laRegione
porsche-taycan-turbo-cross-turismo
La linea della Cross Turismo riprende lo stile “shooting brake”, giardinetta dal taglio sportivo, combinato all’intonazione leggermente off-road
09.11.21 - 08:00

Porsche Taycan Turbo Cross Turismo

‘Esotica’, più spaziosa e versatile, conferma guida e prestazioni esuberanti

di AS

Senza dubbio la versione pratica ed eclettica della Taycan, la Cross Turismo, ha il pregio ulteriore di aggiungere un certo accento sulla marcia fuori dai terreni battuti, sotto forma non soltanto di intonazione stilistica ma anche sul piano più concreto della tecnica: le sospensioni pneumatiche regolabili sono all’occorrenza moderatamente rialzabili (+30 mm) per i passaggi sulle sconnessioni più marcate ed è presente la specifica modalità di marcia Gravel per affrontare fondi stradali naturali. Il tutto racchiuso in un look suggestivo, con i passaruota corredati di bordi antiurto in combinazione con gli inserti inferiori nei paraurti tipo alluminio, a sua volta ben armonizzati con le linee della vettura: un’affascinante “shooting brake”, station wagon dall’anima fortemente sportiva, con disegno inedito della coda grazie a tetto più rettilineo e portellone posteriore ingrato in armonia alle linee esistenti della Taycan berlina.

Esercizio riuscito ed apprezzabile, insomma, per la seconda variante della Porsche elettrica, soluzione forse ideale per apprezzare al meglio questa soluzione di mobilità. Ad alto potenziale dinamico, naturalmente, com’è tradizione della Casa di Stoccarda: a maggior ragione per la Turbo oggetto del test. Vettura capace di prestazioni già ben superiori alla media, non troppo lontane da quelle della Turbo S di vertice ma al tempo stesso con un budget inferiore combinato all’autonomia dichiarata più favorevole fra tutte e quattro le soluzioni di potenza, peraltro con differenze chilometriche piuttosto contenute. Ad ogni modo, per la Taycan Turbo in versione Cross sono annunciate percorrenze di 395-452 km: su percorso misto, in condizioni reali, non è difficile avvicinare il dato inferiore adottando una guida fluida. Per la rigenerazione sono disponibili diverse soluzioni, quella più rapida passando dalla rete Ionity che permette il passaggio 5-80% della batteria al litio da 93,4 kWh fino a quasi 23 minuti in condizioni ideali, grazie anche alla tecnologia della batteria a 800 V che permette potenze di immissione di corrente fino a 270 kW.

Al volante, la Turbo regala sensazioni incisive, per non dire forti, davvero non troppo distanti da quelle assicurate dalla propulsione al top di gamma. Anche qui, l’accelerazione da fermo è a dir poco esuberante nella spinta sul corpo contro lo schienale del sedile, con progressione alle andature superiori altrettanto “fuori misura” anche rispetto alla maggior parte delle auto sportive (da 0 a 200 km orari in soli 10,7 secondi): la Cross Turismo offre allunghi imperiosi tra le curve, tenuta elevatissima e precisione millimetrica, offrendo il meglio nel misto veloce ma non disdegnando i cambi di direzione nervosi del misto stretto. Dove si difende con grande compostezza e ottima reattività, quasi a dispetto delle dimensioni imponenti e della massa largamente superiore alle due tonnellate. La trazione integrale realizzata dai due motori elettrici indipendenti garantisce inoltre la migliore motricità con una reattività istantanea, mentre la frenata “da corsa” con l’impianto carboceramico e i movimenti davvero minimi del corpo vettura sono componenti di pari pregio nelle cristalline sensazioni di pilotaggio offerte da questa vettura.

La modalità di viaggio dinamica ma non esasperata è in ogni caso la condizione migliore per apprezzare tutta la qualità della Cross Turismo; reattiva quasi col pensiero – bastano tocchi vellutati sull’acceleratore per disimpegnarsi nella maggior parte delle situazioni –, con carattere convertibile da confortevole a grintoso in pochi istanti grazie alla rotella di controllo diretto sul volante. Silenziosità e buon assorbimento delle sospensioni sono altrettanto convincenti, mentre al capitolo abitabilità i passeggeri posteriori possono godere di un ambiente ben più arioso in altezza, con 47 mm in più sopra la testa rispetto alla carrozzeria berlina. L’ampio portellone permette inoltre di accedere con maggior facilità al vano di carico, dalla cubatura non esuberante ma in crescita: qui si hanno a disposizione 405/1’171 litri, cui si aggiungono gli 84 l aggiuntivi del vano sotto al cofano anteriore.

Scheda Tecnica

ModelloPorsche Taycan Cross Turismo
VersioneTurbo
MotoreDue unità elettriche sincrone
Potenza, coppia625/680 cv, 850 Nm
TrazioneIntegrale
CambioAutomatico a due rapporti
Massa a vuoto2’320 kg (a secco)
0-100 km/h3,3 secondi
Velocità massima250 km/h
Consumo medio25,9-22,6 kWh/100 km (omologato)
Prezzo186’700 Chf

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
porsche taycan turismo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Auto e moto
© Regiopress, All rights reserved