laRegione
Ingrandita negli ingombri, ma resa anche più leggera e aerodinamica, la X4 nuova generazione avvicina i volumi della X6
Auto e moto
12.02.19 - 14:340

BMW X4

Il Suv-coupé approda alla seconda generazione sulla scia della ‘cugina’ X3. È più grande e abitabile, senza rinunciare al caratteristico look di taglio fortemente sportivo. In prova la 30i xDrive da 252 cv, reattiva, regolare e versatile.

Nel design ricorda da vicino le forme conosciute – una X6 in formato ridotto –ma, al tempo stesso, mostra un’evoluzione decisa anche degli ingombri: la X4 seconda generazione garantisce ulteriore “presenza” con una lunghezza cresciuta di ben 81 mm (per 4,75 m complessivi) bilanciata dal passo incrementato di 54 mm con larghezza superiore di 37 mm (ben 1,92 m totali). L’insieme è dunque un po’ più imponente, combinando il consueto frontale espressivo alla coda che ora vede la targa posizionata in basso, sul paraurti. Come sulla rivale Mercedes GLC Coupé, alla quale pare ispirata direttamente, scegliendo, in questo modo, una soluzione vistosa ma anche un po’ meno personale che in passato. La X4 30i xDrive in prova mostra il consueto, deciso carattere BMW che permette di “respirare” il dinamismo della marca sin dai primi chilometri, persino in manovra o a bassa andatura, con le mani occupate dall’imbottitura spessa del volante sportivo e dalla sterzata dal peso sempre ben consistente. Doti apprezzabili per la sportività d’insieme ma, a dire il vero, talvolta anche meno rilassanti nelle comuni situazioni d’uso quotidiano.
Tra le curve è subito chiaro il valore intrinseco della dinamica di marcia BMW, sotto forma di movimenti di carrozzeria minimi, tanta motricità e capacità di accelerazione in uscita dalle volte più strette – il controllo di trazione talvolta è insolitamente un po’ invasivo, ma non è la regola – e consueta, elevata facilità nella guida molto rapida senza eccessi, con ben poca fatica da parte del conducente. Stante tra l’altro la buona precisione di avantreno e sterzata. Funzionale la selezione Adaptive dell’assetto, che adatta il molleggio seguendo le sollecitazioni cui è sottoposta la vettura. Le stesse prestazioni sono brillanti, anche se di suo il quattro cilindri manca di una sonorità realmente coinvolgente pur garantendo elasticità e bel “tiro” senza dover sfruttare troppo a fondo la meccanica. Eccellente la trasmissione automatica a otto rapporti, del tutto adattabile: da dolce a diretta e molto sportiva. Quanto ai consumi, nel corso del nostro test abbiamo registrato una media d’uso attorno ai 9 l/100 km.
Tecnicamente la nuova X4 pesa circa 50 kg in meno, dispone di sospensioni evolute e vanta un’aerodinamica più efficace, con Cx sceso a un valore di 0,30. L’allestimento M Sport, come quello provato, include un assetto di base più frenato combinato a sterzo sportivo e possibilità di impiegare ulteriori dotazioni tra cui impianto frenante potenziato e sospensioni adattive a risposta variabile. Sotto il cofano, la 30i sfrutta il due litri, quattro cilindri turbo benzina a iniezione diretta da 252 cv con sostanziosa coppia di 350 Nm costante tra 1’450 e 4’800 giri, mentre la trazione integrale xDrive evolve attraverso minor peso e maggior efficacia e rapidità di controllo nella ripartizione di coppia. Nonostante il look sportivo, per la sua coupé-sport più compatta la Casa annuncia caratteristiche interessanti anche nell’azione fuori dall’asfalto, tra cui altezza minima da terra di 204 mm, guado massimo di 50 cm e discreti angoli caratteristici nei confronti degli ostacoli accentuati.
Giocato sui toni sportivi M Sport, l’abitacolo offre un’accoglienza di grande qualità, combinata a uno spazio che non fa mancare nulla rispetto ad una X3 apparentemente più adatta all’impiego familiare. La posizione di guida è ben efficace e personalizzabile, aggiungendo in questo caso anche i controlli elettrici del contenimento laterale insieme agli altri, numerosi registri, per una postura di grande soddisfazione; rialzata e panoramica il giusto, 2 cm più in basso rispetto alla “cugina”. Altrettanto appaganti materiali e finiture. La strumentazione include un display digitale personalizzabile e uno schermo centrale a sfioramento fino a 10,25”, comandabile anche con il rotore centrale tra i sedili. Dietro, la libertà di movimento è a tutta prova ma serve un po’ di attenzione accedendo al divano, per via del padiglione del tetto più discendente. Presenti inoltre climatizzazione posteriore dedicata e bracciolo centrale abbattibile con passaggio per oggetti lunghi, a completamento di un vano di carico molto capiente (525/1’430 litri) e altrettanto ben attrezzato.

Scheda Tecnica

Modello BMW X4
Versione 30i xDrive M Sport Steptronic
Motore 4 cilindri, benzina turbo, 2.0 litri
Potenza, coppia 252 cv, 3500 Nm
Trazione integrale
Cambio automatico
Massa a vuoto 1’795 kg
0-100 km/h 6,3 secondi
Velocità massima 240 km/h
Consumomedio 7,2-7,3 l/100 km (omologato)
Prezzo 71’890 Chf
La compri se… ricerchi la sportività della marca bavarese, design incluso,
anche in un Suv familiare.
Comunque spazioso.
Tags
x4
bmw
30i
mm
po
cv
30i xdrive
bmw x4
sport
cilindri
TOP NEWS Auto e moto
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile