laRegione
passaporti-potenti-la-svizzera-e-sesta
Con Stati Uniti, Belgio, Nuova Zelanda, Norvegia e Regno Unito (Keystone)
12.01.22 - 18:00
Aggiornamento: 19:32
Ansa, a cura de laRegione

Passaporti ‘potenti’: la Svizzera è sesta

Henley & Partners, società di consulenza, mette in testa Giappone e Singapore, i cui cittadini hanno diritto a passaporti che aprono a 192 Paesi del mondo

Se la libertà di movimento, di viaggiare è segno di potenza e il passaporto un viatico per il Paese che lo emette, anche in questo campo si allarga il divario fra il Nord e il Sud del mondo. A farla da padrone sono i Paesi più ricchi, con in testa il Giappone e Singapore, i cui cittadini hanno diritto a passaporti che aprono le porte a ben 192 Paesi del mondo, secondo la classifica per il 2022 stilata dalla società di consulenza americana Henley & Partners, citata dalla Cnn, che si basa sui dati forniti dall’Associazione internazionale del Trasporto aereo (Iata). Una classifica che non tiene conto delle restrizioni pandemiche o di altre cause contingenti. Una classifica in cui in generale dominano i Paesi europei. In seconda posizione ci sono ex aequo Germania, primo fra i Paesi europei, e Corea del Sud (190 Paesi), mentre l’Italia si trova al terzo posto a pari merito con Finlandia, Lussemburgo, e Spagna (189). Seguono in quarta Austria, Danimarca, Francia, Paesi Bassi e Svezia (188), e così via. Per trovare gli Stati Uniti, bisogna scendere un po’, alla sesta posizione in classifica (187), dove sono appaiati a Belgio, Nuova Zelanda, Norvegia, Svizzera e Regno Unito. Poi continuano a esserci solo Paesi europei fino alla decina posizione e oltre, insieme all’Australia (settima posizione).

Il primo Paese dell’Europa orientale figura al decimo posto, con la Repubblica Ceca. Il “peggiore” passaporto da possedere è invece quello dell’Afghanistan, al 111esimo posto, che al momento lascia passare solo in 26 Paesi del mondo, 166 in meno di quelli ai quali ha accesso il cittadino giapponese. Perfino la Corea del Nord è messa meglio (104esimo posto, 39 destinazioni) dell’Afghanistan dei Talebani. Peggio del documento di espatrio emesso da Pyongyang sono quelli di Nepal e Territori palestinesi (posizione 105, 37 destinazioni), Somalia (106, 34), Yemen (107, 33), Pakistan (108, 31), Siria (109, 29) e Iraq (110, 28). Pandemia a parte, la libertà di movimento si è generalmente estesa negli ultimi due decenni: il Henley Passport Index rileva infatti che nel 2006 un viaggiatore medio poteva, in media, visitare solo 57 Paesi senza dover richiedere in anticipo un visto. Oggi ne può visitare alle stesse condizioni 107: quasi il doppio in 15 anni.

Ma questa è una libertà goduta, appunto dagli europei, dai nordamericani e dai cittadini dell’Asia più prospera. In media, un viaggiatore dell’Angola, del Camerun o del Laos può entrare senza visto preventivo solo in una cinquantina di Paesi. Secondo Christian H. Kaelin, presidente di Henley & Partners e creatore dell’indice, “i passaporti e i visti sono fra gli strumenti più importanti per incidere sull’ineguaglianza sociale nel mondo, perché determinano le opportunità di mobilità globale. I confini del Paese in cui siamo nati e i documenti ai quali siamo intitolati sono non meno arbitrari del colore della nostra pelle”. Gli stati più benestanti, conclude Kaelin, “dovrebbero incoraggiare una immigrazione positiva come sforzo per redistribuire e bilanciare le risorse umane e materiali a livello globale”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
classifica giappone passaporti singapore svizzera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Curiosità
Curiosità
15 ore
Recuperato e sedato il cinghiale ‘milanese’
L’animale è stato individuato in un tombino nella zona ovest della città, tra piazzale Tripoli e via Roncaglia
Curiosità
16 ore
Ore contate per il cinghiale in... villeggiatura a Milano
L’animale, che dai primi giorni d’agosto scorrazza per le strade del capoluogo lombardo, sarebbe stato individuato nelle fogne
Curiosità
4 gior
Sboccia la passione per i fiori nel piatto
Viola, rosa, begonia e molti altri fanno il loro profumato ingresso nel mondo della cucina: in dieci anni produzione cresciuta del 600%
Kenya
5 gior
Ex manager di Briatore eletto governatore di Kilifi
Gideon Mungaro, già sindaco di Malindi, era candidato alle elezioni generali per l’Orange Democratic Movement
Curiosità
6 gior
Sei anni per uno dei rapitori dei cani di Lady Gaga
La banda di cui era membro aveva assalito un dipendente della cantante sparandogli poi al petto
Curiosità
1 sett
Nuova Zelanda, ruba una statua e si tuffa nell’acqua gelida
Il sospettato si è gettato nel fiume seguito da un agente. Due giorni prima aveva sottratto l’opera che ritraeva il fisico nucleare Ernest Rutherford.
Curiosità
1 sett
Non fare niente, ma farlo bene: ecco il nuovo modello d’affari
Un giapponese ha trasformato la sua propensione a stare tranquillo in un mestiere
Curiosità
1 sett
Mucca scappa dal pascolo e si introduce in una mensa aziendale
È successo nel Canton Zurigo. Altri tre esemplari erano scappati. La polizia è riuscita, con l’aiuto del contadino, a scortare i bovini nel loro prato
Curiosità
1 sett
Lei lo lascia con una lettera, lui la brucia e causa un incendio
Accade in Israele. L’uomo ha dato fuoco alla lettera con cui la donna gli comunicava la fine della loro storia e l’ha gettata in un campo causando il rogo
Curiosità
2 sett
Condannato a 4 anni giovane che rubò i cani di Lady Gaga
La banda di cui faceva parte il 20enne aveva aggredito e sparato al dogsitter della star
© Regiopress, All rights reserved