laRegione
oggi-non-ci-va-proprio-di-scherzare
Newsletter
08.09.20 - 05:000

Oggi non ci va proprio di scherzare

Sconvolge l'arresto di due educatrici dell'asilo nido di Taverne per presunti maltrattamenti. Una mamma ci racconta il dramma vissuto nel 2015 a Cadempino

È tremendo pensare di affidare il proprio figlio a qualcuno e poi scoprire che la fiducia è stata mal riposta. Sembrerebbe essere successo proprio questo recentemente a Taverne, dove due educatrici di un asilo nido sono finite in manette per presunti maltrattamenti, generando rabbia e incredulità. Ma è successo anche in passato. Per esempio nel 2015 a Cadempino. Nei giorni scorsi una delle mamme che aveva affidato il figlio a quella struttura ci ha scritto, raccontandoci lo sconcerto nello scoprire quanto successo e i sensi di colpa che rimangono anche ad anni di distanza, pur non avendo colpe. Un racconto che smuove emozioni, e che ci ricorda come i bambini vadano ascoltati quando, magari vincendo il timore di parlare, si sfogano. Altro che 'spesso dicono bugie'.

Parlando d'altro, e tornando all'onnipresente coronavirus, diremo solo che nel fine settimana i contagi in Ticino sono stati "solo" 5, quattro di questi riconducibili al focolaio del Montezuma, dove – pare – fossero presenti ben più delle 100 persone consentite. A chiarire la questione sarà la magistratura.

Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile