laRegione
mendrisio-difende-l-ostetricia-bene-ma-non-benissimo
Simona Rossini (Ti-Press)
I dibattiti
07.08.20 - 18:410

Mendrisio difende l'ostetricia: bene ma non benissimo

Conforta la determinazione della Città, ma dai vertici cantonali non sono ancora giunte rassicurazioni sul futuro

Bene ma non benissimo! Potremmo riassumere così lo stato d’animo per la risposta alla nostra interrogazione del 24 maggio scorso (cfr. 'laRegione' del 6 agosto) inerente agli articoli di stampa che riportavano di una possibile chiusura dei reparti di ostetricia e neonatologia e del pronto soccorso pediatrico dell’Obv di Mendrisio.

Bene poiché il Municipio si è impegnato a difendere 'a spada tratta' i reparti in questione ed è già intervenuto rivolgendosi al Dipartimento sanità e socialità (Dss) e all’Ente ospedaliero cantonale (Eoc), sollecitando una risposta non ancora pervenuta. Il nostro gruppo è anche sollevato dal fatto che il Municipio nutre le nostre stesse preoccupazioni. Perdere questi reparti significherebbe privare i pazienti, non solo della Città di Mendrisio ma di tutto il Distretto, di cure di prossimità e di fondamentale importanza per un’immediata relazione genitoriale. Siamo tutti concordi nel voler mantenere nella nostra Città polo un nosocomio multiuso che offra le cure necessarie a tutte le fasce della popolazione.

Non benissimo perché nonostante dal Primo agosto i reparti siano stati trasferiti di nuovo a Mendrisio dopo l’emergenza Covid, non abbiamo ancora ricevuto rassicurazioni sul futuro degli stessi. Anche l’incontro dell'8 luglio promosso dal presidente del Gran consiglio e municipale della Città Daniele Caverzasio con gli enti e le autorità preposte non ha rasserenato gli animi di chi, come noi, vorrebbe mantenere tutti i reparti fondamentali per le esigenze dei nostri cittadini.

Continueremo quindi a monitorare la situazione confidando nel lavoro dei deputati del Mendrisiotto in Gran Consiglio e in una presa di posizione da parte del Dss.

ULTIME NOTIZIE I dibattiti
I dibattiti
43 min
Ancora una volta: chi sono i cattivi?
I pagamenti diretti agli agricoltori non sono sussidi, ma prestazioni per un lavoro a favore di tutti
Il dibattito
1 gior
Ma cosa si pretende da questi Procuratori pubblici?
Si pongono tutta una serie di interrogativi, letteralmente inquietanti, sull’andamento della giustizia del Canton Ticino
IL RICORDO
3 gior
Nene Zurmühle: il calcio, 'il Daro' e le sue forti convinzioni
Per lui una società di calcio doveva formare, aggregare e integrare i giovani
Il dibattito
6 gior
La clausola ghigliottina e lo Yeti
Chi sostiene pubblicamente che l’UE non invocherà la clausola non tiene conto del fatto che la clausola è già attiva, non va invocata!
Il dibattito
1 sett
Disabilità, bunker e vita vera
La fragilità umana ci appartiene dalla notte dei tempi, non può essere eliminata solo con semplici severe direttive e rinchiudendo i più deboli in bunker, senza nemmeno prenderci la briga di ascoltarli
I dibattiti
1 sett
No, signor Dozio, le bugie le racconta Lei!
Iniziativa sulla limitazione, Eros Mellini: 'Lei dice che l'Udc di raccontare frottole. Mi permetta di contestarle le Sue'
I dibattiti
1 sett
Risse a Bellinzona, urgente un operatore di strada
Dopo i due recenti episodi di violenza verificatisi in viale Stazione: 'Meno repressione e più prevenzione'
il dibattito
1 sett
Un sì per la montagna
Per rilanciare la montagna è necessario interrogarsi sulla presunta sacralità della natura selvaggia, sostituendola con il termine biodiversità, da intendere però in termini non oppositivi rispetto alla presenza umana
Il dibattito
2 sett
Non solo libera circolazione
Nessun salto nel buio, nessun timore della paura che ci vogliono incutere!
Il dibattito
2 sett
Quando troppo è troppo, ovvero le troppe bugie dell’Udc
Le misure di accompagnamento vanno rafforzate. È questo lo strumento principale per far fronte alle speculazioni antistranieri della destra populista e conservatrice. E su questa strada ci si dovrà muovere, se l’iniziativa venisse bocciata
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile