laRegione
laR 25 anni
16.09.17 - 07:000
Aggiornamento : 15.12.17 - 17:12

L’esaurimento nervoso

Il capo ti rendeva impossibile la giornata? Era sicuramente questa la causa del tuo “esaurimento nervoso”. La moglie ti assillava per la vecchia lavatrice? I tuoi nervi, appariva evidente, si stavano sempre più esaurendo. Che poi questa cosa dei nervi a tempo, a capacità limitata, pensandoci bene dava una dimensione saggia della vita terrena: tutto prima o poi termina, finisce. Oggi non più. Non sopporti le code di mezzogiorno? Sei “stressato”. Mandi a quel paese tua moglie che per l’ennessima volta ti ricorda che la lavatrice fra acqua? Il tuo livello di stress rasenta il “burnout”.
Ci avete fatto caso? Da alcuni anni a questa parte i nostri “nervi” non si esauriscono più; hanno acquisito una forza altrimenti insperata. Nessuno più li cita. In compenso lo stress è senza ombra di dubbio il termine che ha ormai occupato la scena relazionale, mediatica in particolare. È tutto uno stress. Che non si esaurisce mai, maledetto lui, contrariamente ai nostri buoni e vecchi nervi. Eh già, perché l’esaurimento nervoso presumeva implicitamente la necessità di tornare a rifornirsi, ricaricarsi, riposarsi. Con lo stress tutto cambia; c’è e ce lo teniamo, senza scampo. Anche perché definizione neutrale, esiste come la vita, l’amore, la fretta, la morte. Ed è senza ricarica.

Tags
stress
nervi
esaurimento
esaurimento nervoso
TOP NEWS laR 25 anni
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile