laRegione
Lugano
3
Friborgo
2
fine
(0-1 : 1-0 : 2-1)
Langnau
1
Zurigo
0
fine
(1-0 : 0-0 : 0-0)
Zugo
4
Bienne
1
fine
(1-0 : 2-1 : 1-0)
Ambrì
3
Losanna
0
fine
(1-0 : 1-0 : 1-0)
Davos
4
Lakers
2
fine
(0-0 : 3-0 : 1-2)
La Chaux de Fonds
3
Turgovia
2
fine
(0-0 : 1-0 : 2-2)
Olten
1
Ajoie
4
fine
(0-1 : 1-0 : 0-3)
Kloten
7
GCK Lions
2
fine
(3-0 : 4-1 : 0-1)
Ticino Rockets
0
Winterthur
5
fine
(0-1 : 0-3 : 0-1)
Langenthal
5
Visp
4
fine
(1-1 : 1-1 : 2-2 : 1-0)
Lugano
LNA
3 - 2
fine
0-1
1-0
2-1
Friborgo
0-1
1-0
2-1
 
 
10'
0-1 SPRUNGER
1-1 BERTAGGIA
38'
 
 
2-1 HOFFMAN
43'
 
 
 
 
47'
2-2 SPRUNGER
3-2 VAUCLAIR J.
52'
 
 
SPRUNGER 0-1 10'
38' 1-1 BERTAGGIA
43' 2-1 HOFFMAN
SPRUNGER 2-2 47'
52' 3-2 VAUCLAIR J.
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
Langnau
LNA
1 - 0
fine
1-0
0-0
0-0
Zurigo
1-0
0-0
0-0
1-0 GAGNON
18'
 
 
18' 1-0 GAGNON
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
Zugo
LNA
4 - 1
fine
1-0
2-1
1-0
Bienne
1-0
2-1
1-0
1-0 LAMMER
14'
 
 
2-0 EVERBERG
25'
 
 
3-0 SURI
34'
 
 
 
 
40'
3-1 EARL
4-1 ALBRECHT
58'
 
 
14' 1-0 LAMMER
25' 2-0 EVERBERG
34' 3-0 SURI
EARL 3-1 40'
58' 4-1 ALBRECHT
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
Ambrì
LNA
3 - 0
fine
1-0
1-0
1-0
Losanna
1-0
1-0
1-0
1-0 ROHRBACH
16'
 
 
2-0 FORA
27'
 
 
3-0 KUBALIK
59'
 
 
16' 1-0 ROHRBACH
27' 2-0 FORA
59' 3-0 KUBALIK
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
Davos
LNA
4 - 2
fine
0-0
3-0
1-2
Lakers
0-0
3-0
1-2
1-0 KUNDRATEK
23'
 
 
2-0 RODIN
28'
 
 
3-0 LINDGREN
35'
 
 
4-0 LINDGREN
41'
 
 
 
 
58'
4-1 KNELSEN
 
 
59'
4-2 KRISTO
23' 1-0 KUNDRATEK
28' 2-0 RODIN
35' 3-0 LINDGREN
41' 4-0 LINDGREN
KNELSEN 4-1 58'
KRISTO 4-2 59'
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
La Chaux de Fonds
LNB
3 - 2
fine
0-0
1-0
2-2
Turgovia
0-0
1-0
2-2
1-0 BONNET
30'
 
 
 
 
48'
1-1 LOOSLI
2-1 BONNET
51'
 
 
 
 
55'
2-2 WYDO
3-2 CARBIS
56'
 
 
30' 1-0 BONNET
LOOSLI 1-1 48'
51' 2-1 BONNET
WYDO 2-2 55'
56' 3-2 CARBIS
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
Olten
LNB
1 - 4
fine
0-1
1-0
0-3
Ajoie
0-1
1-0
0-3
 
 
2'
0-1 CASSERINI
1-1 CHIRIAEV
34'
 
 
 
 
44'
1-2 HAZEN
 
 
52'
1-3 PRIVET
 
 
59'
1-4 FROSSARD
CASSERINI 0-1 2'
34' 1-1 CHIRIAEV
HAZEN 1-2 44'
PRIVET 1-3 52'
FROSSARD 1-4 59'
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
Kloten
LNB
7 - 2
fine
3-0
4-1
0-1
GCK Lions
3-0
4-1
0-1
1-0 METTLER
3'
 
 
2-0 KINDSCHI
5'
 
 
3-0 LEMM
12'
 
 
4-0 MONNET
24'
 
 
5-0 KINDSCHI
25'
 
 
 
 
26'
5-1 LAZAREVS
6-1 STEINER
36'
 
 
7-1 WELTI
37'
 
 
 
 
53'
7-2 BRUNSCHWEILER
3' 1-0 METTLER
5' 2-0 KINDSCHI
12' 3-0 LEMM
24' 4-0 MONNET
25' 5-0 KINDSCHI
LAZAREVS 5-1 26'
36' 6-1 STEINER
37' 7-1 WELTI
BRUNSCHWEILER 7-2 53'
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
Ticino Rockets
LNB
0 - 5
fine
0-1
0-3
0-1
Winterthur
0-1
0-3
0-1
 
 
1'
0-1 GOMES
 
 
24'
0-2 HOMBERGER
 
 
32'
0-3 SCHERZ
 
 
35'
0-4 KOBACH
 
 
41'
0-5 MARTIKAINEN
GOMES 0-1 1'
HOMBERGER 0-2 24'
SCHERZ 0-3 32'
KOBACH 0-4 35'
MARTIKAINEN 0-5 41'
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
Langenthal
LNB
5 - 4
fine
1-1
1-1
2-2
1-0
Visp
1-1
1-1
2-2
1-0
 
 
13'
0-1 ACHERMANN
1-1 STERCHI
16'
 
 
2-1 WYSS
23'
 
 
 
 
29'
2-2 BRUGGER
 
 
42'
2-3 ALTORFER
 
 
48'
2-4 BURGENER
3-4 DAL PIAN
49'
 
 
4-4 ANDERSONS
52'
 
 
5-4 KUMMER
61'
 
 
ACHERMANN 0-1 13'
16' 1-1 STERCHI
23' 2-1 WYSS
BRUGGER 2-2 29'
ALTORFER 2-3 42'
BURGENER 2-4 48'
49' 3-4 DAL PIAN
52' 4-4 ANDERSONS
61' 5-4 KUMMER
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 22:35
Keystone
Curiosità
25.01.18 - 22:480

Oprah: 'La presidenza non mi interessa'

La corsa alla Casa Bianca, negli Stati Uniti, non vedrà protagonista la star del piccolo e grande schermo

Il presidente americano Donald Trump aveva visto lungo: "Oprah Winfrey la conosco bene, non correrà per la Casa Bianca". E in effetti quello della regina dei media americani è stato un fuoco di paglia durato l’arco di un paio di settimane, da quando il suo ispirato intervento dal palco dei Golden Globes apparve a molti la bozza di un manifesto politico, primo passo per una sua discesa in campo.

Fu la stessa Winfrey ad assecondare le suggestioni rimbalzate immediatamente sui media americani. E ora è sempre lei, star assoluta del piccolo e grande schermo, oltre che ricchissima imprenditrice, a chiudere la porta ad ogni aspirazione presidenziale: "Non è una cosa che mi interessa. Non ho il Dna per farlo", ha confessato in un’intervista al magazine InStyle. E seppure avesse mai coltivato davvero l’ambizione di una nuova affascinante avventura, a farle cambiare idea sarà stata la freddezza di gran parte dell’establishment democratico, per nulla entusiasta di andare alla sfida con Trump con un altro candidato che non viene dalla politica. E poco importa se gli ultimi sondaggi danno la popolarissima Oprah ampiamente vincente in un ipotetico duello col tycoon.

Dunque, è stata solo una suggestione. Come una suggestione rischia di essere quella di una possibile candidatura di Michelle Obama, 54 anni, sempre seccamente smentita dalla ex first lady, o quella di un altro nome femminile di grande appeal, Caroline Kennedy, 60 anni, ex ambasciatrice in Giappone e figlia di John e Jacqueline Kennedy. Nel tentativo di rilanciare la sfida della prima donna presidente persa da Hillary Clinton più concreta appare la possibilità di una candidatura di Kamala Harris, 53 anni, senatrice californiana di origini indiane e figura emergente nel partito democratico, molto vicina all’ex presidente Usa Barack Obama. Sul fronte liberal, invece, circola sempre il nome di Elizabeth Warren, 68 anni, anche lei senatrice e vicina a Bernie Sanders, nota per le sue battaglie contro gli abusi di Wall Street.

Le previsioni in vista della campagna elettorale democratica, – che partirà nel 2019 e culminerà nelle primarie della prima meta’ del 2020 – sono quelle di una ’panchina molto lunga’ come poche volte nella storia americana. Tutti a caccia del trofeo più ambito, la testa di Donald Trump. John Messina, responsabile della campagna di Obama nel 2012, ha raccontato di avere avuto giorni fa un incontro con almeno 16 possibili candidati, senza fare i nomi. Il più caldo al momento è quello dell’ex vicepresidente Joe Biden, 75 anni, che stando ai sondaggi travolgerebbe l’attuale inquilino della Casa Bianca. Ma si parla insistentemente anche di altri ’obamiani’ di ferro, come l’ex segretario di stato John Kerry, 74 anni, o l’ex ministro della giustizia Eric Holder, afroamericano di 67 anni.

Ci sono poi i leader del partito dei sindaci anti-Trump guidato dal newyorchese Bill De Blasio, 56 anni, e dal primo cittadino di Los Angelse Eric Garcetti, 46 anni, entrambe di origini italiane. Tutte voci e supposizioni. Ma il primo nome ufficiale già c’è: è quello del deputato John Delaney, 54 anni del Maryland, che ha annunciato la sua corsa lo scorso luglio. Con scarse chance di arrivare da qualche parte.

Tags
john
oprah
obama
casa
casa bianca
nome
presidente
trump
bianca
TOP NEWS Curiosità
© Regiopress, All rights reserved