scaricata da inizio 2022, Twitter sedicesima
Il social network della cinese ByteDance ha superato quota 3,5 miliardi di download nel mondo. Seguono a distanza Instagram, Facebook, WhatsApp e Telegram
TECNOLOGIA
3 sett
Automatizzazione ad ogni costo?
L’ingegneria informatica davanti alla sfida tecnologica ed etica della sua pervasività
Tecnologia
1 mese
Meno chat e più social: WhatsApp lancia Community
La nuova funzione permetterà di riunire un insieme di gruppi con simili interessi in un unico canale in cui gli amministratori possono inviare messaggi
Tecnologia
1 mese
Internet Explorer va definitivamente in pensione fra tre mesi
Il popolare browser di Microsoft dal 15 giugno verrà sostituito, dove ancora impiegato, dal successore Edge, che resta tuttavia ancora poco utilizzato
TECNOLOGIA
1 mese
Il metaverso, sogno oppure incubo?
Con la rubrica a cura dell’USI uno sguardo critico sul futuro preconizzato da Mark and friends
Tecnologia
2 mesi
La Russia bandita anche dal calcio virtuale
Ea Sports, la casa produttrice del titolo di punta FIFA 22, ha deciso di rimuovere la nazionale e i club russi dai suoi videogiochi calcistici
TECNOLOGIA
2 mesi
Quando l’informatica è dappertutto
L’ubiquità dei sistemi informatici si confronta con la questione della privacy
Tecnologia
3 mesi
Giappone primo al mondo per richieste di censura su Twitter
Nella prima metà del 2021, circa il 43% delle richieste proveniva dal Paese del Sol Levante. A seguire Russia, Turchia, India e Corea del Sud
Tecnologia
3 mesi
Slitta al 2023 il lancio degli occhiali ‘connessi’ di Apple
Secondo Bloomberg, difficoltà progettistiche a livello software e nell’utilizzo quotidiano. Da risolvere anche l’eccessivo surriscaldamento dell’oggetto.
© Regiopress, All rights reserved