laRegione
glencore-ferma-produzione-di-zinco-in-sardegna
Keystone
22.11.21 - 18:41
Aggiornamento: 19:14

Glencore ferma produzione di zinco in Sardegna

‘Spropositati prezzi dell’energia’ la motivazione della filiale italiana del gigante delle materie prime. La chiusura toccherà circa 400 dipendenti

La Portovesme Srl – filiale italiana del gigante delle materie prime Glencore – ha annunciato oggi che fermerà la linea di produzione di zinco tradizionale, con una capacità annua di 100mila tonnellate, non più tardi della fine di dicembre, fino a quando non ci sarà un cambiamento significativo nei prezzi del mercato dell’energia.

La decisione – spiega una nota dell’azienda del Sulcis Iglesiente (Sardegna) – è stata presa a causa “degli spropositati prezzi dell’energia, sperimentati in Italia e nel resto d’Europa dall’inizio di quest’anno”.

La Portovesme è l’unico produttore primario di zinco e piombo in Italia, appartenente al gruppo Glencore, leader mondiale nel settore dei metalli non ferrosi. Essendo un’industria ad alto consumo energetico, dipende fortemente da prezzi competitivi e stabili dell’elettricità.

L’annuncio avrà un impatto su circa 400 dipendenti diretti e sui correlati servizi esterni. L’azienda annuncia che continuerà a monitorare la situazione del mercato energetico italiano al fine di rivalutare la propria decisione non appena le condizioni dei prezzi lo consentiranno.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
chiusura glencore produzione sardegna zinco
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Notizie Economia
Economia
3 gior
La Fed ha perso 6-7 mesi e ora deve inseguire gli eventi
La conseguenza: una pericolosa accelerazione della stretta monetaria. Quadro economico assai incerto, soprattutto in Europa
Economia
1 sett
Ecco servito il caro-ipoteche: tassi ai massimi da dieci anni
Prime conseguenze dopo la decisione della Banca nazionale di alzare il tasso di riferimento. E secondo gli analisti non è finita
Economia
1 sett
Raiffeisen riconferma il CdA per i prossimi due anni
Assemblea generale ieri a Locarno. Il presidente Thomas A. Müller è stato confermato alla carica con il 96% dei voti
Economia
1 sett
Altri guai giudiziari per la filiale francese di Ubs
L’istituto bancario elvetico verrà processato per presunte molestie sui due ex dipendenti all’origine delle rivelazioni di frode fiscale
Economia
1 sett
Ubs e Credit Suisse rafforzano le loro basi patrimoniali
Entrambe le banche hanno superato i requisiti della regolamentazione ‘too big to fail’. Lo indica un rapporto sulla stabilità della Bns
Economia
1 sett
Competitività economica, la Danimarca fa meglio
La Svizzera perde il primato in classifica: ora è seconda in un podio completato da Singapore. Italia 41esima
Economia
2 sett
Accordi di libero scambio, risparmi per 2,3 miliardi in dazi
È quanto economizzato dalle imprese elvetiche nel 2020 per le loro importazioni (per un totale di 214,26 miliardi) in Svizzera
Economia
2 sett
Prezzi alla produzione e all’importazione sempre in crescita
Oltre ai prodotti petroliferi, più cari carne e legno. In controtendenza il settore farmaceutico e i computer
Economia
2 sett
Ripresa economica più lenta, ma costante
Nel primo trimestre Pil è cresciuto oltre le aspettative, ma gli effetti della guerra in Ucraina potrebbero incidere oltre il previsto
Economia
2 sett
‘Choc elettrico’ per Axpo: raddoppia il fatturato
L’impennata dei prezzi fa decollare i ricavi del gruppo: 6,0 miliardi nel primo semestre dell’esercizio 2021/22 anziché i 2,9 previsti
© Regiopress, All rights reserved