laRegione
02.07.22 - 05:30

Hyundai Ioniq 5 4WD, brillante senza compromessi

La versione di punta spicca per reattività, confermando comfort e autonomia

di AS
hyundai-ioniq-5-4wd-brillante-senza-compromessi
Si fa notare: la Ioniq 5 porta in dote linee decise e scolpite, combinate a sbalzi ridotti e passo allungato. La lunghezza raggiunge 4,64 metri
+1

Integrale e con una "marcia in più" grazie alla potenza sensibilmente accresciuta, con una libertà di azione che risente in maniera appena marginale delle prestazioni in crescita: l’avveniristica Ioniq 5 nell’allestimento di vertice è ben apprezzabile, aggiungendo alle già solide doti del modello tutta la carica dei suoi oltre trecento cavalli con doppia motorizzazione elettrica. Esteticamente non vi è differenza rispetto alle altre varianti, mentre la parte tecnica vede per l’appunto l’aggiunta di una seconda unità a corrente cui è affidata la spinta sulle ruote anteriori, in combinazione alla trazione posteriore "standard" su tutte; restano comuni anche la batteria al litio ad alta capacità disposta sul pianale, 77,4 kWh nominali, nonché il cambio automatico a rapporto unico.

Tanta vivacità in più si fa subito notare, al volante, al primo scatto appena più deciso rispetto al "velo di gas" che normalmente è più che sufficiente per avanzare nel traffico. Eppure, la 4WD a due motori non cambia carattere, che rimane principalmente votato a equilibrio e rilassatezza di marcia: la Ioniq 5 resta dunque fedele alla sua "missione" di crossover da famiglia, seppur contraddistinta da un design molto moderno e appagante sul piano della suggestione dinamica. Forte di sbalzi particolarmente ridotti a fronte di un passo al contrario ben generoso, combinati al parabrezza avanzato con zona abitacolo estesa: costruzione resa possibile dall’impiego dello specifico pianale E-GMP concepito per le applicazioni a corrente elettrica.

A bordo non manca in ogni caso anche la modalità di marcia più dinamica, che aggiunge un po’ più di controllo alla vettura per affrontare con maggior naturalezza le curve quando si guida di buon passo. Lo sterzo non offre tuttavia una gran sensibilità e il peso è avvertibile nei cambi di direzione, facendo comunque preferire le andature composte, seppur brillanti. Sorpassi e riprese sono naturalmente vivacissimi senza alcuna fatica: anche solo per questo, la maggior potenza assicura un "plus" di sicurezza attiva sempre apprezzabile, oltre alla versatilità della distribuzione della spinta su tutte e quattro le ruote. Sul piano dell’autonomia, con le ruote da 20" come sul ricco esemplare in prova la Casa dichiara fino a 454 km di percorrenza possibili su singola carica, che nell’impiego reale si traducono in circa 350 km su percorsi di varia natura e senza prestare troppa attenzione all’economia di marcia. Molto curato e versatile lo stesso ripristino della carica, anche grazie alla tecnologia a 800 Volt dell’accumulatore. La ricarica su colonnine ad alta potenza è possibile fino a ben 350 kW, in questo caso permettendo il "pieno" elettrico fino all’80% in appena 18 minuti; la Ioniq 5 può inoltre fungere da distributore di corrente alternata (sistema V2L, Vehicle to Load), sia per alimentare apparecchi a 230V sia eventualmente per cedere energia ad altri mezzi elettrici.

Molto suggestivo, ma al tempo stesso altrettanto funzionale, l’abitacolo. La plancia vanta anche qui un design piuttosto avveniristico, con tutti i comandi e controlli sostanzialmente raggruppati sui due schermi affiancati da 12,3" ciascuno a loro volta apparentemente fluttuanti sul bordo della plancia minimalista. Le varie funzionalità sono accessibili in modo piuttosto intuitivo, mentre le regolazioni della climatizzazione indipendenti, più convenzionali, contribuiscono alla razionalità di impiego. Quasi nascosta sul piantone dello sterzo, di contro, la leva per comandare il cambio. Particolare anche lo spazio libero tra le due poltrone anteriori, nella zona più bassa: il tunnel centrale è infatti scorrevole verso la zona posteriore, alloggiando comunque diversi vani portaoggetti oltre ad altre dotazioni. Le sedute anteriori sono molto ampie e confortevoli, complete di ventilazione e di supporto inferiore estensibile tipo "chaise longue"; dietro spicca la notevole libertà di movimento per le gambe, a sua volta regolabile in profondità. Anche direttamente dal posto di guida, grazie ai comandi elettrici riportati sullo schienale interno del sedile anteriore lato passeggero. A dispetto della coda rastremata, il bagagliaio offre un volume convincente (527 litri), seppur in assenza del passaggio centrale per oggetti lunghi nel divano.

Scheda tecnica

ModelloHyundai Ioniq 5
VersioneVertex 4WD 77.4 kWh
MotoreDue unità elettriche a magnete permanente
Potenza, coppia325 cv, 605 Nm
TrazioneIntegrale
CambioAutomatico monomarcia
Massa a vuoto2’200 kg
0-100 km/h5,1 secondi
Velocità massima185 km/h
Consumo medio17,9-19,1 kWh/100 km (omologato)
Prezzo66’900 CHF

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Auto e moto
test drive
1 sett
Ford Focus ST, mordente e divertente
Versione di punta a trazione anteriore, garantisce grinta e piacere nella guida più spinta, senza rinunciare al comfort
Auto e moto
3 sett
Bmw i4 eDrive40, ama curve e viaggi
La ricercata berlina-coupé elettrica offre eccellenti doti dinamiche che permettono una guida sensibile e godibile. Generosa l’autonomia
Auto e moto
4 sett
Seat Ibiza 1.5 TSI FR, agile e vivace
Ritoccata negli interni e nella dotazione tecnologica, si fa apprezzare per la guida rotonda e piuttosto sensibile. Con 1.5 turbo capace ed elastico
Auto e moto
1 mese
Yamaha R1, dalla strada al circuito con naturalezza
La R1 è una supersportiva fra le più godibili su strada e allo stesso tempo garantisce prestazioni da riferimento in pista
TEST DRIVE
1 mese
BMW iX xDrive50, viaggiatrice di sostanza
Potente, reattiva e dinamica da condurre, offre tuttavia il meglio di sé per comfort ed accoglienza. Con l’aggiunta di un’autonomia rilevante
TEST DRIVE
1 mese
Opel Grandland Hybrid4, solida a tutto tondo
Aggiornata con efficacia nello stile e nei contenuti, conferma le qualità della meccanica ibrida ricaricabile. Con guida confortevole e reattiva
TEST DRIVE
1 mese
‘Over the top’: Porsche Taycan Turbo S ST
Potentissima, dinamica e coinvolgente come poche, valorizza il design più familiare dando origine a una ‘shooting-brake‘ elettrica d’eccezione
TEST DRIVE
1 mese
Toyota Aygo X, crossover tascabile
L’ex compatta da città si è trasformata in ‘mini’ Suv stradale, con contenuti tecnologici di rilievo. La guida è agile, i consumi sempre ridotti
primo contatto
2 mesi
Nissan Juke Hybrid, punta sui modi gentili
La versione ibrida dell’esuberante crossover-coupé permette una buona economia d’uso con una guida soprattutto agile, fluida e docile
primo contetto
2 mesi
Mercedes EQB, sposa silenzio e famiglia
Il Suv intermedio elettrico offre l’accoglienza più ampia e flessibile con ingombri contenuti
© Regiopress, All rights reserved