laRegione
Pur nella sua incontrastata eleganza, la Classe S è vestita con un abito moderno e, a tratti, anche più giovanile di alcune sue rivali
Auto e moto
23.01.18 - 17:010

Mercedes-Benz Classe S

Chiudete gli occhi e pensate alla vostra più bella esperienza di viaggio. Ora riapriteli. Se non vi è apparsa la nuova Classe S dovreste provarla una volta nella vita. Noi l’abbiamo fatto (di nuovo) in occasione del recente aggiornamento. Quello che

È la più classica delle ammiraglie, una di quelle con cui vai sempre sul sicuro. La Mercedes Classe S gode infatti di un dominio pressoché incontrastato da decenni, pur in compagnia di valide concorrenti. Le cifre però parlano da sole: dell’attuale generazione ne sono state vendute oltre 300’000 unità in appena 4 anni, e parliamo pur sempre di un’automobile non certo alla portata di tutti. Tempo quindi di un aggiornamento, che esteticamente risulta riconoscibile solo all’occhio più fino. C’è una nuova calandra, prese d’aria più pronunciate e i proiettori Multibeam LED (optional) caratterizzati da tre “fiaccole” quale nuovo elemento di design. Nella sezione posteriore il paraurti è di nuova conformazione, con mascherine dei terminali di scarico a vista e integrati, incorniciate da un inserto cromato che si estende per l’intera larghezza della vettura. Ci sono inoltre sette nuovi cerchi in lega.
Gli interni sono caratterizzati da due nuovi display con diagonale da 12,3 pollici ciascuno, i quali si fondono esteticamente sotto un vetro di copertura comune formando una plancia con un display dall’effetto “widescreen” a sottolineare lo sviluppo orizzontale del design. Spuntano anche nuovi comandi al volante che reagiscono ai movimenti di sfioramento oltre a tutta una serie di aggiornamenti di ordine informatico. La qualità dell’abitacolo è come sempre da First Class; un ambiente esclusivo e personalizzabile con ben 64 tonalità per la colorazione dell’illuminazione d’ambiente e materiali che spaziano da legni a poro aperto alla pelle che riveste le portiere passando per metalli di elevata qualità, tutti eccellentemente equilibrati e proporzionati tra loro. Chi poi ha la fortuna di poter usufruire di un autista e viaggiare seduto nelle poltrone posteriori vivrà trasferte da vero re con tanto di infotainment dedicato.
Tra le novità tecniche spiccano in particolare i nuovi motori a sei cilindri in linea, uno dei quali (il “350 d” alimentato a gasolio) oggetto della nostra prova. Molto rotondo, ricco di coppia e vellutato quasi come un benzina, sposta la Classe S senza sforzo ed ha una bella progressione alle alte velocità: l’ideale per le lunghe e veloci trasferte autostradali tedesche, anche perché le sensazioni di viaggio sono da prima classe, avvolti dal silenzio. La motricità della trazione integrale è impeccabile e l’assetto, morbido ma sostenuto, non la mettono mai in crisi. Eventuali interventi del controllo di stabilità avvengono con morbidezza. La pregevole consistenza dello sterzo, peraltro molto diretto, conferisce poi alla Classe S delle qualità di guida inaspettate, spostandosi da una curva all’altra con scioltezza accompagnata da una buona percezione della direzione in cui puntano le ruote anteriori. Tanto da diventare piacevole anche con brio, ma senza strafare. Qualità sorprendente e lodevole per una vettura che fa del comfort la sua missione. Nel 2013 l’introduzione di una telecamera stereoscopica in grado di riconoscere imperfezioni della strada e impostare di conseguenza l’assetto adattivo lasciò tutti a bocca aperta. Ora il ‘Road Surface Scan’ è stato ulteriormente migliorato al punto tale da funzionare anche in penombra e fino ad una velocità di 180 km/h. Debutta inoltre sulla Classe S l’inclinazione dinamica “Curve”, la quale inclina la carrozzeria fino a 2,65° verso l’interno della curva per ridurre le forze centrifughe avvertite dai passeggeri.
L’evoluzione e l’avvicinamento alla guida autonoma, capitolo in cui Mercedes-Benz si è sempre dimostrata piuttosto avanguardista, trova conferma nell’evoluzione del regolatore di velocità adattivo e nel controllo attivo dello sterzo, che lavorano ora in sintonia attingendo ai dati cartografici e di navigazione riducendo automaticamente la velocità nelle curve o prima degli incroci, se desiderato.
La vera chicca è in ogni caso il sistema “Energizing”, il quale regola la climatizzazione (compresa la profumazione), il riscaldamento/ventilazione dei sedili, la funzione massaggiante, il riscaldamento delle superfici e le impostazioni della luminosità dell’abitacolo in funzione del programma selezionato, abbinando pure tracce musicali dedicate. A voi la scelta tra Freschezza, Calore, Vitalità, Piacere, Benessere o Training, quest’ultimo con tre tipi di allenamento tra cui distensione o attivazione muscolare. Buon viaggio!

Scheda Tecnica

Modello Mercedes-Benz Classe S
Versione 350d 4MATIC
Motore 6 cilindri in linea, turbodiesel,
3 litri
Potenza, coppia 286 cv, 600 Nm
Trazione integrale
Cambio automatico a 9 rapporti
Massa a vuoto 2’381 kg
0-100 km/h 5,8 secondi
Velocità massima 250 km/h (autolimitata)
Consumo medio 5,7 l/100 km (omologato)
Prezzo: 111’800 CHF
La compri se… uoi viaggiare sempre in prima classe
Potrebbe interessarti anche
Tags
velocità
qualità
km
mercedes-benz
mercedes-benz classe
viaggio
TOP NEWS Auto e moto
© Regiopress, All rights reserved