laRegione
non-fatevi-mai-zittire
Commento
05.09.19 - 06:000

'Non fatevi mai zittire'

Bilancio positivo del dialogo aperto dal sindaco di Locarno Alain Scherrer con i giovani della città

“La difficoltà dei politici di dialogare con i giovani è un dato di fatto”. La provocazione era stata lanciata dal sindaco di Locarno Alain Scherrer lo scorso 1° gennaio. Un sasso buttato nello stagno che ha prodotto i suoi effetti. Ieri, di fronte ai giornalisti, lo stesso sindaco ha tracciato un primo bilancio di quanto avvenuto negli scorsi mesi: diversi incontri con i giovani della città, temi e problemi messi sul tavolo e segnali “da leggere con le lenti giuste”. E ancora: “Di solito non sappiamo metterci sullo stesso piano dialettico e ciò allontana i giovani; le nostre risposte sono per lo più nebulose e ingessate”. Per Scherrer i punti d’incontro passano attraverso la capacità d’ascolto. Perché ragazze e ragazzi sanno esprimersi e sono propositivi. Le idee arrivano, spesso via social, e ora vengono raccolte dalla neonata associazione ‘Locomotiva’. Spetterà all’autorità mettersi in moto per concretizzare le proposte, ovviamente coinvolgendo chi le ha formulate. Allargare il discorso oltre i confini della città sarebbe buona cosa. Ne convengono sia Scherrer, che presto renderà conto al Convivio dei sindaci del Locarnese (Cisl) dei passi avanti compiuti, sia i giovani di Locomotiva, che hanno già coinvolto nelle loro attività coetanei da tutto il cantone. La manifestazione del weekend nella Rotonda di Piazza Castello sarà un trampolino di lancio per l’associazione, che si presenta alla grande, con momenti d’incontro all’insegna della musica. Gli inizi sono promettenti e c’è la voglia di affrontare in futuro anche i temi tosti (sicurezza, ambiente, trasporti, spazi aggregativi e altri ancora). Il tutto con la disponibilità da parte di Scherrer di ascoltare “chi sa parlare apertamente, con onestà e trasparenza, molto più di tanti politici. Giovani, non fatevi mai zittire”.

TOP NEWS Opinioni
Il ricordo
1 gior
Hans Küng, la dedizione alla verità
Più di libertà e indipendenza, care a ogni svizzero, è ciò che ha fatto di lui non solo l’eminente teologo, ma anche uno degli intellettuali più ascoltati.
Commento
1 gior
Infermiere stressate e sottopagate
È passato un anno dagli applausi a favore delle infermiere e degli infermieri. Una solidarietà spontanea e sincera, che il mondo politico non ha raccolto
Commento
1 gior
Ma la finanza non impara dagli errori del passato
Il caso Archegos, costato una decina di miliardi di capitale a Credit Suisse, è l’ultimo di una lunga serie di disastri annunciati
Commento
2 gior
In memoria di Hans Küng, lucernese universale
Era “scomodo”, forse perché osava far presente un’etica basata su due semplici principi: quello della reciprocità e quello dell’umanità
Commento
3 gior
Due poltrone per tre
Erdogan 'dimentica' una sedia per la presidente della Commissione europea von der Leyen ad Ankara, ma l’Ue tarda a reagire, dimostrando le solite debolezze
L'analisi
4 gior
La guerra al virus e il ruolo dello Stato
Ora che si intravede la fine della pandemia riprende il dibattito tra il difficile equilibro tra pubblico e privato
Commento
5 gior
Un pezzo di storia che se ne va. Lunga vita alla Valascia!
Calato il sipario sulla stagione 2020/21 dell'Ambrì Piotta, è calato pure quello, definitivo, sulla storica casa dei biancoblù
Commento
1 sett
Donne che subiscono e stanno zitte, siamo tutti responsabili
Avere più ‘sentinelle’ sul territorio e coraggio civico in un Paese dove ogni due settimane una donna viene uccisa tra le mura domestiche.
Commento
1 sett
Se la satira sul Ticino deve venire da fuori
Uno sketch della tv romanda sui ticinesi 'poveri ma sexy' ha fatto indignare i soliti reazionari. Non stupisce che certe risate qui siano bandite
Commento
1 sett
Elezioni, l’opaco siero dei candidati indebitati
A chi rincorre una poltrona viene richiesto il casellario giudiziale ma non l’estratto dell'Ufficio esecuzione e fallimenti
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile