laRegione
il-domani-di-honda-si-parte-da-e
Levigata e minimalista, la Honda e ricorda vagamente un piccolo “ovetto”, dal look moderno e al tempo stesso vagamente retrò. La lunghezza sfiora i 3,90 metri
test drive
22.09.20 - 06:000

Il domani di Honda? Si parte da “e”

L’originale compatta elettrica colpisce per ricercatezze, tecnologia e digitalizzazione. Autonomia solo discreta

di AS

Look raffinato, retrò e minimalista, persino nella denominazione: l’essenza della inedita “e” parte dall’aspetto semplice e levigato, che la Casa definisce contemporaneo pur sembrando al tempo stesso suggerire alcuni spunti del passato con le sue curve gentili, i gruppi ottici rotondi e le superfici morbide e lineari. La ricercatezza d’insieme è invece sottolineata dai tanti dettagli tra cui le portiere posteriori ottimamente occultate tanto da far sembrare l’auto un’agile tre porte, con tanto di maniglie incassate nei montanti posteriori. Vettura da città, ma nemmeno troppo grazie ad una lunghezza contenuta ma non “essenziale” – si sfiorano i 3,90 metri –, la Honda elettrica sfoggia un comparto tecnologico di pari rilievo, sia meccanicamente sia sotto il profilo delle tecnologie di bordo disponibili. Inclusa l’avanzata serie di ausili attivi.

Il telaio è stato sviluppato specificamente e presenta la particolarità delle sospensioni indipendenti anche al retrotreno con la trazione sulle ruote posteriori, soluzione che contribuisce alla distribuzione dei pesi al 50-50% tra gli assali permettendo al tempo stesso un raggio di sterzo più accentuato: si inverte direzione in appena 8,6 metri, il che rende ogni manovra immediata. La batteria al litio, alloggiata sul fondo del pianale, offre una capacità adeguata alla missione dell’auto, vale a dire offrire brillantezza e comfort su percorrenze di raggio medio-corto: ha una capacità di 35,5 kWh che in condizioni ottimali arriva a poter garantire un’autonomia di 222 km, mentre optando per i cerchi da 17”, come sulla ricca Advance a disposizione per il test, la percorrenza dichiarata su singola ricarica scende a 215 km. Nella pratica, stante un consumo su ciclo misto indicato nel computer di bordo sui 18,4 kWh/100 km, si può godere di un margine realistico di azione attorno ai 170 km prima di dover collegarsi alla colonnina. Che peraltro obbliga ad una sosta piuttosto rapida su rete pubblica a 100 kW, solo 30 minuti per la rigenerazione all’80%.

Simpatica e originale da fuori, la Honda e è decisamente suggestiva una volta preso possesso dell’abitacolo: l’arredo è anticonvenzionale e sfrutta massicciamente la grafica digitale, con l’intera plancia verticale – corredata di una sorta di “mensola” a tutta larghezza con finitura tipo legno – pressoché integralmente occupata da svariati monitor a colori (ben cinque); il tunnel centrale è inoltre interrotto a livello della seduta delle poltrone, suggerendo un ulteriore tocco di originalità e accoglienza, comportando un senso di minor separazione tra i due passeggeri anteriori. A proposito di spazio: anche posteriormente l’accoglienza rimane godibile da parte di due adulti, che possono contare su una libertà di movimento del tutto adeguata anche in caso di utilizzo prolungato. Di contro, il vano di carico sconta in particolare un’altezza contenuta arrivando ad offrire una cubatura standard piuttosto limitata, 171 litri comunque sfruttabile anche in caso di “spesa” corposa. Elementi centrali della plancia sono i due schermi a sfioramento da ben 12,3” ciascuno, configurabili a piacimento, scambiabili nella visualizzazione con un semplice tocco, completi di numerose applicazioni native nonché utilizzabili a vettura ferma anche come visori di contenuti multimediali esterni (smartphone) tramite presa Hdmi. Si aggiungono inoltre il cruscotto anch’esso digitale e due ulteriori monitor con retrocamere esterne che sostituiscono gli specchi retrovisori classici, per i quali serve abituarsi all’uso dato che d’istinto si cerca l’immagine più esternamente nel proprio campo visivo.

Con 151 cavalli a disposizione per la versione di punta, la Honda e regala dinamicamente uno spunto molto consistente, che non scema anche oltrepassati i 100 km orari; resta in ogni caso avvertibile una certa inerzia dovuta alla massa, anche nei cambi di direzione; piacevoli invece l’assetto piatto ma mai troppo “sostenuto” e la presa salda al suolo con i cerchi maggiorati, che in ogni caso permettono di godersi anche la modalità di marcia più sportiva per qualche chilometro. Buona la silenziosità anche ad andatura autostradale, dove resta più che altro avvertibile il rombo sordo di rotolamento generato dalle grandi ruote.

Scheda tecnica

Modello Honda e
Versione Advance
Motore Elettrico trifase
Potenza, coppia 154 cv, 315 Nm
Trazione Posteriore
Cambio Automatico monomarcia
Massa a vuoto 1’542 kg
0-100 km/h 8,3 secondi
Velocità massima 145 km/h
Consumo medio 18 kWh/100 km (omologato)
Prezzo 43’100 Chf
TOP NEWS Auto e moto
Auto e moto
11 ore
Fascino e funzionalità per la Mercedes GLB 250
Compatta ma notevolmente versatile, offre tanto spazio insieme a un look stile Classe G
Auto e moto
4 gior
Wrangler Unlimited, l’icona Jeep si fa 4xe
In arrivo anche sull’immortale 4x4 americana la motorizzazione ibrida plug-in da 375 cv
Auto e moto
1 sett
Porsche Taycan, ecco gli aggiornamenti 2021
Diverse funzioni aggiuntive potranno essere abilitate da remoto; cresce in versatilità la ricarica
Auto e moto
1 sett
Suzuki Ignis, a prova di simpatia
Lievi ritocchi per la compatta da città e non solo. Elastico il 1.2 con sistema ibrido leggero
Auto e moto
1 sett
Honda Jazz 1.5 e:HEV, ibrida convincente
La nuova generazione della monospazio compatta brilla per spazio, versatilità e briosità
Auto e moto
2 sett
Cresce l’autonomia sul Mercedes eVito
Nuovi motori e variante elettrica con batteria maggiorata per la gamma commerciale leggera
test drive
2 sett
Suzuki Vitara 4x4 Hybrid, compatta ma capace
Trazione integrale, meccanica micro-ibrida e dotazione completa per questo Suv ‘tascabile’
Auto e moto
2 sett
Porsche Cayenne GTS, il ritorno del V8
L’allestimento sportivo di Casa aggiunge “sapore” grazie alla nuova unità, più potente e capace
NOVITÀ
2 sett
Mercedes Serie S, nuovamente al vertice
L’ultima evoluzione dell’ammiraglia punta a nuovi primati per tecnologie, sicurezza e accoglienza
Auto e moto
2 sett
Porsche 911 Targa 4S, magia senza tempo
La convertibile più classica incanta per il “sapore” speciale. Con guida sportiva d’eccezione
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile