laRegione
honda-nt1100-confortevole-compagna-di-viaggio
26.11.21 - 14:03

Honda NT1100, confortevole compagna di viaggio

Honda rilancia la nuova generazione Touring

di di Mario

L’arrivo della normativa EURO5 sulle emissioni ha avuto importanti influenze nei listini delle case motociclistiche. Molti modelli sono usciti di scena a causa dei propulsori non più di recente progettazione, quindi i costruttori hanno puntato maggiormente, in questi ultimi anni, sulla razionalizzazione dei motori. Anche la nuova NT1100 non fa eccezione sfruttando il cuore della CRF1100L Africa Twin come base di partenza.

Propulsore collaudato

Il motore, come accennato, è il bicilindrico in linea Unicam a otto valvole da 1’084 cc che già equipaggia la nuova Africa Twin. La potenza massima è di 102 cavalli a 7’250 giri e una coppia di 104 Nm a 6’250 giri. I consumi dichiarati sono di 20 km/l nel ciclo medio, la NT1100 garantisce quindi un’autonomia di 400 km grazie al serbatoio da 20 litri.

Ciclistica ridefinita

Il telaio a semi-doppia culla in acciaio deriva dalla piattaforma Africa Twin e monta sospensioni messe a punto per l’impiego principalmente stradale. Il forcellone è un bibraccio in lega di alluminio. La forcella Showa SFF-BP e l’ammortizzatore sono entrambi regolabili nel precarico molla e offrono escursioni ruota di 150 mm.

Elettronica completa

Il pacchetto elettronico dispone dell’acceleratore Ride By Wire, controllo di trazione e tre Riding Mode preimpostati per il propulsore (Tour, Urban e Rain) più altri due personalizzabili, compreso il controllo dell’impennata. La strumentazione prevede un Touch Screen TFT a colori da 6,5 pollici dotato di connettività Apple Carplay, Android auto e Bluetooth.

Il valore aggiunto del cambio DCT

Il bicilindrico della nuova NT porta in dote la possibilità di avere, oltre al cambio tradizionale manuale a 6 marce, la ormai collaudata trasmissione a doppia frizione a innesti automatici o manuali del sistema DCT. Due approcci di guida distinti: il cambio automatico, oppure il cambio manuale (MT) per inserire manualmente la marcia utilizzando le palette al manubrio sul blocchetto sinistro. È possibile scegliere tra due impostazioni del cambio automatico: Drive per una guida più rilassante e minori consumi, Sport per una risposta più reattiva del propulsore. La modalità Sport inoltre dispone di tre livelli già preimpostati.

Accessori di serie per una maggior praticità di viaggio

La praticità sulla NT è posta al primo posto grazie alle valigie laterali, alle manopole riscaldabili, al cavalletto centrale, al cruise control e alle prese USB e ACC: tutto di serie. Le luci sono full LED e con sistema DRL automatico e gli indicatori di direzione prevedono la disattivazione automatica e la funzione di lampeggio per la segnalazione della franata di emergenza. In opzione (non di serie) si può ordinare il baule posteriore che può contenere due caschi integrali.

In sella

La posizione di guida è molto comoda, il busto eretto, il manubrio largo, la sella confortevole e abbastanza stretta nella parte anteriore con un’altezza da terra contenuta permette veramente a tutti di appoggiare bene i piedi a terra. Nelle manovre da fermo mostra una buona praticità, pur non essendo leggerissima, il buon angolo di sterzo contribuisce a rendere più facile questo tipo di operazione. La sportività che caratterizza poco o tanto le concorrenti con caratteristiche simili (Yamaha Tracer9, Kawasaki Versys 1000 ecc…) lascia spazio alla NT a una maggiore attenzione per comodità e praticità. Nei tratti autostradali il comfort è di alto livello, il parabrezza regolabile e i deflettori laterali garantiscono un’ottima protezione dall’aria. Nella nostra prova abbiamo guidato prevalentemente con l’impostazione del propulsore su Tourer (a disposizione anche Urban e Rain), e con la mappatura Sport2 (disponibili anche Sport1 e Sport3) che a nostro parere è il compromesso ideale per tenere un passo più sportivo nei tratti tortuosi. Intendiamoci, la nuova NT1100 non è una sportiva, ma si disimpegna comunque bene anche su percorsi più guidati, sembrando più leggera del suo effettivo peso e garantendo una buona dose di divertimento. La mappa D (Drive) del cambio DCT, visto che dispone di meno freno motore e permette di contenere i consumi, la riteniamo più indicata per l’utilizzo urbano o per i tratti autostradali. Il motore (che già avevamo apprezzato nel test dell’Africa Twin) è brillante, soprattutto dai medi regimi a salire. Le sospensioni filtrano in modo impeccabile anche i fondi stradali più sconnessi, il cambio DCT contribuisce ulteriormente a innalzare il livello di comfort e fluidità di marcia sia per il conducente che indubbiamente anche per il passeggero. Le condizioni durante il nostro test non si sono rivelate delle migliori, soprattutto per il fondo stradale a tratti bagnato, sporco e scivoloso, la NT anche in quelle condizioni trasmette un buon feeling, soprattutto grazie ad un avantreno molto stabile e comunicativo e a un impianto frenante rassicurante, con una leva del freno ben modulabile in tutte le frenate e in condizioni non ottimali. Sostanzialmente la nuova NT1100 convince sotto tutti i punti di vista, ha tutto quello che serve a una vera Tourer, maneggevolezza nel traffico cittadino e versatilità anche per l’utilizzo quotidiano. Se vi piace intraprendere lunghi viaggi pure in coppia, allora avete trovato quello che cercate perché vi porterà a destinazione con un livello di comfort da riferimento.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
confrotevole honda
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Auto e moto
© Regiopress, All rights reserved