laRegione
non-tutto-ha-un-prezzo-l-amicizia-per-esempio
Commento
24.12.19 - 06:300

Non tutto ha un prezzo: l'amicizia per esempio!

I rapporti umani preziosi e autentici, come l’amicizia non li si può comperare come fossero regali di Natale

Ha parecchio incuriosito la notizia dell’annuncio pubblicitario del multimilionario Karl Reipen (il ‘Re del caffè freddo’), alla testa di un impero costruito grazie a contratti coi colossi delle bevande (Nestlé e Coca Cola). Un annuncio apparso sui giornali neozelandesi del quale il Corriere della Sera ha riferito domenica a tutta pagina.

Cosa ha dunque fatto il signor Reipen? Un annuncio per cercare compagnia. Il condizionale è comunque d’obbligo, visto che potrebbe anche trattarsi di una trovata pubblicitaria.

Ma ipotizziamo che il suo annuncio sia veramente dettato dalla richiesta (sincera) di ricerca di amicizia. Amicizia per – sta scritto nell’inserzione del settantenne tedesco – dare/offrire la possibilità a 10 persone ‘carine’ (che significa poi tale termine?) e di ‘età compresa tra i 18 e i 70 anni’ di vivere con lui.

Piove sempre sul bagnato

Dove? E qui sta ‘la notizia nella notizia’: ad Awakino Estate, una proprietà di 220 ettari sulla costa occidentale dell’Isola del Nord della Nuova Zelanda, situata tra il Mar di Tasmania e il fiume Awakino, a 90 chilometri dai maggiori centri abitati. Una proprietà immensa da lui acquistata per un valore di circa 5,6 milioni di dollari. Un gioiello che – secondo le cronache del Guardian – Reipen comprò venti anni fa, dopo essersi innamorato della Nuova Zelanda e prima che l’attuale governo vietasse la vendita di case agli stranieri. Insomma, per la serie ‘piove sempre sul bagnato’.

Nell’annuncio Reipen spiega come ‘costruire Awakino abbia richiesto 10 anni di duro lavoro’ e sia per lui, cresciuto nelle fattorie tedesche, la realizzazione di un sogno di infanzia. ‘Ma ora che è tutto finito, vorrei condividere questo paradiso con persone simpatiche’.

L’offerta però non si limita ad un tetto da sogno. Ecco quanto precisa: ‘I candidati – ve ne sarà almeno uno anche dal Ticino? – potranno vivere in appartamenti per due persone e condividere una bella cantina per incontri sociali. E potranno passeggiare, pescare, fare shopping, andare in kayak, osservare gli uccelli, nuotare’. Cosa volete di meglio?

I soldi non sono tutto

Se vi raccontiamo questa storia molto particolare, sempre che di storia vera si tratti, è perché col Natale si è soliti fare anche qualche riflessione sugli aspetti essenziali della vita.

Dunque: se la vicenda fosse vera cosa ci potrebbe suggerire? Che i soldi – frase forse scontata – non sono tutto. Grande verità, se persino un multimilionario che si sente solo decide di cercare amicizia in questo strano modo da perfetti sconosciuti, invitati poi a venire a vivere sulla sua isola. Avrà forse scoperto improvvisamente che i rapporti umani sono importanti? Che possono rendere felici? Che possono dare un senso alla propria vita? Che anche lui, come le tante persone che hanno magari la preoccupazione di arrivare a fine mese, è un animale sociale? Forse.

L'amicizia non la si può comperare

Certo i soldi non sono tutto, ma come si può leggere sul cartello che ha appeso al muro il calzolaio della Cervia a Bellinzona ‘Il denaro non rende felici, ma calma molto i nervi!’. Altra verità. Aiutano, a concedersi qualche soddisfazione materiale, a fare investimenti (leggasi a far studiare i figli, acquistare l’appartamento), a contenere tensioni in famiglia. Aiutano…

Possono anche aiutare a convincere qualcuno a trasferirsi sull’isola. Ma alla fine i rapporti umani preziosi e autentici, come l’amicizia (non quella banalizzata di Facebook) non li si può comperare come fossero regali di Natale. Né da noi, né in Nuova Zelanda.
Buone feste!

TOP NEWS Opinioni
Commento
1 gior
Vitta, il ‘cigno nero’ e una certa idea di rilancio
In questa fase post-pandemica indebitarsi per sostenere la ripresa economica sarebbe il miglior investimento che il cantone possa fare
Commento
1 gior
La libera circolazione e i ‘rivoluzionari’ dell’Udc
Il partito, tradizionalmente ostile alle misure d’accompagnamento, ora si erge a paladino dei diritti dei lavoratori. Con una credibilità a pari a zero.
Commento
2 gior
Niente post per 24ore basta?
Fra odio e fake news, le star boicottano Instagram e facebook!
Commento
2 gior
Naturalizzazioni a Lugano, l’ambiguità della legge
Affidare compiti amministrativi a organi politici genera polemiche e imbarazzo, mentre prosegue lo ‘sciopero’ dei quattro membri leghisti delle Petizioni
Commento
3 gior
Voto ai 16enni: germogli della democrazia!
Si torna a dibattere della possibilità di accordare il diritto di voto ai sedicenni. Idea saggia? O ardita?
Commento
4 gior
Mancherà don Roberto, l’eroe della strada, vicino agli ultimi
Sanno risvegliarci dal torpore dell’impotenza davanti alla miseria altrui. Quando li incontri ti fanno venir voglia di essere una persona migliore
L'analisi
5 gior
Non è un paese per donne
La politica ticinese richiama le immagini di fine Ottocento: solo uomini saldamente al potere
Il ricordo
6 gior
Ciao 'Nene of Daro'
Quella sera ci disse che desiderava dare anche un contributo a chi si stava affacciando alla vita sportiva
Commento
6 gior
Procura, cinque cartellini rossi: genesi da chiarire
Il Gran Consiglio ha stabilito le regole sull'elezione di pp e giudici: vada allora a fondo sulle bocciature pronunciate dal Consiglio della magistratura
Commento
1 sett
Il Lockdown e la sfida climatica
Durante il confinamento la natura si è ripresa i suoi spazi? Non è così semplice. E, spiegano gli esperti, l'impatto sul riscaldamento globale è minimo
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile