laRegione
se-la-pandemia-non-merita-una-discussione-parlamentare
Regione
Commento
20.10.20 - 10:290

Se la pandemia non merita una discussione parlamentare

Rifiutando la proposta dell'Mps ieri il parlamento ha segato il ramo su cui è seduto. Ai cittadini serve più di un quotidiano bollettino numerico

Dalla Treccani. Il parlamento è una “assemblea politica dello Stato moderno, e precisamente l’organo collegiale di carattere rappresentativo-politico mediante il quale il popolo, attraverso i suoi rappresentanti eletti, partecipa all’esercizio del potere per la formazione delle leggi e il controllo politico del governo”. Non si comprende, per giunta in occasione del ritorno del plenum del Gran Consiglio a casa, a Palazzo delle Orsoline, la decisione di rifiutare l’inserimento nell’ordine del giorno di una discussione generale sul tema Covid-19 proposta da Matteo Pronzini (Mps). Un parlamento per sua definizione parla. E altro non è che la rappresentanza popolare. In tempi emergenziali dove termini come ‘ordinanza’ o ‘risoluzione governativa’ sono ben più abituali di ‘dibattito’ è un peccato che le forze politiche, i rappresentanti del popolo, abbiano segato il ramo che le sostiene e abbiano deciso che la seconda ondata della pandemia di coronavirus, con i dati che tutti leggiamo ogni giorno, non meritasse una discussione o una serie di domande al governo. O meglio, che basti farne una a posteriori, forse. A cose fatte. Le cittadine e i cittadini hanno bisogno qualcosa più di un quotidiano bollettino. Un coinvolgimento tramite i propri rappresentanti siamo sicuri che non fosse chiedere troppo.

TOP NEWS Opinioni
Commento
7 ore
Caso Chiappini: via Borghetto, quante domande!
Sul chi sapesse cosa si gioca anche la credibilità di altre personalità della diocesi e magari anche della facoltà di teologia
Commento
14 ore
Le sfide di Speziali, nel futuro ma non dimenticando il passato
Il neopresidente del Plr ha una visione per i prossimi anni che sarà di successo solo se sarà all'insegna dell'ascolto e del rispetto per la storia e le sensibilità
Commento
2 gior
La piccola Greta e il pulmino solo per residenti
Brutto esempio di ingiustizie e diseguaglianze anche fra gli ultimi
Commento
2 gior
Dio quanto ti odio (anche i quotidiani nel loro piccolo...)
(...s'incazzano) Il Giornale di Brescia ‘molla’ Facebook. ‘L’ora dei social è al tramonto’, commenta qualcuno. Ma lo dicevano anche del karaoke (maledetto Fiorello).
Commento
3 gior
Per un dibattito responsabile evitiamo i complottismi
Dal ‘Great Reset‘ alle pandemie programmate, evitiamo le teorie cospirazioniste che rendono impossibile discutere delle sfide che ci attendono
Commento
3 gior
Ginnaste ridotte a marionette, una cultura da cambiare
Una medaglia, magari olimpica, vale tante umiliazioni e violenze psicologiche? Tanti tabù da superare
Commento
4 gior
Iniziativa responsabile, controprogetto insostenibile
Responsabilità civile, obbligo di dovuta diligenza, piccole e medie imprese: alcune cose da ricordare al termine di una campagna che ha ‘deragliato’.
Commento
4 gior
La comunicazione durante il lockdown: luci e ombre
Un sondaggio Ustat mostra l'efficacia dell'informazione ‘unificata’ sotto lo Stato maggiore cantonale. Ma anche una critica è doverosa
Commento
5 gior
Presidenza Plr, lei o lui. E una supersquadra!
Timoniere/a con di fronte a sé una sfida da ramponi sulla parete Nord dell’Eiger!
Commento
6 gior
Tanti errori, tanta energia. Ma questi giovani ci salveranno
Risse, mancato rispetto delle misure anti Covid: abbiamo puntato il dito contro i giovani. Ma il nostro riscatto è nelle loro grandi e preziose risorse
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile