laRegione
test drive
21.10.22 - 07:00

Mazda MX-5 S-G 184, anima pura senza tempo

Sempre classica per carattere e ispirazione, moderna nei contenuti e nelle tecnologie, risveglia a ogni istante il piacere di guida più autentico

di AS
mazda-mx-5-s-g-184-anima-pura-senza-tempo
Linee classiche da roadster due posti, ma con stile contemporaneo specie nel frontale: la MX-5 ha sempre gran fascino e suggerisce voglia di guidare
+2

Oltre 1,1 milioni di esemplari venduti attraverso quattro generazioni: la MX-5 fa parte della storia dell’automobile, oltre a consolidare di stagione in stagione il suo "status" di autentica ambasciatrice della piccola ma tenace marca giapponese. Già ritoccata nel 2018, a sette anni dal lancio dell’ultima e attuale evoluzione – anche in variante RF con tetto rigido retraibile –, a inizio stagione la scattante due posti ha ricevuto ulteriori attenzioni anche tecniche. Ma non passa inosservata la stessa, elegante livrea dell’allestimento speciale Prestige, oggetto della nostra prova: la carrozzeria in tinta Platinum Quartz viene abbinata alla capote in tessuto multistrato in blu insieme con interni valorizzati dalle sellerie in pelle nappa Terracotta traforata (le foto qui pubblicate ritraggono una versione "normale").

Tecnicamente, confermata la meccanica con al vertice il due litri benzina aspirato Skyactiv-G, la sportiva giapponese guadagna il sistema di stabilizzazione attiva KPC (Kinematic Posture Control), che agisce in tempo reale sulle singole ruote del treno posteriore per stabilizzare ulteriormente l’auto in condizioni di marcia impegnata: vengono assicurati minor rollio e superiore precisione nella percorrenza di curva quando si spinge con decisione, senza alterare i caratteristici movimenti del corpo vettura che contribuiscono alla sensazione di controllo diretto. Sempre presente il differenziale autobloccante, per valorizzare il lavoro della classica trazione posteriore.

Ritrovarsi al volante della MX-5, tra l’altro tornata ben al di sotto dei quattro metri di lunghezza in quest’ultimo sviluppo (3,92 m), lascia subito spazio al sorriso. In auto si scende, data la sistemazione così bassa della seduta, ritrovandosi nella più classica postura da spider senza tempo con gambe e braccia discretamente distese ma con comandi tutti ben accessibili. Primi chilometri e prime impressioni: la vettura appare più matura, digerisce meglio dossi e compressioni, tende a muoversi un po’ meno attorno al suo asse risultando più docile quando si effettuano trasferimenti di carico particolarmente bruschi, come può accadere di curva in curva facendosi portare dall’entusiasmo. È in effetti una spider che comunica molto e che dunque enfatizza sempre la sensazione di velocità, attraverso rollio e beccheggio evidenti ma innocui; vanta cambi di direzione e appoggi in curva lestissimi, suggerendo sempre di andare più rapidamente e più vicino al limite di quanto non ci si trovi in realtà. Sensazione che ha il pregio "educativo" di indurre in maniera naturale il conducente a trattare il mezzo con dovuto rispetto e progressione. La MX-5 due litri non mette in ogni caso mai realmente in difficoltà; gli stessi traversi di potenza sono difficili da ottenere senza metterci gran malizia, eventuali scodate sono prevedibili e recuperabili con facilità.

Il cambio è semplicemente fantastico, senza fatica il miglior manuale in circolazione assieme alle unità Porsche, i passaggi di marcia sono quasi "liquidi" per rapidità (la corsa della leva è minima) e fluidità, viene automatico fare quasi sempre la doppietta. Con rapporti dalla seconda alla quinta ben ravvicinati per sfruttare sempre appieno la potenza del motore, a sua volta coinvolgente per sonorità metallica agli alti regimi così come nel borbottio ai bassi. Coppia e potenza non esuberanti non sono qui mai un problema, grazie alla notevole leggerezza della vettura: che oltre a essere brillante in scatto frena pure bene. Consumando poco meno di 7 l/100 km in media reale. Nel quotidiano le tecnologie di bordo sono funzionali (ausili di base completi, manca solo il regolatore adattivo; schermo centrale da 7" con connettività completa), mentre il bagagliaio ridotto in volume invoglia per ironia a un "sano" minimalismo. Unico limite ai viaggi di distanza è una certa rumorosità che filtra dalla capote (si apre e si chiude a mano in una manciata di secondi), ma è un prezzo che in questo caso si paga volentieri.

Scheda Tecnica

ModelloMazda MX-5 Roadster
VersioneSkyactiv-G 184 Prestige
Motore4 cilindri, 2.0 litri, benzina aspirato
Potenza, coppia184 cv, 205 Nm
TrazioneTrazione
CambioManuale a 6 rapporti
Massa a vuoto1’100 kg
0-100 km/h6,5 secondi
Velocità massima219 km/h
Consumo medio6,9 l/100 km (omologato)
Prezzo43’200 CHF

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Auto e moto
Auto e moto
1 sett
Ford Ranger StormTrak, tuttofare di sostanza
L’allestimento speciale aggiunge un’iniezione di look e versatilità al solido pick-up di partenza. Capace di prestazioni convincenti a tutto campo
Auto e moto
3 sett
Citroën ë-Berlingo, la praticità si elettrifica
Compatta fuori e praticissima dentro, è silenziosa e molto comoda, mentre l’autonomia…
Auto e moto
3 sett
Ford Grand Tourneo Connect, spazio a volontà
Il nuovo multispazio a passo lungo accoglie fino a sette passeggeri con ampie possibilità di configurazione. La guida è sincera, briosa e piacevole
Auto e moto
3 sett
Skoda Karoq, solida compagna di viaggio
Aggiornata senza rivoluzioni, conferma le doti di equilibrio, versatilità e comfort, insieme a contenuti di sostanza. Incluso l’ottimo 2.0 TDI.
Auto e moto
1 mese
Honda Civic e:HEV, convincente e amabile
Tutta nuova, presenta forme più slanciate e una meccanica ibrida a elettrificazione prevalente: è solida nelle prestazioni e godibile al volante
Auto e moto
1 mese
Kia Sportage PHEV, brillante e godibile
La batteria ricaricabile aggiunge ‘peso’ alla meccanica ibrida, dal comportamento omogeneo, reattivo e rilassante. Di qualità comfort e accoglienza
Auto e moto
1 mese
C 63 S E Performance, AMG ‘cattiva’ ma vellutata
L’ibrido di punta derivato dalla massima formula assicura prestazioni fuori dell’ordinario, insieme a trattabilità e versatilità in pari misura.
Auto e moto
1 mese
BMW 840d Gran Coupé: per viaggiare e per guidare
La grande berlina sportiva sfoggia un restyling moderato, che ne ravviva le notevoli qualità stradali: conserva un comfort raffinato
Auto e moto
1 mese
La nuova Honda Hornet cambia radicalmente
A distanza di quasi dieci anni in casa Honda ritorna la CB750 Hornet, ora monta un bicilindrico in linea. L’abbiamo provata per voi
Auto e moto
2 mesi
Novità salone di Milano
Vi sveliamo sinteticamente le principali per il 2023
© Regiopress, All rights reserved