laRegione
04.10.21 - 05:30
Aggiornamento: 08:56

Tram-treno del Luganese, piovono nuove critiche

Non piace l’appalto bis. Spazio nei commenti all’analisi delle due superpotenze Usa e Cina alla luce della caduta di Kabul, e al reddito di base incondizionato

tram-treno-del-luganese-piovono-nuove-critiche

A un importante tema legato ai trasporti pubblici dedica ampio spazio oggi ‘laRegione’. Anche stavolta, infatti, c’è malcontento sulla nuova pubblicazione della gara d’appalto per la progettazione esecutiva della ‘tappa prioritaria’ del Tram-treno del Luganese. Dopo la bocciatura in tribunale del primo bando di concorso, piovono nuove critiche sulla decisione del Dipartimento del territorio di non più considerare, quale parametro della gara, l’attendibilità dell’offerta che era invece previsto nel primo bando.

Altro argomento cui l’edizione odierna rivolge attenzione è la storia del 22enne Francesco Laganara, che nelle piazze e vie di Lugano, come in altre città ticinesi, è stato una presenza fissa la scorsa estate. Il mimo è anche influencer con 900 mila follower su TikTok. Lo abbiamo intervistato. La sua storia ha suscitato anche l’interesse del regista svizzero, Alan Koprivec, che ne racconterà mestiere e vita.

E a Locarno riparte, dopo mesi di singhiozzo, lo Spazio Elle, associazione Forum socio-culturale. Non senza difficoltà, soprattutto per la pandemia, ma l’ottimismo non manca. Tra le novità, l’Atelier condiviso.

I commenti di prima pagina sono affidati a Roberto Antonini, che ci offre un’analisi delle due superpotenze Usa e Cina alla luce della caduta di Kabul, e a Fabio Dozio, che pone al centro del suo intervento alcune riflessioni sul reddito di base incondizionato.

Buona lettura!

Leggi anche:

Il tram-treno scontenta di nuovo gli ingegneri

Mimo e influencer: la doppia vita di Francesco Laganara

Locarno, allo Spazio Elle si va per farlo vivere

Gli Usa, la Cina e il nuovo grande gioco

Sembra un’utopia, è il reddito di base

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved