laRegione
come-un-ubriaco-in-un-coro-di-mezzanotte
Leonard Cohen, Montreux, giugno 1976 (Keystone)
09.04.21 - 12:00
Aggiornamento : 20.04.21 - 17:05

Come un ubriaco in un coro di mezzanotte

Dall'archivio di un appassionato di musica, Leonard Cohen in ‘Bird On The Wire', canto di rinascita

di Erminio Ferrari

Leonard Cohen, amante del kitsch e di donne, ha scritto canzoni che dei due elementi suddetti hanno trasfigurato in gloria celeste le parti più laide. E dell’uomo, maschio, ha confessato la pochezza; anche questa, però salvata dalla poesia. Fosse pure quella di un coro di mezzanotte, quando ciascuno cerca a suo modo di sentirsi libero. Fosse pure il tempo d’una canzone. (e.f.)

Ogni venerdì, 24 ore prima del podcast, recuperiamo 'pillole' dell'Erminio Ferrari appassionato di musica contenute in 'Generi di conforto', rubrica apparsa su laRegione Ticino tra il 2007 e il 2009 e dalla quale il podcast prende il nome.

Come, dove, quando

Le registrazioni di ‘Songs from a room’, album dal quale il brano è tratto, iniziarono a Hollywood nel 1968, temporaneamente prodotte da David Crosby, per poi continuare a Nashville con altro produttore. Nelle note di copertina della compilation del 1975 ‘The Best of Leonard Cohen’, di ‘Bird On The Wire’ l'artista scrive: "Comincio sempre il mio concerto con questa canzone. Sembra che mi restituisca ai miei doveri. Ho iniziato a scriverla in Grecia e l'ho terminata in un motel in Hollywood intorno al 1969 insieme a tutto il resto. Alcuni versi sono stati cambiati in Oregon”. Negli anni '60, Cohen viveva sull'isola greca di Idra con la sua ragazza Marianne che, ha raccontato il cantautore, lo ha aiutato a uscire da una depressione porgendogli la chitarra dalla quale è nata ‘Bird on the Wire’, ispirata da un uccello seduto su uno dei cavi telefonici da poco installati.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
erminio ferrari generi di conforto leonard cohen mezzanotte podcast
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS (Aspettando) Generi di conforto
(Aspettando) Generi di conforto
11 mesi
Keith Jarrett, la musica risuona di sé e noi di lei
Dall'archivio di un appassionato di musica: Keith Jarrett, ‘Solo concert’
(Aspettando) Generi di conforto
11 mesi
Lo strazio di un amore arreso all'ombra
Dall'archivio di un appassionato di musica: Jessye Norman, ‘Il lamento di Didone’
(Aspettando) Generi di conforto
11 mesi
Quel secondo movimento che volge la pena in coscienza
Dall'archivio di un appassionato di musica: Carlos Kleiber, Beethoven sinfonia N.7, Op.92
(Aspettando) Generi di conforto
11 mesi
Leon Gieco e l'insegnamento del canto
Dall'archivio di un appassionato di musica, 'Solo le pido a diòs': correva l'anno 1978...
(Aspettando) Generi di conforto
1 anno
Il blues, quando l’esistenza è la colonna sonora di se stessa
Dall'archivio di un appassionato di musica, Robert Pete Williams in 'Scrap Iron Blues'
(Aspettando) Generi di conforto
1 anno
Il 'valzerino' di Coltrane, trasfigurazione del jazz
Dall'archivio di un appassionato di musica, dal 1965 in Belgio, ‘My favourite things’ per tutti i discepoli
(Aspettando) Generi di conforto
1 anno
Il seme africano fecondò un canto e quel canto divenne il blues
Dall'archivio di un appassionato di musica: Cassandra Wilson in ‘Redemption Song’ di Bob Marley
(Aspettando) Generi di conforto
1 anno
Grazie Bach, e grazie Mstislav Rostropovich
Dall'archivio di un appassionato di musica: ‘Prelude from Bach Cello Suite No.1 BWV 1007’
(Aspettando) Generi di conforto
1 anno
Van Morrison, dare senso a ciò che pesa
Dall'archivio di un appassionato di musica, 'Just Like A Woman‘ e 'Satisfied’, il nordirlandese al meglio
(Aspettando) Generi di conforto
1 anno
Le otto battute di un genio ben temperato
Dall'archivio di un appassionato di musica: Oscar Peterson in 'C Jam Blues', la storia del jazz seduta al pianoforte
© Regiopress, All rights reserved