laRegione
13.04.21 - 16:45
Aggiornamento: 17:48

Lasciate gli uccellini fuori dal nido: c'è chi pensa per loro

Al contrario di quel che si possa credere, continuano a essere nutriti e protetti dai loro genitori. Un errore raccoglierli, avvertono gli ornitologi.

Ats, a cura de laRegione
lasciate-gli-uccellini-fuori-dal-nido-c-e-chi-pensa-per-loro
Intervenire solo se si è sicuri che il giovane uccelletto si trova in pericolo o è veramente abbandonato

Molti giovani uccelli di questa stagione lasciano il nido anche se non possono ancora volare bene, ma non hanno bisogno del nostro aiuto. Sono infatti raramente abbandonati e continuano a essere nutriti e protetti dai loro genitori. Sarebbe quindi un errore raccoglierli. A ricordarlo è la Stazione ornitologica svizzera di Sempach (Lu), precisando che le probabilità di sopravvivenza di questi uccelletti sono drasticamente inferiori sotto la custodia dell'uomo e la loro rimessa in libertà è poi difficile. Al contrario di quanto si possa pensare, questi uccellini che svolazzano attorno in maniera insicura non sono né feriti né caduti dal nido, ma si tengono nascosti nei dintorni del loro nido dove continuano a venir nutriti dai genitori. Oltre a ciò bisogna anche considerare che l'avventurarsi di alcuni piccoli prima che possano volare bene riduce il rischio che un predatore li mangi tutti quando scopre il nido, aggiunge l'Istituto ornitologico svizzero.

In sostanza, si potrebbe intervenire solo se si è sicuri che il giovane uccelletto si trova in pericolo o è veramente abbandonato (nido distrutto, morte dei genitori). Se si trova su una strada o in un luogo esposto ai gatti o alle intemperie dovrebbe essere messo nella siepe o sull'albero più vicini. Se, da una distanza di almeno 50 m, si constata che per almeno un'ora il piccolo non viene nutrito dai genitori, si può prenderlo in custodia. La soluzione migliore è però di portarlo immediatamente per l'ulteriore assistenza in una stazione ufficiale di cura. Gli indirizzi sono ottenibili presso l'Associazione svizzera per la protezione degli uccelli Aspu/BirdLife Svizzera o la Stazione ornitologica.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Curiosità
Curiosità
1 gior
Il digestivo? Te lo porta Bella, il robot-cameriere
Un po’ attrazione e un po’ supporto al personale in carne e ossa. A Losanna a fare lo slalom tra i tavoli di un ristorante c’è anche lei
Curiosità
1 gior
Trent’anni racchiusi nello spazio di 160 caratteri
Il 3 dicembre 1992 veniva trasmesso il primo Sms della storia. Un servizio sempre memo utilizzato, ma che non dovrebbe sparire
Curiosità
2 gior
Anche quest’anno, è Whamageddon: in fuga da ‘Last Christmas’
È partita ieri la tradizionale ‘sfida’ social che consiste nell’evitare di ascoltare il celebre brano dei Wham per tutto il periodo natalizio
Curiosità
4 gior
Dal forno all’Unesco: la baguette Patrimonio dell’Umanità
Il celebre sfilatino francese, insieme alle competenze artigianali e la cultura a riguardo, è stato inserito nella lista del patrimonio immateriale
Video
Curiosità
1 sett
Madre Natura contro Babbo Natale: ‘Basta consumismo!’
Il servizio postale norvegese Posten ha pubblicato uno spot natalizio che evidenzia l’impatto della stagione dei regali sul cambiamento climatico
Video
Curiosità
1 sett
Mamma scimpanzé si ricongiunge al suo cucciolo
Il piccolo era stato isolato per problemi respiratori. Il video del primo abbraccio fra madre e figlio
Curiosità
1 sett
Scoperto il messaggio in bottiglia più antico del mondo
Il rinvenimento è avvenuto sotto il pavimento d’una casa scozzese. Il foglietto è datato 6 ottobre 1887
Curiosità
1 sett
Suor Cristina lascia la vita consacrata e continua con la musica
L’ex religiosa vinse The Voice Italia nel 2014. Ha duettato con artisti del calibro di Ricky Martin e Kylie Minogue.
Curiosità
2 sett
Cos’hanno in garage i calciatori? Dipende dal ruolo
Analizzate le preferenze di 305 giocatori di 45 Nazionali: gli attaccanti amano le auto veloci, robusti Suv per portieri e difensori
Curiosità
2 sett
Hanno Fifa dei gay? Un bacio in attesa del Qatar
Nuova provocatoria opera di Andrea Villa, lo street artist ribattezzato il Banksy torinese: protagonisti Thierry Henry e Cristiano Ronaldo
© Regiopress, All rights reserved