laRegione
laR
 
04.09.21 - 05:25

Si fa presto a dire socialità...

Anche sulla deduzione fiscale sugli affitti, come con il reinserimento degli Over 55, Ppd e Ps rischiano di marciare divisi. Si parlino, e si ascoltino

si-fa-presto-a-dire-socialita
Ti-Press

Una misura con una «forte connotazione sociale», dice Dadò. «Estremamente sociale», rimarca Fonio. Agustoni cita come virtuosi i Paesi scandinavi con un welfare sviluppato e conciliabilità lavoro famiglia di cui non si deve neanche discutere. Eppure, anche stavolta - come con la proposta per il reinserimento degli Over 50 nel mondo del lavoro - Ppd e Ps rischiano di non trovare un accordo. Perché si fa presto a dire socialità, quando i leciti distinguo si moltiplicano. Il rischio è duplice: da un lato, che abbiano tutti ragione; dall'altro, che poi nel concreto non si muova mai niente. L'ultima cosa che serve a chi oggi fatica e spera che di tante proposte sul tavolo almeno qualcuna si concretizzi in un aiuto, un sostegno. Il Ppd con questa proposta ha indubbiamente mostrato la sua anima sociale, almeno 40 milioni di ammanco per lo Stato sono almeno 40 milioni in più nelle tasche del ceto medio. Di persone che davvero, pur più agiate di chi soffre molto di più, faticano a pagare le imposte. È vero: l’azione, per un rilancio che sia effettivo, oggi deve essere rivolta anche verso chi le imposte le paga. Ma detto ciò, perché il termine socialità non diventi aleatorio e inflazionato, l’auspicio è che l’appello del capogruppo socialista Ivo Durisch a sburocratizzare e riflettere sul modo in cui le prestazioni sociali vengono erogate sia ascoltato. Dal parlamento certo, ma anche dal Consiglio di Stato.

Leggi anche:

'Anche la casa pesa', il Ppd per la deduzione dell'affitto

Durisch (Ps): 'Deduzioni e affitti? Sbagliato usare la fiscalità'

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Opinioni
La formica rossa
1 gior
‘Guerra bbbrutto’
"Esigere la pace" è la presunta soluzione al conflitto in Ucraina di chi si oppone alla consegna dei carri armati a Kiev
IL COMMENTO
1 gior
Soldi finti, pirati veri
Riflessioni sulle dinamiche che, negli ultimi anni, hanno portato al fallimento della squadra rossoblù
IL COMMENTO
2 gior
Lugano sorride alla cultura alternativa. L’ora della svolta?
Diversi segnali positivi, a partire dalla Straordinaria ma non solo, fanno ben sperare nel 2023. La strada è in salita, ci vogliono pazienza e volontà
il commento
3 gior
Carri armati a mezzanotte
La Germania sblocca la fornitura di Leopard, che aiuterà l’Ucraina, ma indispettisce il Cremlino
IL COMMENTO
3 gior
Le parole della politica (sono importanti)
La sfiducia del Consiglio comunale di Mendrisio nei confronti dei vertici del dicastero Aziende ha portato all’esonero del municipale responsabile
IL COMMENTO
4 gior
La mondina, il carbonaio e la pomata miracolosa
L’ultimo rapporto Ustat conferma il divario del 20% tra salari ticinesi e d’Oltralpe
il commento
5 gior
Jacinda & Jacinta contro il leader testosteronico
Le dimissioni gentili di Jacinda Ardern, un anno dopo l’addio precoce al tennis di Ashleigh Jacinta Barty, sono la risposta al mito dell’infaticabilità
IL COMMENTO
5 gior
Psicoterapia e LaMal, il cerchiobottismo e l’occasione mancata
Le nuove norme sull’assunzione dei costi della psicoterapia sono un passo avanti, ma troppi paletti ne smorzano la portata a detrimento dei pazienti
IL COMMENTO
6 gior
Neutralità tra coerenza e opportunismo
Tra neutralità e indifferenza, così come tra equidistanza e codardia, tra coerenza e camaleontismo il confine è labile
IL COMMENTO
1 sett
Interpellanze in zucche: l’immorale ‘magia’ di Unitas
La richiesta di risposte chiare in merito all’audit sull’associazione ciechi e ipovedenti della Svizzera italiana potrebbe trasformarsi in interrogazione
© Regiopress, All rights reserved