laRegione
lombardia-vicina-ma-ancora-lontana
11.12.20 - 06:000

Lombardia, vicina ma ancora lontana

Da ieri obbligatorio un tampone negativo 48 ore prima dell'ingresso in Italia. Domenica la Lombardia diventa 'gialla', resta ancora il nodo dei controlli

a cura de laRegione

O tampone o niente Italia. Così recita il decreto italiano circa l'ingresso nel Belpaese a partire da ieri e fino al 20, precisando che il test negativo va effettuato al massimo 48 ore prima. Al momento, però, c'è ancora molta confusione sull'applicazione della misura, e molta incertezza in vista di domenica, quando sarà nuovamente possibile l'ingresso in Lombardia. E dal 21 in avanti però, salvo che per lavoro, salute o urgenza, per chi entra in Italia si prospetta una lunga vacanza. Ma in quarantena, per due settimane.

Non per due settimane, ma per tre anni, e in carcere, rischia di finire l'imprenditore 47enne imputato, insieme ad altre due persone, per la più grande truffa in Ticino circa i crediti Covid concessi dalla Confederazione. Mascherine mai vendute, e bilanci gonfiati per incassare, e spendere per beni di lusso, 660'000 franchi. Oggi la sentenza. 

E di settimane, ma bianche, parliamo infine per lo sci in Ticino, che riprenderà sabato 12 dicembre, nei limiti imposti dalle misure di prevenzione, ad  Airolo-Pesciüm e Campo Blenio per chi è in possesso di una tessera stagionale, e per tutti, invece, a Bosco Gurin e al Nara (dove però in caso di forte affluenza calcherà le nevi prioritariamente chi ha già una tessera).

 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile