laRegione
porsche-taycan-gts-sport-turismo-la-via-migliore
Il design fortemente sportivo conferisce un look affilato anche alla variante di carrozzeria Sport Turismo, con zona di coda più spaziosa.
+1
19.05.22 - 05:30

Porsche Taycan GTS Sport Turismo, la via migliore

Aumenta lo spazio a bordo, ma sportività e dinamismo restano d’eccezione

di AS

La Taycan, Porsche elettrica ad altissime prestazioni, si fa in tre. L’ultima nata, la Sport Turismo, propone infatti la "silhouette" nella veste più familiare, che dedica maggior spazio ai passeggeri posteriori e al bagaglio: l’auto presenta dunque la medesima conformazione di carrozzeria di tetto e coda già introdotta di recente dalla crossover Cross Turismo, ma adottando elementi stilistici e tecnici privi della caratterizzazione "off road". In questo modo, la marca tedesca dà così origine a un’ulteriore variante prettamente stradale che affianca la berlina. La GTS protagonista del test sfoggia poi una connotazione di allestimento che punta ad esaltare il dinamismo d’insieme; la conformazione più voluminosa della zona posteriore di coda appare particolarmente ben integrata alle forme affusolate esistenti, tanto più nella vista di lato dove lo slancio appare ben pronunciato insieme al forte effetto "presenza".

Anche grazie alla lunghezza di quasi cinque metri, combinata al generoso interasse di 2,90 m e all’altezza contenuta in appena 1,39 m. Grazie a questo sviluppo di carrozzeria, la zona posteriore presenta uno spazio in altezza superiore ai 45 mm per i passeggeri in seconda fila, in aggiunta ai 9 mm in più per la testa di cui godono conducente e passeggero anteriore, oltre a garantire una migliore accessibilità alla zona di carico. Tra le novità figura inoltre il grande tetto panoramico in cristallo con funzionalità Sunshine Control, l’oscuramento parziale o completo di tipo elettrico: permette di schermare i raggi del sole quando sono eccessivamente intensi senza togliere spazio impiegando una convenzionale copertura scorrevole aggiuntiva.

La dinamica di marcia, sopraffina, è del tutto simile a quella vantata dalle altre Taycan. La stessa massa assai generosa, 2,3 tonnellate, pare "scomparire" grazie a equilibrio dinamico, qualità del telaio e sopraffina taratura delle sospensioni, tutti aspetti che Porsche cura in modo particolare – per non dire maniacale – su ciascuno dei suoi modelli: in questo modo è possibile godere della miglior resa dinamica con tutto il sapore della forte sportività che distingue la produzione di Stoccarda. Sulla GTS, in particolare, sono presenti i due motori elettrici – uno per ciascun assale – con batteria di elevata capacità e trazione integrale elettronica, con un quadro prestazionale di assoluto rilievo anche per quanto concerne scatti e riprese. Al punto che le differenze rispetto alle soluzioni più potenti, francamente, diventano difficili da distinguere a "pelle": qui, occorre quasi un secondo in più per raggiungere i 100 km partendo da fermo rispetto alla Turbo S, ma si è pur sempre sotto ai quattro secondi e questo continua a tradursi in una sensazione forte, inebriante per la rapidità con la quale sale l’andatura e per la pressione esercitata dagli schienali nell’imprimere tanta spinta.

Tanto più godibile e perfettamente calibrabile tra le curve, che la GTS è capace di "divorare" su ritmi fuori dell’ordinario: agile più di quanto ci si aspetti, solidissima per motricità e tenuta, al punto da minimizzare i lievi movimenti supplementari indotti dalle coperture invernali presenti sull’auto di prova. Senza dimenticare le doti di precisione e sensibilità offerte dallo sterzo, così come le qualità proverbiali di rallentamento garantite dal granitico impianto frenante. E con un’autonomia di tutto rispetto: nell’utilizzo reale si coprono senza fatica 400 km con il "pieno" elettrico, mentre la ricarica rapida fino a 270 kW consente soste ridotte sfruttando le colonnine ad alta potenza.

Nella modalità di marcia normale, la Sport Turismo assicura anche un comfort di qualità: l’insonorizzazione eccellente è quasi scontata, tanto più su una vettura elettrica, ma anche il comparto sospensioni permette l’assorbimento progressivo delle asperità, pur lasciando avvertire con chiarezza l’impostazione sportiva di base. La sistemazione di bordo è avvolgente e ideale nella zona anteriore, confortevole anche sulla distanza sul divano posteriore: gli spazi non sono da "limousine", ma a bordo non ci si sente mai costretti nonostante il profilo coupé; piuttosto, ben integrati in un ambiente raffinato e su misura. Inclusa la possibilità di poter portare con sé un po’ più di bagaglio.

Scheda Tecnica

ModelloPorsche Taycan Sport Turismo
VersioneGTS
MotoreDue unità elettriche sincrone
Potenza, coppia517/598 cv, 850 Nm
TrazioneIntegrale
CambioAutomatico a due rapporti
Massa a vuoto2’310 kg (a secco)
0-100 km/h3,7 secondi
Velocità massima250 km/h
Consumo medio24,1-21,0 kWh/100 km (omologato)
Prezzo161’300 Chf

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
porsche taycan sport turismo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Auto e moto
© Regiopress, All rights reserved