laRegione
otto-anni-di-guerra-tra-trincee-cecchini-e-bombardamenti
26.02.22 - 05:30

Otto anni di guerra tra trincee, cecchini e bombardamenti

Chiasso mette in mostra le opere di Nur, mentre l’eterno Zoff si appresta a soffiare su ottanta candeline. E Berna fa... melina sulle sanzioni alla Russia

Dai manifestanti uccisi dalla polizia a Kiev nei sanguinosi giorni del febbraio 2014 fino agli sviluppi di questa nuova guerra. Cristiano Tinazzi da Kramatorsk, nel Donbass, ripercorre quanto è accaduto negli ultimi otto anni in Ucraina grazie alle testimonianze raccolte direttamente sul posto.

Nur torna a far parlare di sé. Anzi, stavolta è l’arte a parlare, un’arte che prende forma attraverso le opere che parla attraverso le opere realizzate dal fratello di India (la cui vicenda, assieme a quella della mamma, era balzata agli onori della cronaca per le questioni legate al permesso di cronaca, inizialmente negato), ospitate per la seconda volta a Chiasso.

Sebbene compia ‘solo’ ottant’anni, il 28 febbraio, Dino Zoff è qualcosa di eterno. Reso immortale al popolo del pallone (e non solo quello) per le sue parate, spettacolari e decisive. Come quella che ha appunto permesso agli Azzurri di abbattere il Brasile nell’estate spagnola dell’82 per poi andare ad alzare al cielo la Coppa del mondo. Un Dino Zoff a cui nell’edizione odierna dedichiamo una pagina.

La pandemia ci ha insegnato il valore della scienza? Di sicuro non lo fa il saggio ‘Salute: il valore della scienza’ scritto da Sara Rubinelli, Nicola Diviani, Maddalena Fiordelli e Claudia Zanini: l’intento è lodevole (spiegare come funziona la scienza), ma tra imprecisioni, semplificazioni eccessive e mancanze anche importanti, il libro è sostanzialmente inutile.

Nel commento odierno, Franco Zantonelli torna sulla posizione assunta dalla Svizzera per rapporto al conflitto innescato dalla Russia in Ucraina, mettendo l‘accento sulla denuncia alquanto ‘blanda’ da parte del Consiglio federale. ’Sarà perché, come ha rivelato l’ambasciata svizzera a Mosca in novembre, circa l’80% del commercio di materie prime della Russia avviene attraverso gli hub svizzeri dei servizi finanziari di Ginevra, Zugo, Lugano e Zurigo?’, si chiede Zantonelli.

Buona lettura!

Leggi anche:

La guerra in casa, la fuga, i vivi che si rifugiano tra le bare

I volti a metà e i colori di Nur a Chiasso

Parare è una cosa semplice, se sei Dino Zoff

Come (non) raccontare il valore della scienza

Putin, Mussolini e noi

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dino zoff nur pandemia ucraina russia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved