laRegione
05.05.22 - 08:32

Ecocentro, Morbio Inferiore dica di ‘sì’

Per ogni obiezione c’è una risposta che misura i vantaggi dell’operazione proposta dal Comune

di Pino Vaccaro, Morbio Inferiore
ecocentro-morbio-inferiore-dica-di-si
Ti-Press
L’area designata

Ecocentro sì o Ecocentro no? Al fine di una ponderata votazione è necessario conoscere i punti deboli del progetto, ma soprattutto tenere in considerazione i vantaggi che possono emergere. Vale dunque la pena rispondere con pertinenza anche alle obiezioni al progetto sollevate dagli oppositori.

Aumento del traffico: la perizia esterna commissionata dal Municipio ha sovrastimato le tonnellate di vetro di circa 3 volte. Ne sono state calcolate 500, ma, come da consuntivo, Morbio ha generato "solo" 172 tonnellate. Queste 172 tonnellate sfociano in un calcolo di transito di 56 auto giornaliere suddivise su tutti i punti di raccolta.

Costo importante dell’opera: la spesa di 2,26 milioni di franchi risulta giustificata in quanto, vista la conformazione del terreno e a tutela degli abitanti residenti nella zona, è prevista la realizzazione di muri di contenimento, ripari fonici e un tetto di copertura. Saranno anche realizzati dei locali per il personale di servizio e per il deposito di rifiuti speciali, nonché per il deposito di materiali di cui è possibile prevedere un nuovo utilizzo. Il costo dell’investimento avrà un impatto, per una famiglia di 4 persone, al massimo di 5 franchi al mese, cifra che il Municipio intende diminuire con una separazione più attenta.

Collaborazione con altri Comuni: il Municipio ha interpellato i Comuni vicini, l’unica collaborazione emersa è con Chiasso, ma a fronte di una spesa annua di 105mila franchi per i soli ingombranti, costo ritenuto eccessivo che si allinea all’onere annuo per la realizzazione del nostro Ecocentro.

Orario di apertura ridotto a circa 15 ore la settimana: l’orario di apertura dell’Ecocentro è stato pensato per permettere agli studenti che si recano a scuola di percorrere via Lischèe in tutta sicurezza. L’orario di apertura è simile a quello di Mendrisio, città che vede i propri cittadini soddisfatti dal servizio proposto, considerato anche i quasi 11mila abitanti in più rispetto a Morbio.

Con l’arrivo dell’Ecocentro i cittadini avranno la possibilità di smaltire gli ingombranti anche durante la settimana e i frequentatori potranno cogliere l’occasione di dare una seconda vita a tutti gli oggetti non più utilizzati. Un Ecocentro funzionale produrrà atteggiamenti positivi nella popolazione: sensibilizzare, informare, educare a separare, riutilizzare, riciclare e produrre di conseguenza meno rifiuti.

Avere un Ecocentro sul nostro territorio significa mantenere i servizi essenziali vicini alla popolazione ed evitare la scomodità di portare gli ingombranti al di fuori del comune. Dire sì all’Ecocentro permetterà non da ultimo di eliminare il punto di raccolta degli ingombranti presso il piazzale delle scuole elementari, così da riuscire a progettare una nuova pavimentazione e ridare ai ragazzi uno spazio pregiato per attività didattiche e di svago su uno spazio che purtroppo oggi è sacrificato!

Ecco perché dire Sì a un Ecocentro comunale per Morbio Inferiore.

Potrebbe interessarti anche
ULTIME NOTIZIE I dibattiti
© Regiopress, All rights reserved