laRegione
beppe-sognava-un-mondo-diverso
Giuseppe 'Beppe' Dunghi (Ti-Press)
Il ricordo
22.10.20 - 15:540
Aggiornamento : 16:35

Beppe sognava un mondo diverso

Il ricordo dell'ex collega Giuseppe 'Beppe' Dunghi, scomparso negli scorsi giorni

Ciao Beppe, te ne sei andato anche tu. In punta di piedi, come spesso in punta di piedi, a voce bassa, apparivi in redazione, nell’ufficio di un collega e, quasi dovessi scusarti, gli sottoponevi il testo dell’articolo che aveva appena scritto con qualche proposta di correzione. Proposta praticamente sempre azzeccata, vista la tua grande cultura, nutrita dall’attaccamento alla conoscenza da te costruita mattone su mattone lungo una vita intera. Ma di te ho stimato soprattutto la coerenza ai valori dell’etica e della solidarietà che avevi scelto. Era e tale è stata la tua coerenza di ‘compagno’ tutto d’un pezzo, che non poche volte – pur di dire quello che pensavi e che era giusto dire o fare – ci hai rimesso di persona.

Pochi anni fa, entrando per caso in una delle tante corti in occasione del Festival di narrazione di Arzo, mi sei inaspettatamente apparso e mi hai sorriso. Un sorriso speciale, umanissimo, come le tue risate sincere. Senza saperlo ero entrato in casa tua. Un angolo del tuo giardino faceva parte dei pittoreschi spazi, come le corti, messe a disposizione del pubblico. E di te ho allora scoperto anche un altro lato: il tuo (grande) pollice verde e il tuo grande attaccamento alla terra. Alla terra che è bassa e che costa fatica, conoscenze e pazienza coltivare. Un incontro bello che è stato anche l’occasione per rifare il punto sui tanti temi in un mondo spesso sofferente che è quello che è. Un mondo che tu non hai mai smesso di sognare e volere diverso.

TOP NEWS Opinioni
Commento
8 ore
Caso Chiappini: via Borghetto, quante domande!
Sul chi sapesse cosa si gioca anche la credibilità di altre personalità della diocesi e magari anche della facoltà di teologia
Commento
14 ore
Le sfide di Speziali, nel futuro ma non dimenticando il passato
Il neopresidente del Plr ha una visione per i prossimi anni che sarà di successo solo se sarà all'insegna dell'ascolto e del rispetto per la storia e le sensibilità
Commento
2 gior
La piccola Greta e il pulmino solo per residenti
Brutto esempio di ingiustizie e diseguaglianze anche fra gli ultimi
Commento
2 gior
Dio quanto ti odio (anche i quotidiani nel loro piccolo...)
(...s'incazzano) Il Giornale di Brescia ‘molla’ Facebook. ‘L’ora dei social è al tramonto’, commenta qualcuno. Ma lo dicevano anche del karaoke (maledetto Fiorello).
Commento
3 gior
Per un dibattito responsabile evitiamo i complottismi
Dal ‘Great Reset‘ alle pandemie programmate, evitiamo le teorie cospirazioniste che rendono impossibile discutere delle sfide che ci attendono
Commento
3 gior
Ginnaste ridotte a marionette, una cultura da cambiare
Una medaglia, magari olimpica, vale tante umiliazioni e violenze psicologiche? Tanti tabù da superare
Commento
4 gior
Iniziativa responsabile, controprogetto insostenibile
Responsabilità civile, obbligo di dovuta diligenza, piccole e medie imprese: alcune cose da ricordare al termine di una campagna che ha ‘deragliato’.
Commento
4 gior
La comunicazione durante il lockdown: luci e ombre
Un sondaggio Ustat mostra l'efficacia dell'informazione ‘unificata’ sotto lo Stato maggiore cantonale. Ma anche una critica è doverosa
Commento
5 gior
Presidenza Plr, lei o lui. E una supersquadra!
Timoniere/a con di fronte a sé una sfida da ramponi sulla parete Nord dell’Eiger!
Commento
6 gior
Tanti errori, tanta energia. Ma questi giovani ci salveranno
Risse, mancato rispetto delle misure anti Covid: abbiamo puntato il dito contro i giovani. Ma il nostro riscatto è nelle loro grandi e preziose risorse
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile