laRegione
14.04.22 - 09:05
Aggiornamento: 15:27

Stordimenti primaverili

Ogni anno c’è chi si accorge che è arrivata la bella stagione per via delle rondini o delle allergie. In redazione è un po’ diverso

stordimenti-primaverili
(Ti-Press)

Qualcuno si accorge che è arrivata la primavera per via delle rondini, qualcun altro per le allergie ai pollini. Qui al giornale ce ne accorgiamo perché sbocciano le immancabili interrogazioni sull’esposizione della "bandiera dell’Unione europea" il 5 maggio. Ogni anno – tetragoni alle spiegazioni di quelli precedenti, al punto da far sospettare qualche durezza di comprendonio – esponenti di Lega, Udc, Udf & Co. scrivono a municipi e autorità cantonali per dire che insomma, quella bandiera in Ticino proprio no. E ogni anno sindaci e consiglieri – ne immaginiamo sbuffi e sbadigli – devono prendere carta e penna per spiegare che quella benedetta bandiera il 5 maggio non celebra l’Ue, ma il Consiglio d’Europa, del quale la Svizzera fa parte dal lontano 1963. Una ricerca d’archivio ci ha permesso di datare le prime risposte sul tema al 1998, ma alcuni archeologi segnalano tracce di interrogazioni simili risalenti al paleolitico inferiore. Eppure certuni insistono. Sarà che in primavera siamo tutti un po’ storditi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Opinioni
IL COMMENTO
22 ore
Un film brutto e già visto
Una Svizzera priva di carattere viene umiliata (6-1) ed eliminata agli ottavi di finale dal Portogallo
IL COMMENTO
2 gior
Animali politici am(m)aliati dall’ambizione
Dopo aver capito da che parte gira il vento con ‘Avanti’, il presidente del Plrt Speziali si è tuffato sulla sua preda: il seggio socialista in governo
IL COMMENTO
3 gior
Granit Xhaka non ha perso la testa
Lo sapevamo tutti che per il ragazzo dalle origini kosovare quella contro la Serbia non è mai una partita qualsiasi
IL COMMENTO
5 gior
Il Covid a Sementina. E nelle altre case anziani del Ticino
Solo i vertici della struttura bellinzonese sono stati rivoltati come un calzino: manca un’analisi generale di quanto accaduto altrove
IL COMMENTO
5 gior
Ischia: lo scempio, i condoni, il disastro
La tragedia di Casamicciola è l’ennesima disgrazia frutto di anni di devastazione del territorio italiano a colpi di abusi edilizi e successivi condoni
IL COMMENTO
6 gior
Materiale infiammabile
I ricordi della sfida fra Svizzera e Serbia del 2018 a Kaliningrad sono ancora freschissimi, su entrambi i fronti
IL COMMENTO
1 sett
Imposta di circolazione, dalla confusione al circo
Il pessimo spettacolo della politica: incapace di trovare un’intesa, ma capace di alimentare confusione. E poi chissà perché le urne vengono disertate...
IL COMMENTO
1 sett
Basso Mendrisiotto, il coraggio di osare
Mentre le istituzioni comunali tentennano, a rompere gli indugi sull’aggregazione è un gruppo di cittadini di Balerna
IL COMMENTO
1 sett
La scintilla e la prateria
Le proteste in Cina rivelano il malcontento per le opprimenti politiche ‘zero Covid’ imposte dal governo, e investono la figura di Xi Jinping
il commento
1 sett
Quel generale senza volto
Arriva l’inverno, con tutti i sottintesi e il peso storico che ha per la Russia, soprattutto durante una guerra
© Regiopress, All rights reserved