laRegione
Linea quasi monovolume per la Zoe: l’abitacolo è rialzato per lasciare spazio, sotto al pianale, alla generosa batteria da 41 kWh
Auto e moto
28.05.18 - 07:000

Renault Zoe

Simpatica, accogliente e diver­tente da guidare, la compatta elettrica con batteria potenziata arriva ad offrire un’autonomia di ampio raggio adatta anche a trasferimenti di una certa distanza. Restano ancora elevati i costi di acquisto.

È ormai stabilmente sul mercato, ma la Zoe pare maturare di stagione in stagione. L’offerta in termini di allestimenti si è allargata, mentre sul piano tecnico il salto di qualità si è avuto con l’introduzione della batteria maggiorata Z.E. 40 che ha permesso pressoché di raddoppiare l’autonomia. Più di recente ancora, infine, al motore elettrico standard da una novantina di cavalli si è aggiunta l’offerta di quello potenziato a 108 cv, dedicato agli “indomabili” dello scatto, arrivando a limare quasi due secondi nel classico traguardo dei 100 km/h da fermo. Eppure, di potenza in più, al volante della Zoe non si sente granché la mancanza, anche utilizzando l’unità standard: fino a 70-80 km/h, l’accelerazione è vivace e brillante per tenere il passo delle auto “normali”, se non anche per superarle, mentre la reattività del motore elettrico e la sua coppia istantanea invitano di continuo ad affondare il gas, contribuendo così alla particolare sensazione di trovarsi a bordo di un agile “folletto” della strada, vivace ma anche rilassante.
Dna dunque sbarazzino per questa vettura prevalentemente da città. Ma non soltanto, in verità, poiché nella guida su percorso variegato siamo riusciti a registrare senza fatica autonomie reali di 270-280 km; perfettamente adatte, perciò, sia ad un trasferimento in giornata di un chilometraggio già sostenuto, con possibilità di ricarica al termine, sia di un impiego su più giorni – potenzialmente anche la settimana lavorativa – senza dover passare dalla presa di corrente. A proposito di ricarica: la batteria potenziata, da ben 41 kWh di capacità, richiede un tempo esteso di collegamento alla presa di casa, fino a 16 ore. È tuttavia disponibile il caricabatterie rapido – richiede un wallbox o il collegamento alle prese pubbliche più potenti – che in queste condizioni permette di scendere fino a 2 ore e 40 minuti per il 100% di carica (1 ora e 45 minuti per l’80% di capacità). Valutando l’acquisto della Zoe, va però tenuto conto dell’incidenza del costo della batteria: col listino più basso (da 25’250 Chf) essa rimane unicamente in locazione con addebito mensile da 89 a 139 Chf a seconda del chilometraggio annuale. Se, invece, si sceglie di comperarla con la vettura, il supplemento è di ben 10mila Chf.
Al volante, la Zoe riserva belle sensazioni, con aderenza e stabilità adeguate ma anche buona agilità: l’auto è piuttosto rapida tra le curve, pur in presenza di un coricamento laterale avvertibile. In certa misura peraltro amplificato dalla posizione dell’abitacolo leggermente rialzato rispetto alle compatte “normali”, poiché la carrozzeria con sviluppo in altezza maggiorato nasconde il grande accumulatore montato sul fondo (esterno) del pianale. Le sospensioni hanno una taratura morbida il giusto per garantire un assorbimento omogeneo, lo sterzo è comunque piacevole da utilizzare, pur mancando un po’ di sensibilità e precisione; serve inoltre sempre un velo di forza in più per azionarlo ed il ritorno è un po’ rapido e deciso. Serve abituarsi anche alla frenata, poiché il pedale ha poca corsa ed inizialmente ha una risposta molto pronta, che poi però allunga leggermente. Il comfort acustico conta sulla buona silenziosità del motore elettrico e sulla valida insonorizzazione dell’abitacolo, piuttosto isolato anche avvicinandosi alla velocità massima (135 km/h autolimitati).
L’interno della vettura è tutt’altro che ricercato, seppur accogliente. I passeggeri hanno a disposizione una sistemazione un po’ rialzata, ma godibile, in un ambiente dai toni minimalisti, mentre la libertà di movimento è di tutto rispetto, quantomeno per quattro adulti. Le poltrone anteriori mostrano un’imbottitura tendenzialmente cedevole, ma si viaggia comodamente anche sulla distanza; valida la regolazione micrometrica dell’inclinazione degli schienali. Quanto al bagagliaio, la cubatura di 338/1’225 litri è nella media per le compatte attorno ai quattro metri di lunghezza. L’arredo è simpatico, seppur realizzato con plastiche economiche ed a centro plancia non mancano display per multimedia e navigazione (mappe europee TomTom optional) nonché prese Usb/Aux/12V. Sul piano della sicurezza, tuttavia, sono del tutto assenti gli ausili attivi di ultima generazione, a partire dalla frenata di emergenza in città.

Scheda Tecnica

Modello Renault Zoe
Versione Q90 Limited
Motore elettrico, batteria 41 kWh
Potenza, coppia 88 cv, 220 Nm
Trazione anteriore
Cambio rapporto singolo
Massa a vuoto 1’502 kg
0-100 km/h 13,2 secondi
Velocità massima 135 km/h
Consumo medio 14,6 kWh/100 km (omologato)
Prezzo 28’500 Chf
La compri se… cerchi una compatta da città puramente elettrica ma spaziosa
e dall’autonomia elevata
Potrebbe interessarti anche
Tags
zoe
km
batteria
motore elettrico
motore
renault
città
vettura
renault zoe
chf
TOP NEWS Auto e moto
© Regiopress, All rights reserved