laRegione
#gaia #wwf
08.09.18 - 09:450

Aspettando la cicogna

Ha destato parecchio clamore la presenza di oltre 300 esemplari sul Piano di Magadino, presso la riserva delle Bolle di Magadino, lo scorso 21 agosto.

La cicogna bianca (Ciconia ciconia) è un trampoliere di grandi dimensioni (altezza 1 metro – apertura alare 1,80 metri). Sin dall’antichità, la cicogna è stata adorata e protetta da alcuni popoli quale messaggero di fecondità ed è una figura ricorrente nelle favole popolari. Da sempre benvoluta, la cicogna nidifica su alti edifici, comignoli, campanili o comunque in qualsiasi posto che sia elevato e completamente scoperto, in modo da essere facilmente accessibile. Vive in ambienti aperti come paludi o pianure erbose, dove trova insetti, anfibi, rettili e roditori di cui cibarsi: è infatti una specie esclusivamente carnivora. In molti Paesi europei è seriamente minacciata d’estinzione a causa dell’intensificazione dell’agricoltura e dei moderni metodi di coltivazione, i pesticidi, la scomparsa dei prati umidi, la collisione con cavi aerei e la pressione venatoria nei quartieri invernali. Grazie all’ambizioso progetto di reintroduzione di Max Bloesch ad Altreu (Soletta) gli esemplari di cicogna bianca in Svizzera sono di nuovo in aumento. Oggi un migliaio di cicogne vive in Svizzera, un vero record, se si pensa che una settantina d’anni fa la specie veniva considerata a rischio di estinzione. Alcuni esperti rilevano pure un cambiamento nelle abitudini che ha portato alla crescita delle colonie in Svizzera. Da qualche anno infatti le migrazioni sono diventate più flessibili e alcuni animali non intraprendono più i lunghi viaggi verso il sud, mentre altri riducono le distanze che percorrono in vista dell’inverno. In Ticino gli avvistamenti di cicogna sono ancora rari, per questo motivo – lo scorso 21 agosto – ha destato parecchio clamore la presenza di oltre 300 esemplari sul Piano di Magadino, presso la riserva delle Bolle di Magadino. Si tratta del gruppo più numeroso mai avvistato in Svizzera! Questo evento, benché ancora raro, fa ben sperare sul futuro di questa amatissima specie di trampoliere, non solo in Svizzera ma anche in Ticino. Da decenni il WWF è membro della Fondazione Bolle di Magadino e da un anno dell’Ente Parco del Piano di Magadino. Il nostro impegno per salvaguardare gli ambienti umidi del Piano e promuovere le superfici di compensazione ecologica nelle aziende agricole potrebbero portare alla coronazione di un nostro grande sogno: il ritorno della cicogna bianca. Qualche agricoltore sul Piano ha già iniziato a installare sul tetto la classica ruota di carro per favorire la nidificazione della specie. Attendiamo con impazienza questo giorno!

Tags
cicogna
magadino
svizzera
piano
piano magadino
bolle
esemplari
cicogna bianca
bolle magadino
TOP NEWS #gaia #wwf
© Regiopress, All rights reserved