laRegione
01.03.22 - 05:30
Aggiornamento: 06:51

La guerra di Putin, con i computer prima che con i cannoni

Su laRegione oggi: la cyberguerra russa e gli eroi per caso del conflitto ucraino; pattugliatori alla Foce contro gli annegamenti; il futuro di Estival

la-guerra-di-putin-con-i-computer-prima-che-con-i-cannoni

Prima ancora che sui campi di battaglia, la guerra di Putin è cominciata attraverso la Rete. L’approfondimento di Roberto Scarcella sulla guerra informatica russa.

"Nel vortice virtuale di una guerra tremendamente reale irrompono nelle nostre vite persone pronte a svestire i comodi panni di uomini e donne qualunque". Il commento di Claudio Lo Russo sugli "eroi per caso" nella guerra in Ucraina.

Dopo i due annegamenti alla Foce a Lugano l’anno scorso, la Città corre ai ripari: in collaborazione con il Cantone, con la campagna Acque sicure e con la Polizia lacuale, il Municipio sta pensando all’introduzione di pattugliatori.

Estival Jazz, addio o arrivederci? La versione di Jacky Marti, tra mille ricordi e alla ricerca di un miracolo, e rapido.

Una presidenza nuova, tale si avvia a essere quella di Philippe Regazzoni all’Fc Lugano. Chi, nell’ultimo decennio, si era abituato alla figura di un presidente decisionista, interventista, sempre presente, allo stadio come nella vita del club, incarnata alla perfezione da Angelo Renzetti, dovrà adattarsi a un cambiamento di realtà.

Leggi anche:

La lucida neutralità e il minuetto degli estremisti

‘Andate a farvi f...ere’, disse l’eroe per caso

Lugano: dopo gli annegamenti, verso i pattugliatori alla Foce

La versione di Jacky, Estival tra l’addio e un arrivederci

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved