laRegione
altri-600-miliardi-dalla-bce-per-il-piano-di-emergenza
La Bce ha lasciato i tassi invariati (Keystone)
04.06.20 - 15:00
Aggiornamento: 16:38

Altri 600 miliardi dalla Bce per il piano di emergenza

La Banca centrale europea quasi raddoppia il programma di acquisto di debito per l'emergenza pandemica e lo porta a 1'350 miliardi di euro in totale

La Banca centrale europea (Bce) rilancia gli acquisti di debito per l'emergenza pandemica. L'istituto di emissione ha aumentato di 600 miliardi di euro il Pepp (Pandemic Emergency Purchase Program), portando il totale a 1350 miliardi di euro.

I membri del Consiglio direttivo hanno approvato "con ampio consenso" la decisione di espandere il programma Pepp, ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde in una conferenza stampa.

L'orizzonte temporale in cui la Bce condurrà gli acquisti di titoli per l'emergenza pandemica "sarà esteso almeno fino a fine giugno 2021" dall'attuale scadenza di dicembre 2020, e in ogni caso il Pepp continuerà finché la Bce "non giudicherà che la crisi del coronavirus è finita".

La flessibilità con cui la Bce può condurre gli acquisti di debito tramite il programma per l'emergenza pandemica "sarà mantenuta per tutta la durata del Pepp", ha detto la Lagarde, spiegando che "abbiamo usato e continueremo ad usare il Pepp per fronteggiare questi rischi di frammentazione". Il riferimento è alla possibilità di deviare gli acquisti di titoli di ciascun paese dell'Eurozona rispetto alla quota di ciascun paese nel capitale della Bce, come fatto per i titoli italiani.

Alla domanda se l'istituto centrale abbia considerato di includere i bond "spazzatura" (junk), cioè con merito di credito speculativo, negli acquisti di titoli, la la presidente della Bce ha spiegato che "non ne abbiamo discusso" e ha aggiunto che l'istituto di Francoforte osserva la situazione e prenderà le decisioni necessarie per isolare il sistema economico dalla pandemia.

Quanto al Recovery Fund, il consiglio direttivo chiede "un forte e tempestivo sforzo per sostenere la ripresa" dopo i 540 miliardi di euro deliberati dall'Ue. La Lagarde ha affermato che "diamo dunque un forte benvenuto alla proposta della Commissione europea di un piano per la ripresa per sostenere le regioni e i settori più colpiti dalla pandemia". La proposta dell'esecutivo, ribattezzata "Next Generation EU", ammonta a 750 miliardi di euro.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Notizie Economia
Economia
17 ore
Per la Bns 5,74 miliardi di franchi in valuta estera
È l’ammontare dei riacquisti operati dalla Banca nazionale svizzera nel primo trimestre dell’anno
Economia
17 ore
Prospettive fosche per l’economia svizzera
Lo indica l’Istituto di ricerche congiunturali (Kof) del Politecnico di Zurigo. Difficoltà in particolare per le esportazioni e la produzione industriale.
Economia
18 ore
Commercio al dettaglio, vendite stabili in maggio
Rispetto all’anno scorso, tenendo conto di rincaro e giorni lavorativi, in termini reali il giro d’affari è diminuito dell’1,6%
Economia
4 gior
La Fed ha perso 6-7 mesi e ora deve inseguire gli eventi
La conseguenza: una pericolosa accelerazione della stretta monetaria. Quadro economico assai incerto, soprattutto in Europa
Economia
1 sett
Ecco servito il caro-ipoteche: tassi ai massimi da dieci anni
Prime conseguenze dopo la decisione della Banca nazionale di alzare il tasso di riferimento. E secondo gli analisti non è finita
Economia
1 sett
Raiffeisen riconferma il CdA per i prossimi due anni
Assemblea generale ieri a Locarno. Il presidente Thomas A. Müller è stato confermato alla carica con il 96% dei voti
Economia
2 sett
Altri guai giudiziari per la filiale francese di Ubs
L’istituto bancario elvetico verrà processato per presunte molestie sui due ex dipendenti all’origine delle rivelazioni di frode fiscale
Economia
2 sett
Ubs e Credit Suisse rafforzano le loro basi patrimoniali
Entrambe le banche hanno superato i requisiti della regolamentazione ‘too big to fail’. Lo indica un rapporto sulla stabilità della Bns
Economia
2 sett
Competitività economica, la Danimarca fa meglio
La Svizzera perde il primato in classifica: ora è seconda in un podio completato da Singapore. Italia 41esima
Economia
2 sett
Accordi di libero scambio, risparmi per 2,3 miliardi in dazi
È quanto economizzato dalle imprese elvetiche nel 2020 per le loro importazioni (per un totale di 214,26 miliardi) in Svizzera
© Regiopress, All rights reserved