laRegione
bmw-serie-3-touring-piacere-di-piacervi
Generosa negli ingombri, ma non eccessiva, la rinnovata Serie 3 Touring evolve con discrezione il suo stile immortale, combinazione certosina tra dinamismo, eleganza e “presenza”
Auto e moto
17.06.20 - 06:000

BMW Serie 3 Touring, piacere di piacervi

La nuova generazione sottolinea dinamismo e fruibilità. Con comfort e tecnologie da “grande”

di AS

Passano le mode e si aggiornano motorizzazioni e tecnologie, eppure la Serie 3 di classe intermedio-superiore resta tra i punti di riferimento: modello che storicamente fa segnare il passaggio nel novero delle “grandi” della marca bavarese, in grado di assicurare qualità di marcia, equilibrio e guidabilità di livello superiore pur restando confinato entro dimensioni – e prezzo, tutto sommato – ancora trattabili. La sesta generazione dell’apprezzata serie Touring, in particolare, non fa dunque che conservare le aspettative di evoluzione, senza stravolgimenti: le dimensioni sono ulteriormente ampliate, in particolare, avvicinando il modello anche sul piano degli ingombri alla più grande sorella Serie 5, in virtù di una lunghezza cresciuta fino agli attuali 4,71 metri. Rispetto alla generazione uscente, la nuova station wagon affina ulteriormente bilanciamento e qualità dinamiche nella guida sportiva più sensibile e attenta, mentre fa segnare miglioramenti più tangibili sul piano dell’ergonomia, delle tecnologie di bordo e della silenziosità di marcia, grazie a un comfort di notevole qualità che include l’adattabilità automatica di meccanica e smorzamento delle sospensioni alle più differenti condizioni stradali e di ritmo.

Nessuna sorpresa nel design, come sempre incisivo e dinamico nonostante la coda familiare; si avverte tangibile un generale, piacevole affinamento di forme e volumi ancor più armonizzati tra loro, per un insieme che incontestabilmente riesce a combinare la sportività con la necessaria razionalità della tipologia di carrozzeria. La coda è “rotonda” il giusto e presenta un aggraziato lunotto inclinato, dotato di apertura indipendente per accedere con maggior versatilità al vano di carico specie in spazi ristretti quando può risultare disagevole l’apertura completa del portellone. Lo spazio di carico migliora di qualcosa la cubatura rispetto al modello precedente, offrendo spazio più che sufficiente per i viaggi in equipaggio completo (500/1510 litri) con un volume molto ben curato sul piano di materiali e finiture, ma non solo: oltre alla possibilità di abbattere automaticamente le porzioni principali del divano posteriore, frazionato in tre parti con carico passante centrale, è possibile adottare le guide longitudinali sul pianale che permettono maggior scorrevolezza nel riporre gli oggetti, provvedendo in seguito al loro fissaggio più stabile una volta chiuso il comparto. Bassa la soglia di accesso, adatta a tutte le taglie.

La motorizzazione 330d con trasmissione automatica e trazione integrale xDrive, con distribuzione della coppia prevalente al retrotreno, completa al meglio la vettura garantendo buona economia di esercizio (percorrenza media del test attorno a 7 l/100 km) combinata alla grande spinta del turbodiesel di tre litri: degno completamento della versione dell’auto senza dubbio più indicata per goderne al massimo prestazioni e qualità dinamiche. Il sei cilindri in linea non ha bisogno di presentazioni: docile, fluido, davvero elastico e silenzioso, spinge sempre con progressione immediata ed è contraddistinto da tutto l’allungo che può servire anche nella conduzione più “ispirata”, forte non soltanto della robusta cavalleria (265 cv) ma in special modo dei 580 Nm di coppia costanti già da 1600 giri. Altrettanto impeccabili il consueto cambio automatico a otto rapporti così come la motricità, esemplare. La guida, specie con gommatura differenziata (leggermente più larga sull’asse posteriore), premia precisione e qualità di marcia: dal posto di guida il rollio appare pressoché inesistente, i passaggi di curva in curva sono rapidi e immediati e si può viaggiare su ritmi sostenuti con tocchi millimetrici sul volante, “avvertendo” via via l’impegno dell’auto nell’aderenza trasversale – anche grazie all’avantreno pronto e ben “caricato” – pur nell’ambito di una stabilità a tutta prova. Con assetto volendo sportivo a sufficienza, oltre che adattabile automaticamente, una silenziosità rimarchevole ed un abitacolo di notevole maturità per ergonomia, spazio su entrambe le file e dotazione tecnologica di elevata qualità ed efficienza superiore, tanto sul piano degli ausili attivi alla guida che per navigazione e infotainment.

Scheda tecnica

Modello BMW Serie 3 Touring
Versione 330d xDrive M Sport Steptronic
Motore 6 cilindri turbodiesel, 3.0 litri
Potenza, coppia 265 cv, 580 Nm
Trazione Integrale
Cambio Automatico a otto rapporti
Massa a vuoto 1’590 kg
0-100 km/h 5,4 secondi
Velocità massima 250 km/h
Consumo medio 5,6-5,4 l/100 km (omologato)
Prezzo 74'290 CHF
TOP NEWS Auto e moto
test drive
1 ora
Suzuki S-Cross 4x4 Hybrid, vince in elasticità
Crescono godibilità ed economia grazie al motore 1.4 Turbo con sistema ibrido leggero
NOVITÀ/COMUNICATO
3 ore
Mercedes-AMG GT Black Series: no limits
Al V8 AMG di serie più potente unisce numerose soluzioni racing per ‘volare’
test drive
1 gior
Il domani di Honda? Si parte da “e”
L’originale compatta elettrica colpisce per ricercatezze, tecnologia e digitalizzazione. Autonomia solo discreta
Auto e moto
4 gior
Perfetta compagna d’avventura
La prova di questa apprezzatissima motocicletta si è svolta sulle nostre strade casalinghe, riscoprendo percorsi e paesaggi in altri tempi dimenticati
TEST DRIVE
2 sett
Suzuki Swift Sport, con l’ibrido ci guadagna
La micro-elettrificazione a 48V aggiunge elasticità e relax alla vocazione dinamica di base
TEST DRIVE
2 sett
XCeed 1.6 CRDi MHEV, Kia ‘tutto in uno’
Crossover, turbodiesel e ibrida leggera, gioca le carte dell’accoglienza e dell’efficienza
comunicato
3 sett
Audi A6 Avant TFSI e, in arrivo la ibrida plug-in
Motore elettrico aggiuntivo e batteria ricaricabile permettono 367 cv e 51 km ad emissioni zero
novità
4 sett
Monte Carlo, fascino sportivo per la Skoda Kamiq
L’allestimento di punta aggiunge tono ed esclusività al compatto crossover a trazione anteriore
L'INTERVISTA
4 sett
Oliver Blume (Porsche): nel futuro con passione
Il CEO di Porsche illustra sviluppi e strategia del prestigioso marchio sportivo
NOVITÀ
1 mese
Nuova VW Arteon, ora anche Shooting Brake
Col restyling debutta anche l’accattivante variante wagon sportiva. 320 cavalli per la R di punta.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile