laRegione
non-fatevi-mai-zittire
Commento
05.09.19 - 06:000

'Non fatevi mai zittire'

Bilancio positivo del dialogo aperto dal sindaco di Locarno Alain Scherrer con i giovani della città

“La difficoltà dei politici di dialogare con i giovani è un dato di fatto”. La provocazione era stata lanciata dal sindaco di Locarno Alain Scherrer lo scorso 1° gennaio. Un sasso buttato nello stagno che ha prodotto i suoi effetti. Ieri, di fronte ai giornalisti, lo stesso sindaco ha tracciato un primo bilancio di quanto avvenuto negli scorsi mesi: diversi incontri con i giovani della città, temi e problemi messi sul tavolo e segnali “da leggere con le lenti giuste”. E ancora: “Di solito non sappiamo metterci sullo stesso piano dialettico e ciò allontana i giovani; le nostre risposte sono per lo più nebulose e ingessate”. Per Scherrer i punti d’incontro passano attraverso la capacità d’ascolto. Perché ragazze e ragazzi sanno esprimersi e sono propositivi. Le idee arrivano, spesso via social, e ora vengono raccolte dalla neonata associazione ‘Locomotiva’. Spetterà all’autorità mettersi in moto per concretizzare le proposte, ovviamente coinvolgendo chi le ha formulate. Allargare il discorso oltre i confini della città sarebbe buona cosa. Ne convengono sia Scherrer, che presto renderà conto al Convivio dei sindaci del Locarnese (Cisl) dei passi avanti compiuti, sia i giovani di Locomotiva, che hanno già coinvolto nelle loro attività coetanei da tutto il cantone. La manifestazione del weekend nella Rotonda di Piazza Castello sarà un trampolino di lancio per l’associazione, che si presenta alla grande, con momenti d’incontro all’insegna della musica. Gli inizi sono promettenti e c’è la voglia di affrontare in futuro anche i temi tosti (sicurezza, ambiente, trasporti, spazi aggregativi e altri ancora). Il tutto con la disponibilità da parte di Scherrer di ascoltare “chi sa parlare apertamente, con onestà e trasparenza, molto più di tanti politici. Giovani, non fatevi mai zittire”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Opinioni
L'ANALISI
20 ore
Scelta intrigante, ma in gioco c’è una fetta di credibilità
A Croci-Torti manca l’esperienza e non l’entusiasmo o la competenza. Quella della nuova dirigenza bianconera è una scommessa che sarebbe disastroso perdere
Commento
20 ore
Putin ha vinto, ma un po’ meno
Il suo partito ha perso forza, ma si impone comunque alle legislative tra abitudine, paura, pressioni e accuse di brogli
Commento
1 gior
Metti la Svizzera nell’‘anglosfera’
Lo strano gioco delle alleanze ha messo la Francia in un angolo. Berna guarda decisa verso Londra e, soprattutto, Washington
Commento
1 gior
A bordocampo uno scaricatore di porto arrossirebbe
La deriva nel linguaggio e nel comportamento del tifo: sui campi di calcio crescono l’aggressività e il turpiloquio facile
Commento
3 gior
Tra spinte gentili e presunte derive autoritarie
L’immunità di gregge è l’obiettivo da raggiungere per buttarsi alle spalle l’incubo Covid. E il pass è uno dei modi. L’altro è l’obbligo vaccinale
Commento
3 gior
Rimborsi per legittima difesa, aridaje
Per colpa di un condizionale mancante bisogna rivotare un’iniziativa che non sta in piedi. Prima i promotori facevano i duri, ora le povere vittime
Commento
4 gior
Più o meno tasse per i super ricchi 
I grandi contribuenti devono essere tassati maggiormente o sgravati? Ci sono due possibili risposte suggerite dalla politica
Commento
4 gior
Schiave invisibili dei trafficanti
Per incastrare i criminali servono testimoni, ma le vittime vanno difese meglio e sostenute, altrimenti nessuno parla
Commento
4 gior
Una sinistra che fa la sinistra, con tutto ciò che ne consegue
Il Piano di rilancio del Ps apre molti interrogativi sui fondi per finanziarlo, a partire dalla questione delle stime. Ma è un bene per il dibattito politico
L'analisi
5 gior
L’illusione del mercato autoregolato
Salario minimo: la vicenda delle tre aziende del Mendrisiotto ripropone la storica contrapposizione tra due visioni dell’economia e della società
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile