laRegione
laR
 
25.05.21 - 05:25
Aggiornamento: 15:05

La questione è che i Måneskin fanno paura

Nel senso che suonano da paura, cantano da paura, hanno vent'anni e ai rockettari con la sciatica proprio non va giù (e comunque, a rimpiangere i Queen son bravi tutti)

la-questione-e-che-i-maneskin-fanno-paura
Se è per questo, Iva Zanicchi ha posato nuda per Playboy (Keystone)

Il giorno dopo l’Eurovision Song Contest lo spettacolo si sposta sul web, che ha poco da invidiare agli effetti speciali digitali di Rotterdam: “Disgustoso! Questi Maneskind (sic). Chi si ricorda la canzone con la quale hanno vinto Sanremo? Nessuno!”; e subito sotto: “Guarda che è proprio quella con cui hanno vinto Sanremo...”. E poi: “Ci credo che hanno vinto, hanno mobilitato un’intera nazione per votarli!”; e subito sotto: “Guarda che la loro nazione non poteva votarli...”. Sempre dal ‘Best of Facebook’: “Oggi vince solo chi urla, chi sbraita, devi cantare ‘forte’ così sei bravo!”; e subito sotto: “E allora Tony Dallara, Adriano Pappalardo e Fausto Leali?”.

Su tutte, in nome dell’inclusione tanto cara al concorso-arcobaleno che premia, al di là del premio, le diversità, c’è il filosofo: “Essere sballato gay, oggi è tutto”. E subito sotto non c’è scritto “Guarda che Damiano dovrebbe essere etero”, perché l’informazione, oltre a non essere di pubblica utilità, sarebbe del tutto superflua: non è una novità che per qualcuno, un tizio vestito di pelle nera con i tacchi alti è per forza gay e probabilmente anche sballato. E oltre che gay è pure “terrone e analfabeta, per fare più successo” (un altro filosofo, subito sotto).

La categoria degli Eurohater è senz’altro la più colorita, ma negli anfratti della rete vivono anche i cultori della purezza della razza musicale, quelli che “il rock and roll sì che mi piace, non ha mai deluso nessuno” (citazione dei diversamente diversi Elio e le Storie Tese) e che una volta che il rock and roll si palesa con quattro ventenni, per una volta, oltre i molti defunti o impasticcati idoli del genere, una volta che i Maneskind (sic) ottemperano a quel “maledetto rock and roll” che “spacchi gli alberghi, orini sul mondo” (sempre i diversamente diversi Elii), ecco che i puristi della razza ripudiano e tirano fuori dallo scaffale del salotto l’Enciclopedia del Rock citando, come versetti biblici, titoli di album, nomi e cognomi dei padri fondatori, date e luoghi della storia, fumi sull’acqua, piogge di porpora e pietre rotolanti. Tutte tavole di Mosè, sia chiaro, senza le quali oggi canteremmo ancora ‘Vola colomba’. Ma a parlare dei Måneskin solo per rimpiangere i Queen sono buoni tutti. Forse anche i Måneskin.

 

 

Leggi anche:

Eurovision: grande Svizzera, ma vince il rock dei Måneskin

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Opinioni
IL COMMENTO
9 ore
Un film brutto e già visto
Una Svizzera priva di carattere viene umiliata (6-1) ed eliminata agli ottavi di finale dal Portogallo
IL COMMENTO
1 gior
Animali politici am(m)aliati dall’ambizione
Dopo aver capito da che parte gira il vento con ‘Avanti’, il presidente del Plrt Speziali si è tuffato sulla sua preda: il seggio socialista in governo
IL COMMENTO
2 gior
Granit Xhaka non ha perso la testa
Lo sapevamo tutti che per il ragazzo dalle origini kosovare quella contro la Serbia non è mai una partita qualsiasi
IL COMMENTO
4 gior
Il Covid a Sementina. E nelle altre case anziani del Ticino
Solo i vertici della struttura bellinzonese sono stati rivoltati come un calzino: manca un’analisi generale di quanto accaduto altrove
IL COMMENTO
5 gior
Ischia: lo scempio, i condoni, il disastro
La tragedia di Casamicciola è l’ennesima disgrazia frutto di anni di devastazione del territorio italiano a colpi di abusi edilizi e successivi condoni
IL COMMENTO
5 gior
Materiale infiammabile
I ricordi della sfida fra Svizzera e Serbia del 2018 a Kaliningrad sono ancora freschissimi, su entrambi i fronti
IL COMMENTO
6 gior
Imposta di circolazione, dalla confusione al circo
Il pessimo spettacolo della politica: incapace di trovare un’intesa, ma capace di alimentare confusione. E poi chissà perché le urne vengono disertate...
IL COMMENTO
1 sett
Basso Mendrisiotto, il coraggio di osare
Mentre le istituzioni comunali tentennano, a rompere gli indugi sull’aggregazione è un gruppo di cittadini di Balerna
IL COMMENTO
1 sett
La scintilla e la prateria
Le proteste in Cina rivelano il malcontento per le opprimenti politiche ‘zero Covid’ imposte dal governo, e investono la figura di Xi Jinping
il commento
1 sett
Quel generale senza volto
Arriva l’inverno, con tutti i sottintesi e il peso storico che ha per la Russia, soprattutto durante una guerra
© Regiopress, All rights reserved