laRegione
09.07.22 - 05:00

Mercedes EQE, silenzio e dinamismo sul velluto

Berlina generosa nell’accoglienza, ma dal design levigato stile coupé, offre un’esperienza elettrica di prim’ordine per comfort, guida ed autonomia.

di AS
mercedes-eqe-silenzio-e-dinamismo-sul-velluto
Il passo generoso, gli sbalzi ridotti e le linee sinuose rendono molto filante la EQE. La calandra è sigillata, come su tutte le elettriche della Casa

Secondo modello dopo l’ammiraglia "S" a sfruttare il nuovo pianale Eva2 sviluppato da Mercedes per le proprie auto alte di gamma con propulsione a corrente, la EQE si fa ammirare sotto ogni punto di vista: seduce nel design e nell’innovativa accoglienza di bordo, coccola i passeggeri attraverso comfort e dinamica di marcia di gran pregio. Il design è particolare, dato che riserva una porzione più generosa alla zona dell’abitacolo. Per questo, il passo si spinge oltre i tre metri (3,12 m), puntando sui benefici della sterzata integrale – che agisce in controfase a bassa andatura – per offrire un’elevata agilità di manovra.

Gli sbalzi sono conseguentemente ridotti, mentre il profilo arrotondato e sinuoso, quasi da coupé, arriva a minimizzare il volume di coda. Risulta compatta la stessa zona del frontale, anche se qui colpo d’occhio e "presenza" sono accentuati dalla mascherina chiusa con superficie liscia e lucida. Anche dal vero, come constatiamo in questa prima presa di contatto, la berlina tedesca elettrica suggerisce plasticità unita a una sensazione di compattezza, mentre metro alla mano gli ingombri sono in realtà ben generosi: la lunghezza tocca quota 4,95 m, la larghezza si spinge fino a 1,96 m.

La struttura costruttiva della EQE ruota attorno al posizionamento ideale della grande batteria, che occupa la superficie inferiore dell’intero pianale tra gli assali; vanta una capienza di ben 90,56 kWh per tutte le varianti di potenza e accetta la ricarica rapida su colonnine ad alta potenza fino a 170 kW. Con questa soluzione il ripristino dal 10% all’80% della capacità richiede 32 minuti, mentre su postazione a corrente alternata a 11 kW servono 8,25 ore per toccare il 100% della disponibilità. L’autonomia dichiarata è rilevante, in special misura per la 350+ da 292 cv e 565 Nm con trazione posteriore che costituisce la motorizzazione di ingresso in gamma: la Casa dichiara fino a 654 km. L’altra versione già disponibile è la prestante AMG 43 4Matic, che aggiunge un secondo motore elettrico sull’asse anteriore realizzando la trazione integrale elettrica; in questo caso le prestazioni salgono a 476 cv e 860 Nm, con scatto da 0 a 100 km/h in appena 4,2 secondi contro i 6,4 secondi necessari alla 350+. Più avanti sono previste ulteriori combinazioni di potenza e trazione a completamento dell’offerta.

Ma va detto che la stessa 350+ a disposizione per questa prima prova si è rivelata decisamente performante, pienamente all’altezza della sua vocazione di berlina sportiva da viaggio. Non soltanto grazie alle capacità davvero "robuste" di variare rapidamente l’andatura – quasi sempre basta assai meno di metà acceleratore per trovarsi subito a velocità ben superiori –, quanto per l’eccellenza di equilibrio tra comfort e atmosfera ovattata e qualità di controllo della vettura. Nonostante un assorbimento vellutato di ogni imperfezione il rollio resta infatti minimo, con una sterzata agile, molto precisa e sensibile (lo stesso volante è di diametro ridotto) insieme a una tenuta laterale granitica: tra autostrada e valichi montani, si attraversano intere regioni senza alcuna sensazione di stanchezza.

Gioca un ruolo di centro l’eccellente accoglienza di bordo, dal colpo d’occhio spettacolare grazie ai grandi schermi (cruscotto e grande "tablet" centrale verticale) "appoggiati" sulla superficie inclinata della plancia, rivestita in legno o altri materiali pregiati a scelta. E per gli incontentabili della multimedialità più spinta, la soluzione Hyperscreen – solo sulle versioni più performanti – aggiunge un terzo schermo Oled dedicato al passeggero anteriore; in questo caso, l’intera superficie della plancia è coperta in vetro, offrendo un’autentica immersione digitale. Anche con lo schermo standard, i vari comandi risultano comunque intuitivi e facilmente accessibili da subito, senza ad esempio dover navigare tra complicati sottomenu. Libertà di movimento ed ergonomia di seduta toccano l’eccellenza su entrambe le file di sedili; tuttavia, per i bagagli ci si deve accontentare del vano da 430 litri.

Scheda Tecnica

MotoriUnità elettriche sincrone a magneti permanenti
Potenzada 292 a 476 cavalli
TrazionePosteriore o integrale
CambioAutomatico a un rapporto
Consumida 20,4-23,5 kWh/100 km (omologato)
Prezzoda 84’300 CHF

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Auto e moto
test drive
1 sett
Ford Focus ST, mordente e divertente
Versione di punta a trazione anteriore, garantisce grinta e piacere nella guida più spinta, senza rinunciare al comfort
Auto e moto
4 sett
Bmw i4 eDrive40, ama curve e viaggi
La ricercata berlina-coupé elettrica offre eccellenti doti dinamiche che permettono una guida sensibile e godibile. Generosa l’autonomia
Auto e moto
1 mese
Seat Ibiza 1.5 TSI FR, agile e vivace
Ritoccata negli interni e nella dotazione tecnologica, si fa apprezzare per la guida rotonda e piuttosto sensibile. Con 1.5 turbo capace ed elastico
Auto e moto
1 mese
Yamaha R1, dalla strada al circuito con naturalezza
La R1 è una supersportiva fra le più godibili su strada e allo stesso tempo garantisce prestazioni da riferimento in pista
TEST DRIVE
1 mese
BMW iX xDrive50, viaggiatrice di sostanza
Potente, reattiva e dinamica da condurre, offre tuttavia il meglio di sé per comfort ed accoglienza. Con l’aggiunta di un’autonomia rilevante
TEST DRIVE
1 mese
Opel Grandland Hybrid4, solida a tutto tondo
Aggiornata con efficacia nello stile e nei contenuti, conferma le qualità della meccanica ibrida ricaricabile. Con guida confortevole e reattiva
TEST DRIVE
1 mese
‘Over the top’: Porsche Taycan Turbo S ST
Potentissima, dinamica e coinvolgente come poche, valorizza il design più familiare dando origine a una ‘shooting-brake‘ elettrica d’eccezione
TEST DRIVE
1 mese
Toyota Aygo X, crossover tascabile
L’ex compatta da città si è trasformata in ‘mini’ Suv stradale, con contenuti tecnologici di rilievo. La guida è agile, i consumi sempre ridotti
primo contatto
2 mesi
Nissan Juke Hybrid, punta sui modi gentili
La versione ibrida dell’esuberante crossover-coupé permette una buona economia d’uso con una guida soprattutto agile, fluida e docile
primo contetto
2 mesi
Mercedes EQB, sposa silenzio e famiglia
Il Suv intermedio elettrico offre l’accoglienza più ampia e flessibile con ingombri contenuti
© Regiopress, All rights reserved