laRegione
hacker-violano-zoom-oltre-500-000-credenziali-sul-dark-web
Tecnologia
15.04.20 - 11:480
Aggiornamento : 16:41

Hacker violano Zoom, oltre 500'000 credenziali sul dark web

L'applicazione di videoconferenze è stata presa di mira: dati di mezzo milione di utenti sono in vendita nel lato scuro della rete

Dopo i problemi legati alla sfera privata, quelli di cibersicurezza per Zoom. La popolare applicazione mobile (app) di videoconferenze, che ha registrato un boom in questo periodo di quarantena, è stata presa di mira dagli hacker e ora oltre 500'000 credenziali di utenti sono in vendita nel dark web. E il prezzo per ogni account è irrisorio e in alcuni casi le credenziali sottratte sono addirittura gratuite.

Lo ha scoperto la società di sicurezza informatica Cyble secondo cui gli hacker sono riusciti ad accedere alle password e ai collegamenti Url di mezzo milione di account già dal primo aprile per poi venderli sul dark web al prezzo di 0,002 centesimi di dollaro (grossomodo la medesima somma in franchi) ciascuno. Alcune credenziali sono state regalate per consentire le "Zoombombing", vere e proprie invasioni che si verificano durante le videoconferenze.

Il furto di credenziali è avvenuto attraverso un attacco informatico chiamato "credential stuffing", che fa leva sul fatto che gli utenti usino le stesse chiavi d'accesso per più applicazioni, siti e servizi. Violati anche gli account di aziende note come Chase e Citibank.

In una dichiarazione al sito Bleeping Computer, Zoom spiega di aver arruolato diverse società di intelligence per indagare sull'accaduto e chiede agli utenti di cambiare le password.

Nelle scorse settimane Zoom era stata accusata di violare la sfera privata degli utenti inviando i loro dati in Cina. Tanto che alcune istituzioni, tra cui il Senato degli Usa, hanno fatto divieto assoluto di utilizzarla. Anche Google e Space X hanno vietato ai propri dipendenti di usarla.

La mossa di Zoom è stata quella di dotarsi di un consulente di spicco per riabilitare la propria immagine: la scelta è ricaduta su Alex Stamos, ex capo della sicurezza di Facebook e oggi docente presso la Stanford University.

TOP NEWS Tecnologia
Tecnologia
2 sett
Huawei: 'Il 5g la rete più sicura contro i cyberattacchi'
Secondo Mika Lauhde, vicepresidente globale di Huawei per la sicurezza informatica e la privacy, la rete di ultima generazione riduce il rischio di attacchi
Tecnologia
2 sett
Con la spinta di Apple, Arm va all'attacco di Intel
Un processore relegato per anni in serie B si prende la rivincita e, dopo l'annuncio di Cupertino (ma non solo), ora si prende la scena mondiale
Tecnologia
2 sett
Apple passa a Silicon e alza l'asticella su batteria e velocità
Cupertino introduce i primi tre Mac con architettura basata su Arm, scaricando Intel e promettendo prestazioni da record
Tecnologia
4 sett
Cybercriminalità, 5000 segnalazioni nel primo semestre 2020
La pandemia da Covid-19 ha fornito ai criminali informatici nuove opportunità. Frequenti le frodi sulle carte di credito tramite spedizioni fittizie
Tecnologia
1 mese
5G e smartphone, Svizzera prima in Europa per tasso di adozione
Secondo Strategy Analytics, nel 2020 il 59% degli smartphone venduti nella Confederazione sarà 5G, la percentuale maggiore fra i Paesi dell'Europa occidentale.
Tecnologia
1 mese
Facebook vieta i contenuti che negano l'Olocausto
Facebook aggiorna le sue policy sull'incitamento all'odio per vietare qualsiasi contenuto che neghi o distorca la Shoa
Tecnologia
1 mese
Intelligenza artificiale, ecco una nuova start-up ticinese
Si chiama Artificialy ed è stata fondata a Lugano da un gruppo di investitori privati, aziendali e istituzionali
Tecnologia
1 mese
Out(look) of service
Il servizio di posta elettronica di Microsoft sta registrando malfunzionamenti su scala mondiale
Tecnologia
2 mesi
Falla per aggirare i Pin delle carte Visa scoperto a Zurigo
Alcuni ricercatori del politecnico sono riusciti ad aggirare la protezione: per correggere il difetto basta un aggiornamento del protocollo
Tecnologia
2 mesi
Fortnite, account hackerati valgono un miliardo di dollari
Ogni giorno sono decine di migliaia gli account di videogiochi rubati ai legittimi proprietari e venduti sul mercato nero
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile