laRegione
ITALIA
29.10.22 - 19:45
Aggiornamento: 22:21

‘Scongelato’ l’archivio di Charlie Chaplin

La documentazione era stata sequestrata al confine italo-svizzero del Gran San Bernardo in quanto sprovvista dei permessi l’esportazione

Ats, a cura di Red.Web
scongelato-l-archivio-di-charlie-chaplin
Keystone
La statua che ritrae il celebre comico, in riva al Lemano

Il tribunale del Riesame di Aosta ha annullato negli scorsi giorni il sequestro dell‘archivio di Charlie Chaplin scoperto alla frontiera con la Svizzera, al traforo del Gran San Bernardo, il 5 settembre. I giudici hanno disposto la restituzione del materiale alla società proprietaria del materiale. Si tratta di 49 scatoloni contenenti storyboard di pellicole come ’Luci della ribalta’, ‘Luci della città’, ‘Il monello’, insieme a diversa corrispondenza riconducibile al grande cineasta del Novecento.

Storyboard e lettere – secondo gli inquirenti – hanno provenienza lecita ma, ritenendo che non vi fosse il necessario permesso per portarli all’estero, vi avevano applicato i sigilli.

La documentazione – ha accertato la procura di Aosta – appartiene a un cittadino francese legato a una società che gestisce i diritti di Charlie Chaplin ed era stata prestata alla Cineteca di Bologna per un progetto di valorizzazione dell’opera del grande artista.

Si trovava a bordo di un furgoncino guidato da un dipendente della stessa Cineteca, incaricato da un suo dirigente di portarla presso un archivio di Montreux (Svizzera): entrambi erano stati indagati per l’ipotesi di aver tentato di trasferire all’estero dei beni che hanno valore culturale, storico e artistico senza averne l’autorizzazione.

Ai doganieri il trasportatore aveva dichiarato spontaneamente il contenuto degli scatoloni, stimando un valore di 5 mila euro, che però secondo la procura di Aosta è inferiore a quello reale. L’indagine, coordinata dal pm Giovanni Roteglia, non è ancora chiusa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
1 ora
Sisma in Turchia e Siria: il numero dei morti supera i 16mila
Le vittime accertate in Turchia sono 12’909, 3’126 quelle in Siria, che portano il numero totale a 16’035
Estero
13 ore
Zelensky in Europa, ‘il male perderà, dateci i caccia’
Il leader ucraino a Londra e Parigi, domani a Bruxelles. Il premier britannico Sunak dice di non ‘escludere nulla dal tavolo’.
Stati Uniti
15 ore
Skechers con le ali ai piedi: vola il fatturato
Nell’ultimo trimestre dell’anno vendite per quasi due miliardi di dollari, che fanno lievitare a quota 7,4 miliardi l’incasso sull’intero 2022
Estero
15 ore
Quattro le persone estratte vive dalle macerie di Hatay
Terremoto in Turchia, prosegue senza sosta il lavoro dei soccorritori svizzeri della Catena di Salvataggio
Estero
19 ore
Strage del Mottarone, a Eitan un milione di euro di risarcimento
L’assicurazione della società che gestisce la funivia vuole garantire ‘un futuro sereno’ al bambino di 7 anni, unico sopravvissuto della tragedia del 2021
Turchia
20 ore
Notte di lavoro fra le macerie per i cani Redog
Già 24 le persone ritrovate vive dalle squadre di salvataggio svizzero mandate sul posto. Impegnati nelle ricerche sei animali e dieci persone
Confine
21 ore
Calano i passeggeri di Trenord, ‘non è solo colpa dei ritardi’
L’associazione dei pendolari lombardi evidenzia la mancanza di abbonamenti ad hoc per chi fa dei giorni di smartworking
Terremoto Turchia-Siria
22 ore
Monta la protesta contro i ritardi dei soccorsi
Malcontento soprattutto a Sud della Turchia. E fra gli aiuti che ritardano ad arrivare c’è anche chi, sulla sofferenza delle persone, ci lucra
Estero
1 gior
La conta dei morti del sisma in Turchia e Siria supera gli 8’700
Si continua a scavare, e i numeri sono destinati a crescere: le persone complessivamente colpite potrebbero essere oltre 20 milioni
il terremoto
1 gior
In Siria e Turchia oltre 7mila morti, si cerca sotto le macerie
A caccia di sopravvissuti, mentre montano le prime polemiche sui ritardi nei soccorsi
© Regiopress, All rights reserved