laRegione
Eoc
I diplomati
05.09.18 - 14:440

L'Eoc festeggia 27 apprendisti

Ecco i nomi dei diplomati e dei premiati al termine della formazione all'Ente ospedaliero cantonale

Sono 27 gli apprendisti dell’Ente ospedaliero cantonale (Eoc) che hanno raggiunto quest’anno il traguardo del certificato di fine formazione. Oltre ai giovani neodiplomati, alla cerimonia di fine tirocinio svoltasi giovedì 23 agosto nell’auditorium dell’ospedale di Bellinzona, hanno partecipato i formatori e i genitori degli apprendisti.

Apprendisti che si sono particolarmente distinti per i risultati scolastici ottenuti: Aleandri Luca (cuoco in dietetica), Arslani Rondina (assistente di studio medico), Barros Damas Debora (cuoca), Bertagna Ilenia (assistente di studio medico), Biasca Viola (assistente di studio medico), Bini Elisa (assistente di studio medico), Bottani Juri (cuoco in dietetica), Denicolà Cristina (impiegata di commercio), Frigerio Sara (cuoca), Pizzichelli Matteo (operatore per la pulizia ordinaria e manutentiva), Scandella Simona (assistente di studio medico), Stamm Cécil (cuoca), Stanga Alice (assistente di studio medico).

Lista degli altri apprendisti diplomati: Alves Dos Santos Alessandra (giardiniera), Armato Anissa (assistente di studio medico), Bulloni Stefania (assistente di studio medico), Chiarella Giulia (assistente di studio medico), De Almeida Monteiro Eliana (assistente di studio medico), Frigerio Thea (assistente di studio medico), Moro Ramona (cuoca in dietetica), Novena Nadir (cuoco in dietetica), Pini Giada (impiegata di commercio), Pollini Irma (impiegata di commercio), Porfido Giacomo (impiegato di commercio), Ruggiero Massimo (cuoco in dietetica), Sivaraj Sivaraman (informatico), Ticozzi Prisca (impiegata di commercio).

La cerimonia

Nella sua breve introduzione, il responsabile del Servizio della formazione dell’Eoc Ferruccio Doga ha posto l’accento su quattro sentimenti imprescindibili. La passione e l’impegno, evidenziando l’importanza di apprezzare il tipo di attività che si conduce, e l’amore e il sostegno, sottolineando l’enorme rilevanza del ruolo della famiglia.

Il direttore dell’Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli Alessandro Bressan ha invitato i neodiplomati a mettersi in gioco con l’obiettivo di migliorarsi continuamente. Nel suo intervento ha rafforzato il concetto di formazione per tutta la vita, invitando i giovani a tener viva la propria curiosità con lo scopo di accrescere non solo le conoscenze, ma accumulare anche nuove esperienze andando a imparare le lingue straniere e conoscendo nuove culture.

Il primo ospite d’onore della cerimonia, Paolo Colombo – direttore della Divisione della formazione professionale – ha rinnovato le congratulazioni ai neodiplomati e ha sottolineato come l’acquisizione dell’Attestato federale di capacità rappresenti un momento conclusivo di un ciclo, ma anche e soprattutto un punto di partenza per nuovi percorsi di apprendimento professionali e personali. Colombo ha ribadito inoltre ai giovani di continuare ad essere curiosi, attori del proprio futuro e di dimostrare coraggio.

Alla cerimonia è intervenuto infine Paolo Sanvido, presidente del Consiglio di amministrazione dell’Eoc, il quale ha esposto, attraverso il racconto di aneddoti personali, l’importanza delle abilità relazionali nel mondo del lavoro di oggi. Sanvido ha ribadito che l’EOC è un’azienda di persone per le persone, sottolineando il valore del modello di formazione svizzero basato sul “learning by doing”.

Nella sua decina di sedi ospedaliere e amministrative, l’Eoc forma attualmente 81 giovani – di cui 33 nuovi assunti – iscritti in 15 tirocini diversi. Inoltre, le strutture ospedaliere dell’Ente accolgono ogni anno, per vari periodi di stage, più di 800 allievi provenienti dalle scuole sanitarie del terziario per la loro formazione.

Tags
assistente
studio
assistente studio medico
apprendisti
assistente studio
formazione
eoc
studio medico
dietetica
commercio
TOP NEWS I diplomati
© Regiopress, All rights reserved