laRegione
due-anni-di-pandemia-per-gaia-due-anni-senza-abbracci
18.02.22 - 05:30

Due anni di pandemia, per Gaia due anni senza abbracci

Su laRegione oggi: continua la serie “Due anni così” di Lorenzo Erroi; si parla di Stazione Ticino a Camorino e di Rotonda a Locarno. Riparte l’Fc Chiasso

In questi due anni di pandemia, sono tante le cose da cui siamo stati costretti a rimanere distanti, di cui abbiamo dovuto fare a meno. A Gaia, 20 anni e affetta dalla sindrome di down, ne è mancata una in particolare: gli abbracci. Continua con Gaia la serie "Due anni così" di Lorenzo Erroi.

Qualcosa si muove per la stazione Ticino a Camorino: si punterà a mantenere tutto verde per evitare contrasti edilizi e garantire in futuro l’insediamento dello scalo ferroviario.

Locarno punta ad avere una Rotonda di Piazza Castello "che abbia un senso, che viva e che riunisca come finora ancora non ha saputo o potuto fare, o almeno non con una certa continuità", scrive Davide Martinoni oggi circa il licenziamento da parte del Municipio di Locarno del messaggio con cui si richiede il credito complessivo necessario.

Domenica riparte la stagione del Chiasso e il direttore generale Bignotti non vuole alibi: anche se la squadra è ringiovanita, da essa ci si aspetta maturità.

Leggi anche:

Gaia e la pandemia: ‘Rivoglio gli abbracci’

Stazione Ticino a Camorino, eppur si muove

La Rotonda dei desideri si farà con le idee di tutti i locarnesi

Bignotti avverte il Chiasso: ‘La giovane età non è un alibi’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus due anni così locarno pandemia rotonda stazione ticino
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved