laRegione
biden-putin-e-un-giro-a-bordo-della-delorean
Correva l'anno 1985... (Keystone)
17.06.21 - 05:25
Aggiornamento : 17:15

Biden, Putin e un giro a bordo della DeLorean

Viaggio nel passato: se avessimo fatto vedere a Reagan e a Gorbaciov la foto dell’incontro di ieri forse il mondo di oggi sarebbe tutt’altro luogo

Sarebbe stato il giorno giusto per salire sulla DeLorean di Marty McFly. Destinazione: 19 novembre 1985. Il giorno in cui a Ginevra ci fu il primo vertice tra Ronald Reagan e Michail Gorbaciov. Quell’incontro – dicono oggi gli storici – che avrebbe aperto la strada alla fine della Guerra Fredda. «Non è che noi non ci fidiamo l’uno dell’altro perché siamo armati, ma siamo armati perché non ci fidiamo l’uno dell’altro», fu la battuta con cui Reagan accolse Gorbaciov. “Reagan, l’attore?”, ride un uomo del 1955 quando Marty gli racconta che quel comico sarebbe diventato presidente degli Stati Uniti. C’era poco da ridere, in verità.

Chi lo sa, forse se nel nostro viaggio nel passato avessimo fatto vedere ai due presidenti la foto (un po’ squallida) dell’incontro di ieri tra Joe Biden e Vladimir Putin il mondo odierno sarebbe tutt’altro luogo.

Sta di fatto che ufficialmente il vertice tra i due leader si è concluso con un accordo per il ritorno degli ambasciatori e qualche buon proposito. Davvero poco se si pensa che nell’85 Reagan aveva perfino proposto a Gorbaciov un'alleanza contro un eventuale attacco alieno.

Leggi anche:

Si è concluso l'incontro Biden-Putin a Ginevra

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
joe biden marty mcfly michail gorbaciov ronald reagan vladimir putin
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Opinioni
Commento
1 gior
Viaggio nell’arena (flatulente) della Rai
La decisione del direttore generale della tv di Stato italiana di separare i talk show dall’informazione ha sollevato una mezza rivolta
L’ANALISI
1 gior
Non è la panacea, ma proviamoci
La Sfl ha approvato il nuovo format della Super League: 12 squadre e playoff
Commento
2 gior
Il disagio psichico e il circo Barnum dei social
Un tempo erano donne barbute e nani ad attrarre la gente nei circhi, oggi il disagio psichico esposto impietosamente attira i click degli utenti del web
Commento
2 gior
Schröder, poltrone come matrioske
I tedeschi gli chiedono di mollare i suoi incarichi russi e lui ne fa spuntare altri. Il vizio tropical-mediterraneo della sedia incollata non ha confini
Commento
3 gior
L’eterno declino degli Usa
La strage razzista di Buffalo è l’ennesimo, tragico sintomo di un Paese diviso, le cui fratture interne sono speculari alla potenza militare
Commento
3 gior
Il Vescovo di Lugano e il vasetto (vuoto) di marmellata
Il prete del Mendrisiotto, fermato ubriaco e con precedenti accuse di molestie, ci porta a riflettere sul binomio superato di misericordia e giustizia
Commento
4 gior
TiSin, la Lega e l’arte della fuga
I granconsiglieri Aldi e Bignasca abbandonano il sindacato giallo che ha cercato di aggirare la legge sul salario minimo. Eppure molti minimizzavano
Commento
5 gior
Matignon: trent’anni dopo, una donna
Donna, autorevole, di sinistra e di sensibilità ambientale: Élisabeth Borne è la nuova prima ministra francese
Commento
6 gior
Lo Stato e la diligenza del buon padre di famiglia
La retorica della destra è riuscita a fare breccia: il pareggio nei conti pubblici andrà raggiunto entro la fine del 2025
Commento
1 sett
A braccetto con Erdogan, pur di avere ragione
Siamo disposti a tutto pur di confermare le nostre tesi, perfino di accompagnarci a Erdogan che impallina i nuovi ingressi Nato per proprio tornaconto
© Regiopress, All rights reserved